Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 3 min 37 sec ago

Michele Gesualdi: card. Betori (Firenze), “uno dei testimoni più diretti di don Lorenzo Milani”. “Tutti gli siamo grati per come fedelmente ne ha mantenuto la memoria nel tempo”

Thu, 2018-01-18 21:29

“Michele Gesualdi è stato uno dei testimoni più diretti di don Lorenzo Milani e tutti gli siamo grati per come fedelmente ne ha mantenuto la memoria nel tempo”. Lo dichiara il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, commentando la scomparsa oggi di Michele Gesualdi, allievo di don Milani. “Egli – evidenzia il porporato – ci ha testimoniato anche come gli insegnamenti di don Lorenzo lo abbiano condotto a sviluppare nel corso della sua vita il senso della dedizione per gli altri e l’impegno al servizio della società”. “Il vescovo e tutta la Chiesa fiorentina lo affidano al Signore nella preghiera e sono vicini con la preghiera alla famiglia e a tutti gli altri allievi di don Milani che oggi piangono la sua scomparsa”, conclude il card. Betori.

Notizie Sir del giorno: Papa in Cile, #pattoXnatalità, Holy Land Coordination, baby gang

Thu, 2018-01-18 19:30

Papa in Cile: messa a Campus Lobito, no a “ingiustizia, sfruttamento, precarizzazione del lavoro” e a “quelli che approfittano dell’irregolarità di molti migranti”. In volo da Santiago a Iquique

“Siamo attenti a tutte le situazioni di ingiustizia e alle nuove forme di sfruttamento che espongono tanti fratelli a perdere la gioia della festa. Siamo attenti di fronte alla precarizzazione del lavoro che distrugge vite e famiglie. Siamo attenti a quelli che approfittano dell’irregolarità di molti migranti, perché non conoscono la lingua o non hanno i documenti in regola. Siamo attenti alla mancanza di casa, terra e lavoro di tante famiglie”. Così Papa Francesco nell’ultima messa in Cile, celebrata oggi al Campus Lobito di Iquique. (clicca qui). Prima, durante il volo Latam 1252b da Santiago del Cile a Iquique il Papa ha unito in matrimonio una hostess e uno steward della compagnia aerea. La celebrazione ha avuto luogo a 36mila piedi di altitudine. I nomi dei due sposi sono Paula Podestà Ruiz, 39 anni, e Carlos Cuffando Elorriaga, 41. I due, già uniti civilmente, avevano in programma di sposarsi in Chiesa, ma prima a causa del terremoto del 2010, poi per altri impedimenti, sono stati costretti a rimandare le nozze. (clicca qui)

Terra Santa: Duarte da Cunha (Ccee), “la sfida della pace si vince tenendo unite speranza e istruzione”

(da Gerusalemme) “Sono giovani che, pur vivendo in contesti e situazioni diverse, condividono la speranza in un futuro migliore rifiutando tutto ciò che provoca tensione e conflitto. Da qui la necessità di continuare l’impegno per la giustizia, la pace, la fine dell’occupazione e alimentare in tal modo questa loro speranza”. Lo ha detto al Sir mons. Duarte da Cunha, segretario generale del Ccee (Consiglio delle Conferenze episcopali europee), al termine della visita annuale di solidarietà dei vescovi di Usa, Canada, Ue e Sud Africa che si è chiusa oggi a Gerusalemme (dal 13 gennaio). (clicca qui)

Sud Sudan e Congo: card. Turkson, “siamo vicini alla sofferenza del popolo”

“La non violenza attiva è urgente per costruire la pace in Sud Sudan e Repubblica democratica del Congo”, due nazioni in difficoltà le cui popolazioni “hanno tutto il sostegno della Santa Sede”: lo ha detto oggi pomeriggio il card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, aprendo a Roma la tavola rotonda “Costruire la pace insieme” organizzata alla Pontificia Università Urbaniana dall’Unione dei Superiori generali (Usg) e dall’Unione internazionale dei Superiori generali (Uisg). (clicca qui)

Bosnia-Erzegovina: fedeli di Drvar senza una chiesa dal 1948. Il parroco organizza una raccolta fondi

Senza una chiesa dal 1948 ad oggi. È la situazione della parrocchia San Giuseppe di Drvar in Bosnia-Erzegovina, situata nella parte occidentale del Paese, nel territorio della diocesi di Banja Luka. L’edificio di culto, distrutto ai tempi del comunismo, non ha potuto essere riedificato finora e nonostante i numerosi sforzi del parroco, don Davor Klecina, le autorità comunali non assegnano un terreno per la costruzione di una chiesa nuova. (clicca qui)

#pattoXnatalità: De Palo (Forum), “azione di pungolo alle istituzioni perché natalità diventi priorità trasversale per tutti i partiti”

“Lanciando il patto iniziamo un’azione di stimolo, di pungolo a tutte le istituzioni, che durerà cinque anni”. Lo ha detto Gianluigi De Palo, presidente del Forum delle associazioni familiari, presentando questa mattina a Roma, presso la sala Nassirya del Senato, il “patto sulla natalità” (#pattoXnatalità) elaborato per contrastare l’emergenza denatalità che affligge il nostro Paese. (clicca qui)

Movimenti ecclesiali: card. Farrell, “la prospettiva missionaria è la giusta lente attraverso cui guardare ai carismi”

“I movimenti nati da nuovi carismi non producono professionisti della religione, dediti a qualche ministero particolare. Ma cristiani, persone che, dopo aver conosciuto il Signore, sono diventate consapevoli della loro fede”. Lo ha detto questa mattina il card. Kevin Joseph Farrell, presidente del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, durante il convegno “Carisma e istituzione in movimenti e comunità ecclesiali”, organizzato a Roma dall’Istituto universitario Sophia con il patrocinio dell’Ascai. (clicca qui)

Baby gang: don Incoronato (diocesi Napoli), “fretta, nervosismo e troppi impegni ci fanno dimenticare la cura dei ragazzi”

“Troppa fretta, troppo nervosismo, una vita che scorre tra un impegno e l’altro ci fa dimenticare di curare i nostri ragazzi, che non sono il nostro futuro, ma il nostro oggi”. Lo dice, in un’intervista al Sir, don Pasquale Incoronato, responsabile del Servizio di pastorale giovanile della diocesi di Napoli, parroco della chiesa di Santa Maria del Pilar a Ercolano e impegnato, da vent’anni, con i minori a rischio con la Locanda di Emmaus, a proposito del fenomeno delle baby gang. (clicca qui)

Avvenire: la prima pagina di domani 18 gennaio. Patto sulla natalità, armi di Stato, Papa in America Latina, ministero della Solitudine in Gran Bretagna, missione italiana in Niger

Thu, 2018-01-18 19:29

“Avvenire” dedica il suo titolo principale di prima pagina al Patto sulla natalità proposto dal Forum delle Famiglie, per contrastare il declino demografico italiano. Tutti i partiti hanno, almeno a parole, garantito adesione e sostegno, promettendo politiche per incentivare le nascite. L’editoriale, affidato alla penna di Raul Caruso, docente all’Università Cattolica di Milano, si concentra sulla proprietà statale di gruppi industriali che producono armi: “È iniziata la campagna elettorale e i leader di partiti e movimenti hanno cominciato a esporre le proprie promesse su aspetti decisamente prevedibili. A mancare nella lista dei temi trattati, però, sono da sempre alcuni argomenti delicati come quelli inerenti alla produzione militare del nostro Paese. Un problema mai affrontato con compiutezza dai politici di qualsivoglia orientamento e formazione politica è, in particolare, quello dell’impegno pubblico nella produzione e nell’esportazione di armamenti”, sottolinea Caruso. A centro pagina, una grande fotocronaca sul viaggio del Papa in America Latina, che ieri ha fatto registrare un forte appello contro lo sfruttamento dei poveri e un fuoriprogramma molto evocativo: le nozze, celebrate in volo da Francesco, di due assistenti di volo. Un altro commento si interroga sulla decisione britannica di istituire un ministero della Solitudine. Scrive Umberto Folena: “Soli, rinchiusi in un guscio quotidiano sempre uguale fatto dei soliti gesti, la solita minestra, la solita televisione. Finché tutto si spegne. Per quante persone la vita è così, senza scampo? In Gran Bretagna moltissime, se è stata decisa l’istituzione del ‘Ministry for Loneliness’, il ministero per la Solitudine. La solitudine come la sanità, l’istruzione o la difesa nazionali. Qualcosa di cui prendersi cura in modo specifico, con competenze particolari, per la sua vastità. La solitudine fa male, dirà qualcuno, ma che cosa c’entra lo Stato?”. Richiami anche per la controversa missione italiana in Niger, con un’intervista al viceministro degli Esteri Mario Giro; per un’inchiesta su femministe e atteggiamento verso la prostituzione; e per un reportage di Diego Motta dal “fronte” del gasdotto Tap in Puglia.

Giornata della memoria: don Rizzolo (Famiglia Cristiana), “non commettere gli stessi errori del passato”

Thu, 2018-01-18 19:28

“Bisogna ricordare attraverso le scritture e le testimonianze, non soltanto per fare opere memorialistiche, ma perché possiamo affrontare anche il mondo di oggi e la vita di ogni giorno con la speranza di non commettere gli stessi errori del passato”. Lo ha detto don Antonio Rizzolo, direttore di Famiglia Cristiana, durante la presentazione del libro “Siamo qui, siamo vivi – Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah” (edizioni San Paolo), a cura di Roberto Mazzoli, organizzata stasera a Roma, in prossimità della Giornata della memoria. “È importante non dimenticare – ha aggiunto -. Le leggi razziali risalgono a 80 anni fa. Non è un periodo così lontano. Anche oggi c’è il rischio di vivere situazioni di odio come quello che si è diffuso in quel tempo”. Secondo don Rizzolo, intervenuto in rappresentanza dell’editore, “le pubblicazioni sono una traccia che rimane e a cui ciascuno di noi può attingere”. “I testi scritti, le memorie e le riflessioni sono un concreto supporto per la memoria”.

Diocesi: Milano, cosa sanno giovani e adulti sull’Aids. Domani convegno Caritas con risultati di un’indagine in scuole e parrocchie

Thu, 2018-01-18 19:23

Caritas Ambrosiana ha aderito al Progetto nazionale Aids proposto da Caritas Italiana: “All’interno di questo piano volto alla sensibilizzazione, ha incontrato nelle scuole, in parrocchia, nelle comunità oltre 6mila persone nel corso di tre anni”. Attraverso la somministrazione di un questionario “ha potuto misurare – si legge in un comunicato – il grado di conoscenza delle persone sulla malattia, le modalità con le quali si trasmette il virus, i comportamenti a rischio, le condizioni di vita di chi ne è affetto. Le risposte sono state raccolte prima degli incontri e dopo”. I risultati saranno presentati nel corso del convegno “Per non lasciare indietro nessuno” venerdì 19 gennaio dalle ore 14, nelle sede di Caritas Ambrosiana, in via San Bernardino 4 a Milano. Interverranno: il direttore di Caritas Ambrosiana, Luciano Gualzetti, la responsabile Area Aids di Caritas Ambrosiana, Laura Rancilio, Maria Luisa Cosmaro (Lila Milano), Patrizia Farina (Università degli studi di Milano-Bicocca). Seguirà una tavola rotonda con gli operatori che hanno partecipato ai gruppi di lavoro coi giovani e con gli adulti.

Sostenibilità: a Eskilstuna (Svezia) il primo shopping center al mondo dedicato a prodotti usati e riciclati

Thu, 2018-01-18 19:18

Un centro commerciale dove ogni cosa usata può tornare a nuova vita. È la ReTuna Återbruksgalleria nella città svedese di Eskilstuna. Primo shopping center – ha aperto i battenti nell’agosto 2015 – che nei suoi 14 negozi vende solo prodotti riciclati e ospita anche un ristorante e un’area espositiva. A ReTuna i vecchi oggetti tornano a nuova vita attraverso la riparazione e l’upcycling. Il centro commerciale e si trova vicino al centro di riciclaggio Retuna Återvinningscentral ed è gestito dall’azienda municipale Eskilstuna Energi och Miljö (Eem). Semplice il funzionamento: i visitatori possono portare nel deposito del centro commerciale ciò che non usano più: giocattoli, mobili, vestiti, oggetti decorativi e dispositivi elettronici, a condizione che siano stati prodotti in modo organico e sostenibile. Nel deposito, il personale esegue una prima raccolta di ciò che è utilizzabile e ciò che non lo è. Gli articoli vengono poi distribuiti ai negozi del centro commerciale. Il personale di ogni negozio esegue quindi una seconda selezione, in cui sceglie ciò che desidera riparare, convertire, perfezionare e, infine, vendere. In questo modo, i materiali hanno una nuova vita. E l’idea sta funzionando: nel 2016, ReTuna Återbruksgalleria ha venduto 8,1 milioni di corone svedesi di prodotti riciclati, pari a 830mila euro.

Giornata della memoria: Impagliazzo (Sant’Egidio), “non bisogna dimenticare, in un periodo in cui sentiamo qualcuno ancora invocare la difesa della razza bianca”

Thu, 2018-01-18 19:12

“Non bisogna dimenticare, in un periodo in cui sentiamo qualcuno ancora invocare la difesa della razza bianca”. Così il presidente della Comunità di Sant’Egidio e docente di Storia contemporanea all’Università per stranieri di Perugia, Marco Impagliazzo, durante la presentazione del libro “Siamo qui, siamo vivi – Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah” (edizioni San Paolo), a cura di Roberto Mazzoli, organizzata stasera a Roma, in prossimità della Giornata della memoria. “Le leggi razziali del ’38 tagliarono la carne viva della nostra società separando, creando liste e situazioni per cui gli ebrei dovevano rimanere soli davanti alla furia distruttrice, che poi è stata la Shoah, una storia che ha trasformato il volto dell’Europa, spazzando via un intero mondo”, ha affermato. Da Impagliazzo l’invito a “trasmette oggi la conoscenza di questo dramma” e, quindi, a “non dimenticare”. “Questo libro offre un tassello in più che si somma alle parole di tanti ebrei che hanno trovato la forza di parlare – ha aggiunto -. È importante che si possano sentire le voci e gli scritti su questa vicenda che va ancora studiata, perché ha sfigurato la società italiana. La memoria non appartiene a un solo gruppo ma all’intera collettività”.

Parlamento Ue: proteggere i minori nei “divorzi internazionali”. Sono 140mila casi l’anno

Thu, 2018-01-18 19:10

(Strasburgo) Il Parlamento europeo ha approvato oggi, in chiusura di plenaria a Strasburgo, un parere riguardante i “matrimoni internazionali” (coppie di due differenti nazionalità), chiedendo misure severe per tutelare il prevalente interesse dei figli minori. Regole che si rendono necessarie per affrontare l’aumento dei divorzi internazionali (140mila l’anno; le “famiglie internazionali” nell’Ue sono 16 milioni) e dei casi di sottrazione transfrontaliera di minore all’interno dell’Ue. I deputati hanno proposto modifiche alle norme comunitarie vigenti sulla risoluzione delle controversie internazionali in materia di divorzio: il parere è stato trasmesso al Consiglio per una decisione finale. “Pur riconoscendo la qualità delle proposte della Commissione che mirano a migliorare il regolamento in vigore, i deputati – si legge in una nota esplicativa – propongono di rafforzare la tutela dei diritti dei minori durante l’intera procedura di risoluzione delle controversie tra le coppie divorziate. Ciò significherebbe in particolare garantire che il bambino abbia il diritto di esprimere la propria opinione, attraverso una procedura chiara, in cui non vengono esercitate pressioni sul bambino e l’intervistatore è un esperto appositamente formato”.
Se un bambino viene sequestrato in un altro Paese dell’Unione europea da uno dei suoi genitori, i deputati propongono inoltre “che la questione venga affrontata da giudici che esercitano la professione e hanno acquisito esperienza in tale ambito, per garantire la priorità dell’interesse superiore del bambino”. Il relatore Tadeusz Zwiefka, popolare polacco, aveva evidenziato l’importanza della “dimensione infantile”. “Il fanciullo rappresenta l’anello più debole nelle controversie tra genitori e necessita quindi di tutta la protezione che possiamo offrirgli”. Il parere del Parlamento è stato approvato con 562 voti in favore, 16 voti contrari e 43 astensioni. Durante il dibattito è stato precisato che i casi di “rapimento” di minori da parte dei genitori registrati nell’Ue sono circa 1.800 l’anno. Il Parlamento ha un Mediatore per i casi di sottrazione internazionale di minori. Questa funzione è attualmente svolta da Elisabeth Morin-Chartier.

Diocesi: Spoleto, domani mons. Boccardo incontra i giornalisti e presenta bilancio attività Caritas

Thu, 2018-01-18 19:08

Domani, venerdì 19 gennaio, alle ore 11.30, presso il palazzo arcivescovile di Spoleto (Via A. Saffi, 13), l’arcivescovo, mons. Renato Boccardo, incontrerà i giornalisti nella festa di S. Francesco di Sales. Seguirà un aperipranzo. Nell’occasione mons. Boccardo e il direttore della Caritas diocesana, Giorgio Pallucco, presenteranno un bilancio circa le attività della Caritas, sia quelle ordinarie sia quelle straordinarie legate al terremoto del 2016. L’arcivescovo, come sempre, sarà disponibile a rispondere alle domande anche su altre tematiche.

Dire: i titoli e il tg politico

Thu, 2018-01-18 19:03

(DIRE-SIR) – Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire. Anche su www.dire.it e www.agenziadire.com.

Padoan: troppi giovani lasciano l’Italia

I ministri saranno candidati nei collegi dell’uninominale, annuncia il segretario del Pd Matteo Renzi. Per il premier Paolo Gentiloni probabile candidatura a Roma. “Non è il momento di scardinare i pilastri del nostro sistema, dalle pensioni al fisco. Non è il tempo delle cicale”, dice il presidente del Consiglio. Anche Pier Carlo Padoan dovrebbe correre nella Capitale. Il titolare dell’Economia annuncia una svolta nella formazione dei giovani: “In troppi lasciano l’Italia”, dice.

Berlusconi: Salvini lo vedrei bene al Viminale

“Matteo Salvini potrebbe andare bene al ministero dell’Interno”. Silvio Berlusconi immagina il segretario della Lega in un posto chiave del prossimo governo di centrodestra. “Salvini è un centravanti di sfondamento”, dice l’ex Cavaliere. Il Carroccio, intanto, annuncia la candidatura dell’avvocato Giulia Bongiorno, già deputata col Pdl e con An. Lavoro, Calenda alla Embraco: stop licenziamenti Bloccare i licenziamenti di circa 500 lavoratori per valutare una nuova attività produttiva. È la richiesta che il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda ribadisce ai vertici della Embraco, società della multinazionale Whirpool. L’azienda ha annunciato nei giorni scorsi di voler chiudere lo stabilimento di Riva di Chieri, alle porte di Torino. Nasce il gruppo Fs-Anas, 11 miliardi di fatturato Nasce ufficialmente il nuovo gruppo Fs-Anas. Presentato dall’amministratore delegato e direttore generale di Fs Renato Mazzoncini e dal presidente e ad di Anas Gianni Armani, il gruppo ha un fatturato di 11,2 miliardi e ha in programma risparmi per 800 milioni.

Ecco Potere al popolo, torna la Sinistra radicale

“Vogliamo ricostruire un tessuto di lotta che contrasti la povertà, lo sfruttamento e il razzismo. Il nostro obiettivo è molto più ambizioso del 3%”. Ecco Potere al popolo, la lista di sinistra nata da un’iniziativa del centro sociale napoletano Je so’ pazzo, che si candida alle prossime elezioni politiche. Viola Carofalo è la leader e assicura: nessuna alleanza col Movimento 5 stelle, né con Liberi e uguali. Nel simbolo spicca la stella rossa.

Papa Francesco celebra matrimonio in volo

Papa Francesco ha unito in matrimonio un’hostess e uno steward a bordo di un aereo, nel corso di un volo durante la sua visita in Cile. Gli atti sono stati firmati su un normale foglio A4. Si tratta della prima cerimonia nuziale officiata da un Papa in volo, raccontata da padre Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica.

Influenza: Coldiretti, picco stagionale con clima pazzo e temperature di 4,5 gradi superiori alla media

Thu, 2018-01-18 18:55

Un clima pazzo con temperature massime di 4,5 gradi superiori alla media storica hanno segnato la prima decade di gennaio durante la quale la circolazione del virus influenzale sembra abbia raggiunto il picco stagionale. È quanto afferma Coldiretti sulla base dei dati Ucea nel sottolineare che gli sbalzi termici hanno pesanti effetti sui cicli della natura, sull’agricoltura e sull’allevamento ma anche sulla salute dell’uomo. “Siamo di fronte – sostiene Coldiretti – agli effetti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestano con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi, ma intense e il repentino passaggio dal sereno al maltempo. Siccità e bombe d’acqua con forti piogge a carattere alluvionale, ma anche nevicate estreme e picchi di calore anomali si sono alternati nel tempo e lungo tutta la Penisola”. Il 2017 in Italia si è classificato al sesto posto tra gli anni più caldi dal 1800 con una temperatura che è risultata di 1,16 gradi superiore alla media del periodo di riferimento, a conferma delle anomalie climatiche in corso secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Isac Cnr che rilevano le temperature da 217 anni. Ma il 2017 in Italia è stato soprattutto l’anno più secco di sempre con la caduta del 31% di acqua in meno della media che ha provocato la più grave siccità da 217 anni “mentre il 2018 –  conclude Coldiretti – è iniziato con nevicate record e bufere di vento e pioggia di una violenza eccezionale”.

Ministero per la solitudine: Comunità Sant’Egidio, “problema da non sottovalutare”. Servono “reti di protezione” e “alleanze tra generazioni”

Thu, 2018-01-18 18:52

L’istituzione nel Regno Unito di un ministero per la Solitudine (Ministry for Loneliness) “fa emergere uno dei più grandi temi che l’Europa deve affrontare pensando al suo presente, ma soprattutto al suo futuro: l’isolamento sociale che colpisce in modo trasversale giovani e anziani, tanto che Londra ne ha dovuto prenderne atto e considerarlo alla stregua di una malattia per gli effetti che provoca”. È quanto si legge in una nota della Comunità di Sant’Egidio. In Gran Bretagna si calcola che siano 9 milioni le persone che vivono “isolate” e 2 milioni quelle che abitano “sole” (con 200mila anziani che trascorrono settimane senza incontrare nessuno). In Italia, come negli altri Paesi Ue, prosegue la nota, “c’è bisogno di maggiori interventi a tutela di chi è in queste condizioni, a partire dalla popolazione anziana, dato che nel nostro Continente ben il 33% delle famiglie è composto da una sola persona e all’interno di questa categoria gli ultrasessantacinquenni sono circa il 40 %”. La Comunità di Sant’Egidio lancia un appello a non sottovalutare il problema e invita ad affrontarlo creando reti di protezione dal fenomeno dell’isolamento sociale”. Da una rilevazione su un campione di 2412 anziani di Roma, Novara, Genova, Napoli e Catania è emerso che il 6% degli ultrasessantacinquenni non ha nessuno su cui contare in caso di necessità e il 24% pensa di poter contare su qualcuno solo in maniera occasionale. Il programma “Viva gli anziani” di Sant’Egidio dimostra che è possibile intervenire coinvolgendo più soggetti all’interno dei quartieri dove vivono le persone sole, in modo da costituire una trama di relazioni con vicinato, personale medico e sanitario, istituzioni e volontariato. Risultato: una diminuzione del tasso di istituzionalizzazione con effetti positivi sulla salute delle persone. Importante l’alleanza tra generazioni: di qui l’impegno del movimento Giovani per la pace nel vivere e favorire il contatto diretto con gli anziani.

Diocesi: Senigallia, domani sera in cattedrale veglia di preghiera ecumenica con mons. Manenti e reverendi anglicani

Thu, 2018-01-18 17:22

Nella Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), dedicata quest’anno al tema “Potente è la tua mano, Signore”, la cattedrale di Senigallia ospiterà nella serata di domani, venerdì 19 gennaio, una veglia di preghiera, presieduta dal vescovo diocesano, mons. Franco Manenti, e dai reverendi della Chiesa anglicana di Inghilterra, Anders Bergsquit e Jules Cave. “Il legame con i due sacerdoti inglesi – si legge in una nota – è più che consolidato e testimonia la volontà di tenere stretti i legami con le diverse confessioni cristiane. All’appuntamento, con inizio alle 21, sono stati invitati anche cristiani ortodossi ed evangelici. Nel corso della Settimana, ogni sera, fino al 25 gennaio, dalle 19 alle 19.30 è in programma presso la chiesa della Croce un momento di preghiera, animato di volta in volta da gruppi ecclesiali della diocesi.

Settimana unità dei cristiani: a Ginevra nella sede del Consiglio mondiale delle Chiesa la croce di Lund

Thu, 2018-01-18 17:20

La “croce-dipinto” dell’artista salvadoregno Christian Chavarria Ayala, realizzata appositamente per la commemorazione cattolico-luterana del cinquecentenario della Riforma protestante, entra stabilmente nella cappella del Centro ecumenico di Ginevra (Svizzera), dove ha il suo quartier generale il Consiglio mondiale delle chiese (Wcc).

A darne notizia è l’agenzia stampa Nev. Con una celebrazione ecumenica svoltasi questa mattina in occasione dell’apertura della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), la “croce di Lund” ha fatto ingresso nella cappella. Presenti Martin Junge, segretario generale della Federazione luterana mondiale (Flm), Olav Fykse Tveit, segretario generale del Wcc, nonché il card. Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. Quest’ultimo ha tenuto la predicazione insieme alla pastora Kaisamari Hintikka, responsabile delle relazioni ecumeniche per la Flm.

La croce, dai colori vivaci e raffigurante Gesù intento a condividere pane e vino con persone provenienti da tutte le nazioni, può essere considerata l’immagine simbolo della commemorazione che a Lund il 31 ottobre 2016 dette avvio al cinquecentenario della Riforma protestante. A presiedere quella commemorazione furono – su invito dell’arcivescova della Chiesa di Svezia, Antje Jackélen – Martin Junge, Munib Younan, presidente della Flm, e Papa Francesco. L’evento si era concluso con la firma di una dichiarazione congiunta definita “pietra miliare nella storia delle relazioni tra cattolici e luterani e per tutto il movimento ecumenico”.

Territorio: Mipaaf, riconosciute sei aree rurali storiche

Thu, 2018-01-18 17:11

L’Italia ha da oggi altre sei aree rurali storiche. Lo ha comunicato il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. L’Osservatorio nazionale del paesaggio rurale ha infatti iscritto nel Registro nazionale dei paesaggi rurali storici sei nuovi territori importanti e unici dal punto di vista produttivo e ambientale. In questo modo, ad oggi, il Registro include dieci paesaggi e due pratiche agricole, distribuiti dal nord all’estremo sud della Penisola.
I sei territori sono: la Fascia pedemontana olivata fra Assisi e Spoleto, la Piantata veneta, il Paesaggio della Pietra a Secco dell’Isola di Pantelleria, il Parco regionale storico agricolo dell’olivo di Venafro, il paesaggio policolturale di Trequanda, il paesaggio rurale storico di Lamole in Chianti.
“Non c’è Paese in Europa – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina – che abbia un patrimonio di paesaggi rurali così diffuso in tutte le sue Regioni. Le nuove iscrizioni confermano questa ricchezza unica di identità e di capacità degli agricoltori di formare e conservare i luoghi come veri e propri beni comuni. Dai muretti a secco di Pantelleria agli oliveti secolari tra Assisi e Spoleto o quelli storici di Venafro in Molise fino ai terrazzamenti di Lamole. Sono esempi di come ambiente, storia e tradizioni si intreccino in un elemento unificante che è proprio il paesaggio rurale. Rafforzare la valorizzazione di queste aree è un impegno che confermiamo nell’anno nazionale del cibo italiano”.

Cinema: in “Augustine: son of her tears” la vita di sant’Agostino. Il 21 gennaio la presentazione a Roma

Thu, 2018-01-18 17:06

È incentrato sulla vita di sant’Agostino d’Ippona il film “Augustine: son of her tears”, diretto dal regista egiziano Samir Seif. La pellicola è frutto di una produzione interamente nord-africana tra Tunisia e Algeria, Paesi dove il grande filosofo e teologo visse tra il quarto e il quinto secolo. “Il film – sui legge in una nota – sulla traccia delle celebri ‘Confessioni’, mostra sant’Agostino d’Ippona alla continua ricerca di risposte in mezzo a fallimenti e debolezze, fino ad arrivare alla fede in Dio grazie alle incessanti preghiere e lacrime di sua madre santa Monica”. “La vicenda cinematografica – prosegue la nota – si intreccia con la storia di Hedi, un giovane regista di Parigi dei tempi di oggi, che vuole realizzare un documentario proprio su sant’Agostino, una decisione che lo sfida a rivalutare le proprie priorità su Dio, famiglia, amore e verità”. Il film sarà presentato ufficialmente a Roma domenica 21 gennaio dall’Institute for World Evangelisation – Icpe Mission, che ha organizzato una premiere presso l’Auditorium Augustinianum. “Questo film rivela la personalità unica di sant’Agostino, di cui gli abitanti di Algeria e Tunisia sono così fieri”, spiega il card. Prosper Grech, consultore della Congregazione per la dottrina della fede, che interverrà alla premiere a Roma. “L’eccellente produzione – aggiunge – è un invito aperto a continuare la ricerca della verità attraverso un sincero dialogo interreligioso. Agostino divenne uno dei maggiori influencer nello sviluppo del pensiero cristiano occidentale. Possa questo film gettare semi dei santi di domani!”.

Sud Sudan e Congo: card. Turkson, “siamo vicini alla sofferenza del popolo”

Thu, 2018-01-18 17:01

“La non violenza attiva è urgente per costruire la pace in Sud Sudan e Repubblica democratica del Congo”, due nazioni in difficoltà le cui popolazioni “hanno tutto il sostegno della Santa Sede”: lo ha detto oggi pomeriggio il card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, aprendo a Roma la tavola rotonda “Costruire la pace insieme” organizzata alla Pontificia Università Urbaniana dall’Unione dei Superiori generali (Usg) e dall’Unione internazionale dei Superiori generali (Uisg). L’incontro fa seguito alla veglia con Papa Francesco a San Pietro il 23 novembre scorso e vuole sottolineare l’urgenza di costruire la pace in queste due nazioni attraverso il dialogo e azioni di riconciliazione. Il card. Turkson ha espresso vicinanza a tutti  i “costruttori di pace” presenti oggi all’incontro e ha fatto riferimento alle “incredibili e coraggiose azioni non violente” di vescovi, religiosi e laici in Congo e Sud Sudan. Ha poi ricordato che “non c’è sviluppo senza pace” e che “il più grande nemico al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile non è la mancanza di fondi ma la mancanza di pace”. Il card. Turkson ha visitato il Sud Sudan e conosce bene la situazione della Repubblica democratica del Congo: “Siamo vicini al dolore e alla sofferenza di questi due popoli”, ha concluso.

Diocesi: Roma, lunedì 22 gennaio processione seguita dalla veglia di preghiera ecumenica a Sant’Andrea delle Fratte

Thu, 2018-01-18 16:49

Sarà la veglia di preghiera ecumenica di lunedì 22 gennaio il momento centrale della celebrazione a livello diocesano, a Roma, della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si apre oggi. La liturgia, in programma alle 19 nella chiesa di sant’Andrea delle Fratte sarà preceduta da una processione che si snoderà per le vie del centro storico con partenza da piazza di Spagna alle 18.30. Il momento di preghiera sarà presieduto da mons. Gianrico Ruzza, vescovo ausiliare di Roma per il settore Centro e segretario generale del Vicariato, e vedrà la partecipazione dei rappresentanti delle comunità ecclesiali non cattoliche presenti nella Capitale: anglicani, evangelici, ortodossi e appartenenti alle antiche Chiese orientali. “Tra loro – annuncia mons. Marco Gnavi, incaricato dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo, il dialogo interreligioso e i nuovi culti – ci saranno il pastore della Chiesa valdese di Roma, Giuseppe Platone, che succede al pastore Antonio Adamo, e Jens-Martin Kruse, pastore della Chiesa evangelica luterana”. Durante la Settimana di preghiera, il Centro eucaristico ecumenico di Santa Maria in via Lata, in collaborazione con il Centro di cultura mariana, organizza nella basilica di via del Corso 306 alcune messe nei riti cattolici orientali con la partecipazione dei Collegi pontifici di Roma. Le celebrazioni sono in programma tutte alle 20, da stasera fino al 25 gennaio. Domenica 21 sarà l’arcivescovo Angelo De Donatis, vicario del Santo Padre per la diocesi di Roma, a presiedere la messa in rito romano. Anche la Comunità di Sant’Egidio, tutte le sere nella basilica di Santa Maria in Trastevere, propone un appuntamento per la riflessione, in particolare venerdì 19 con il pastore della Chiesa valdese Paolo Ricca. Lo stesso giorno, alle 17, a San Giuseppe al Trionfale, mons. Giovanni Cereti guiderà un incontro su “Esperienze personali nel dialogo ecumenico”. La Settimana sarà chiusa da Papa Francesco giovedì 25 gennaio, alle 17.30, con la celebrazione dei vespri nella basilica di San Paolo fuori le Mura.

Commissione Ue: Juncker avvia la “task force su sussidiarietà e proporzionalità”

Thu, 2018-01-18 16:38

(Bruxelles) Comincerà a lavorare entro la fine del mese la “task force su sussidiarietà e proporzionalità” voluta dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker che oggi ha nominato 6 dei suoi membri. Sarà presieduta dal vice presidente della Commissione Frans Timmermans ed entro il 15 luglio 2018 dovrà preparare una relazione al presidente. “La Commissione europea deve essere grande sulle grandi cose e agire solo dove può ottenere risultati migliori rispetto agli Stati membri che agiscono da soli”, ha ricordato Junker oggi. “La nuova task force sulla sussidiarietà e proporzionalità ci aiuterà a decidere quali poteri possono essere meglio esercitati a livello nazionale o locale e a rispondere meglio alle attese dei cittadini che ci chiedono di prenderci cura delle preoccupazioni davvero importanti per loro”. Questo filone di lavoro era stato annunciato nel marzo scorso con il Libro bianco sul futuro dell’Europa, là dove si parlava di 5 scenari e nello specifico della necessità per l’Ue di “fare meno in modo più efficiente”, concentrandosi cioè su determinati settori politici, come la protezione delle frontiere esterne o la difesa comune, “delegando o restituendo” agli Stati membri altri ambiti come ad esempio lo sviluppo regionale. Secondo Frans Timmermans la task force “esplorerà i modi in cui l’Ue può realmente aggiungere valore con più efficienza, ma anche consentire agli Stati membri di fare da soli tutto ciò che possono fare meglio”.

Concerti in luoghi di sofferenza: anche a Teramo il progetto “La musica incontra… il sacro, l’arte, la solidarietà”

Thu, 2018-01-18 16:31

Musica e solidarietà con una serie di concerti in giro per l’Italia. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 27 gennaio, alle 19, con gli ospiti della casa famiglia “Madre Ester”. La Green Symphony Orchestra, diretta dal maestro Jan Milosz Zarzycki, si esibirà per loro in un concerto, nell’aula magna del Centro studi sociali “Don Silvio De Annuntiis”, a Scerne di Pineto, in provincia di Teramo. Saranno eseguite e interpretate, per l’occasione, musiche di Nodari, De Santis, Grieg, Elgar, Rodgers-Hart e Churchill-Morey. L’iniziativa, a ingresso libero, rientra nel progetto nazionale “La musica incontra… il sacro, l’arte, la solidarietà”, che coinvolge anche la Corelli Chamber Orchestra e l’Alma Pasion Orchestra e prevede concerti in luoghi d’arte e di sofferenza. A renderlo possibile è la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo. Tredici gli appuntamenti in programma in diversi luoghi. Tra questi, la Reggia di Caserta, il Pantheon e l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, a Roma. E poi, ancora, la basilica San Bartolomeo degli Armeni, a Genova, e la Reggia di Capodimonte, a Napoli.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie