Feed aggregator

5 per mille, cambio di passo per Compassion

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
Un cinque per mille che va oltre l'adozione a distanza: Compassion, missione attiva dal 1952 nel sostegno all'infanzia disagiata, ha reso noto come verranno devoluti i fondi del cinque per mille della campagna 2018.

Onori solenni in Campidoglio per Billy Graham

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
A Billy Graham, scomparso mercoledì scorso, verranno tributati i più alti onori civili previsti negli Stati Uniti: la salma del predicatore verrà ospitata, mercoledì e giovedì prossimi, in una camera ardente allestita nella sede del Parlamento USA.

Addio a Billy Graham, il pastore dei Presidenti

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
È scomparso a 99 anni Billy Graham, il più noto predicatore evangelico del XX secolo. Evangelista, pastore e consigliere spirituale di numerosi presidenti Usa, avrebbe compiuto cento anni il prossimo 7 novembre.

Fede pericolosa, un dvd per Porte Aperte

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
L'organizzazione internazionale Porte Aperte ha pubblicato un dvd dedicato alla chiesa perseguitata: Fede pericolosa contiene otto video con una serie di sessioni di studio centrate sul libro degli Atti e dedicate a sensibilizzare i cristiani sul concetto di persecuzione per motivi di fede.

Superbowl, la testimonianza dei vincitori

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
A sorpresa il Superbowl ha visto la vittoria degli outsider, i Philadelphia Eagles, che hanno avuto la meglio sui più quotati New England Patriots. Al termine della partita tre protagonisti del match, l'allenatore della squadra e due giocatori, davanti ai microfoni hanno aperto il loro intervento con un sonoro "A Dio tutta la gloria".

Porte Aperte: 215 milioni i cristiani perseguitati

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
Un cristiano su dodici, nel mondo, subisce la persecuzione: è uno dei dati più drammatici che emergono dalla World Watch List 2018, il nuovo rapporto annuale di Porte Aperte/Open Doors, reso noto mercoledì 10 gennaio.

Portogallo, il presidente partecipa a culto evangelico

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
LISBONA - Il 24 dicembre il presidente della Repubblica portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, ha partecipato alla celebrazione natalizia della Chiesa evangelica di Sintra a Vila Verde, che festeggiava nell’occasione anche i 75 anni di presenza e partecipazione alla vita sociale della città.

J Factor 9, il talent batte anche il black out

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
Il rapper siciliano Santo si aggiudica la nona edizione di J Factor, caratterizzata da musica, valori e da alcuni fuori programma che, paradossalmente, hanno valorizzato l'essenza dell'iniziativa e dei suoi protagonisti.

J Factor 9, torna il talent della musica cristiana

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
MILANO - Mancano poche ore alla nona edizione di J Factor, che questa sera vedrà affrontarsi nel PDF studio di via Dottesio a Milano dodici artisti e band selezionati, nei mesi scorsi, dallo staff di Angelo Maugeri.

Eun, un dialogo a otto sull'eredità della Riforma

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
MILANO - Sabato 11 novembre a Sesto San Giovanni (MI) la casa editrice Eun organizza un doppio incontro nel corso del quale otto esponenti di rilievo del mondo evangelico si interrogheranno sull'eredità e le prospettive della Riforma a mezzo millennio da Lutero.

Le chiese evangeliche in piazza a Seregno

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
SEREGNO - "Riforma 500. La speranza della fede, la forza dell'impegno" è il titolo dell'iniziativa organizzata dalla chiesa evangelica di Seregno, che sabato 2 settembre porterà in piazza la testimonianza delle realtà evangeliche locali e nazionali.

Le Sacre Scritture a fumetti per Be edizioni

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
FIRENZE - Arriva in Italia, a cura di BE edizioni, "La Bibbia a fumetti", illustrata dal disegnatore brasiliano Sergio Cariello, costata tre anni di intenso lavoro e già premiata con diversi riconoscimenti a livello internazionale.

Salone del libro, un'altra edizione da record

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
Ancora una volta il Salone del libro di Torino si chiude registrando un ampio successo: la 30.ma edizione ha visto passare per il Lingotto oltre 140 mila visitatori e segnato buoni riscontri di vendite. Esperienza positiva per le case editrici evangeliche.

Impegno a pieno ritmo per AM production

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
MILANO - Continua il lavoro di scouting di Angelo Maugeri, che con la sua AM Production in tre mesi ha curato due esordi discografici, una conferma e un ritorno.

"Oro, sassi e chiodi" continua a convincere

Evangelici.net - 2 hours 36 min ago
ASTI - Continua a riscuotere consensi, a sei mesi dalla presentazione ufficiale, "Oro, sassi e chiodi", l'ultimo disco di Stefano Rigamonti, che racconta in chiave moderna alcuni degli eventi chiave della vita di Gesù, dalla nascita fino alla resurrezione.

Diocesi: mons. Nosiglia (Torino) a veglia ecumenica, “offrire al mondo la nostra comune testimonianza della fede in Cristo”

Agensir.it - Sat, 2018-04-21 21:30

“La nostra unità, anche se ancora imperfetta, si nutre tuttavia di momenti di grazia, che ci spronano a offrire al mondo la nostra comune testimonianza della stessa fede in Cristo”. Lo ha affermato questa sera l’arcivescovo di Torino, mons, Cesare Nosiglia, portando il suo saluto alla veglia di preghiera ecumenica in corso nella cattedrale di san Massimo alla presenza di tre frères di Taizé, di padre Giorgio Vasilescu della Chiesa ortodossa rumena e di Eugenia Ferreri, presidente della Commissione evangelica per l’ecumenismo. “Questa sera – ha sottolineato l’arcivescovo – vogliamo vivere insieme ai frères un momento di intensa spiritualità, che in questo tempo pasquale ci permette di confermarci nella comune fede in Cristo Signore e dare anche alla nostra città e diocesi un segnale forte di unità e di volontà di camminare insieme, verso quella piena comunione che nostro Signore ci ha indicato”. Ricordando che “Papa Francesco ha affermato che l’unità dei cristiani è già in atto nel martirio, che unisce tanti nostri fratelli di varie chiese e confessioni cristiane”, mons. Nosiglia ha osservato come “questa via – e ogni via che promuove momenti di comunione, di preghiera e di fraternità vissuta tra fratelli cristiani – pone una pietra miliare nel cammino ecumenico verso la piena unità”. E commentando le parole del Salmo 132, l’arcivescovo ha sottolineato che “deve unirci, in quest’esperienza che stiamo vivendo, il sentire che come fratelli abbiamo più doveri che diritti da accampare, dal momento che tutto ciò che siamo è frutto dell’amore gratuito di Dio e della sua infinita misericordia”. Nosiglia ha esortato a “celebrare con gioia tale amore gratuito di Dio e la nostra concordia di suoi figli e di fratelli in Cristo”.

Medio Oriente: Monteduro (Acs), “se non ricostruiremo i luoghi di preghiera, l’Isis avrà vinto”

Agensir.it - Sat, 2018-04-21 19:37

“Se non ricostruiremo i loro luoghi di preghiera e se non ritorneranno tutti alle loro case, l’Isis avrà vinto perché avrà cancellato la presenza cristiana in quella terra”. Così ha concluso il suo intervento Alessandro Monteduro, presidente di Aiuto alla Chiesa che soffre all’incontro di oggi a Perugia su “Il dramma dei cristiani in Medio Oriente – Testimoni dalla Siria” promosso dal comitato locale “Nazarat” con il sostegno della diocesi di Perugia-Città della Pieve e di Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs). Monteduro ha raccontato non solo la persecuzione subita dai cristiani in Siria e Iraq ma anche i progetti che Acs sostiene in Siria e Iraq con oltre 6 milioni di euro, dal 2011 a oggi. “Prima facevamo soprattutto sostegno pastorale ma oggi – ha detto – abbiamo di fronte la sfida della fede che è aiutarli a tornare a casa. Della fede perché nei campi profughi, nei container in cui vivono in 18, abbiamo trovato un’orgogliosa croce, il vangelo e la bibbia”. Monteduro ha ricordato il dramma dei cristiani iracheni che “erano più di un milione e oggi sono appena trecentomila”, cristiani che si erano rifugiati in Siria nella speranza di poter tornare preso nel loro paese nonostante vi fossero anche lì persecuzioni di cristiani prima che esplodesse la guerra, con intimidazioni, rapimenti – ed ha ricordato padre Dall’Oglio –, uccisioni. “Di fronte a tutto questo cosa non ha fatto l’Occidente?”. “Grazie alla generosità dei popoli d’Occidente abbiamo visto campi profughi allestiti e sostenuti per dare in pochi giorni accoglienza a migliaia di profughi. Ma non abbiamo visto le bandiere e l’opera dei governi e delle istituzioni sovranazionali”, ha detto il presidente di Acs criticando anche l’indifferenza dei media per chi muore oltre il mediterraneo. “Per sconfiggere l’indifferenza – ha concluso – abbiamo l’arma dell’informazione, della preghiera, e del sostegno alle popolazioni cristiane perseguitate”. All’incontro ha portato la sua testimonianza il giornalista e inviato di guerra Gian Micalessin e il docente di lingua e cultura araba Ayman Haddad.

Guerra in Siria: card. Bassetti, “vediamo le immagini in tv e non distinguiamo tra fiction e realtà. Poi le immagini passano ma la realtà resta”

Agensir.it - Sat, 2018-04-21 18:46

“Quando vediamo le immagini in tv siamo talmente presi che non distinguiamo tra fiction e realtà. Poi le immagini passano ma la realtà resta. Il cardinale Mario Zenari recentemente mi ha detto: ‘La Siria è cinque volte peggio che l’inferno perché nell’inferno c’è il fuoco, ma in Siria c’è la guerra, le potenze che si contendono il terreno, c’è la fame, le madri raccolgono i figli morti. E tutto questo per una guerra che nessuno sa perché la fa’”. Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, intervenendo all’incontro promosso dal comitato locale “Nazarat” con il sostegno della diocesi di Perugia-Città della pieve e di Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) su “Il dramma dei cristiani in Medio Oriente- Testimoni dalla Siria” oggi pomeriggio a Perugia. Di questa guerra che “distrugge una intera nazione”, il cardinale ha portato testimonianze raccolte nei suoi viaggi in Medio Oriente, dalla visita in Libano, Paese di poco più di 4 milioni di abitanti che accoglie più di un milione di profughi e rischia di diventare una polveriera pronta ad esplodere”, al progetto dei colloqui di pace per il Mediterraneo che vogliono essere un contributo dei cristiani alla pace nel Medio oriente. Bassetti ha ricordato anche l’incontro con il bambino siriano nato e cresciuto sotto le bombe. “Aveva occhiaie profonde e non sorrideva più”. “Quella notte non ho dormito”, ha detto.

Stati Uniti: New York, ieri a Old Saint Patrick preghiera per la Siria e le guerre dimenticate

Agensir.it - Sat, 2018-04-21 18:21

(da New York) Una preghiera per la Siria e per le guerre dimenticate si è tenuta venerdì sera a New York a Old Saint Patrick, la più antica cattedrale cattolica della città. Ad idearla sono stati rappresentanti del Movimento dei focolari, della Comunità di Sant’Egidio, di Pax Christi, della san Vincenzo e di Lamp ministry. La celebrazione è stata officiata da padre Bryan Mcweeney, direttore dell’ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso dell’arcidiocesi di New York. Nella sua omelia padre Mcweeney ha ricordato ai presenti l’esperienza dell’11 settembre, quando due aerei si schiantarono contro le Torri gemelle cambiando non solo il paesaggio di New York, ma la vita e la cultura della città. “Immaginate per un momento che la Siria e l’Iraq vivono questo tutti i giorni da anni e per loro l’aspettativa di vita è 20 anni in meno della nostra e di questo abbiamo responsabilità”, ha continuato, sottolineando che “questo momento di preghiera non e’ diretto alle istituzioni o al governo, ma interpella ciascuno di noi come operatori di pace nel quotidiano, dalla metro, al lavoro, alla famiglia. Noi non siamo chiamati solo a parlare di pace, ma a testimoniarla”. Tutta la celebrazione è stata improntata sulle beatitudini e sulle opere di misericordia. “Quando arriveremo davanti a Dio non ci verrà chiesto se siamo siriani o americani, ma ci verrà detto: ‘Ero ad Aleppo, ero a Mosul e tu mi hai aiutato”, ha concluso. La preghiera pronunciata da Papa Francesco durante l’incontro con Shimon Peres e Mahmoud Abbas nei Giardini vaticani nel giugno 2014 ha chiuso la serata. Pax Christi ha annunciato per martedì un momento di preghiera davanti alla sede delle Nazioni Unite.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie