Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 8 hours 38 min ago

Avvenire: la prima pagina di domani 25 maggio. Trump in Vaticano, card. Bassetti nuovo presidente Cei, strage di Manchester, strage al largo della Libia

Wed, 2017-05-24 19:29

“Avvenire” dedica il suo titolo principale alla visita del presidente americano Trump in Vaticano, nel segno degli auspici di pace. L’editoriale è affidato a Stefania Falasca. La vaticanista di “Avvenire” parla di una “porta che si è aperta”, nello stile tipico di Papa Francesco.
A centro pagina, una grande foto del nuovo presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti, nominato dal Pontefice fra i tre nomi proposti dall’Assemblea dei vescovi italiani.
Un titolo di rilievo per la strage di Manchester, con la caccia alla cellula che sarebbe dietro all’attentato compiuto al concerto di Ariana Grande. Il commento è dello scrittore Ferdinando Camon: “ll terrorismo punta ancora più apertamente sulle bambine e sui bambini – argomenta Camon – . Nel corso della storia ha puntato sullo zar, sul re, sull’imperatore, sul figlio dell’imperatore. Erano società verticali, il potere stava in alto: colpendo in alto, lo scardinavi. Tutto chiaro. Ma con l’avvento delle democrazie, tutto si complica: qual è il punto da colpire, qual è la vittima più rappresentativa, più delicata, sulla quale il popolo è più sensibile?”. Spazio anche per un’ulteriore strage del mare: il naufragio al largo della Libia ha provocato una trentina di vittime, con forse una decina i minori annegati.
Tra i temi di “Avvenire”, un’inchiesta sull’integrazione nelle periferie di Diego Motta e un commento sulla giornata dell’Africa di Giulio Albanese. Richiami per l’inserto settimanale “èVita”, che denuncia gli eccessi della medicina riproduttiva all’interno dei nuclei familiari, e “Popotus”, il giornale dei più piccoli.

Card. Bassetti: mons. Fontana (Arezzo), “la nostra Chiesa si stringe attorno a lui in un grande, affettuoso abbraccio”

Wed, 2017-05-24 19:21

“Siamo davvero felici e soddisfatti per la nomina del cardinal Bassetti, del nostro cardinal Bassetti, alla presidenza della Conferenza episcopale italiana, e tutta la Chiesa aretina-cortonese-biturgense si stringe attorno a lui in un grande, affettuoso abbraccio”: così ha commentato a caldo l’arcivescovo Riccardo Fontana questa mattina, pochi minuti dopo che il cardinal Angelo Bagnasco aveva annunciato la sua nomina da parte del Papa. Lo ricorda una nota appena diffusa dall’arcidiocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. L’arcivescovo Fontana, in questi giorni a Roma assieme ai vescovi italiani, fin da ieri – appena reso noto il risultato della terna dei tre vescovi da proporre a papa Francesco per la nomina del successore del cardinal Bagnasco alla guida dei vescovi italiani – aveva espresso il suo profondo compiacimento per il risultato e l’auspicio “che il cardinal Bassetti venisse scelto dal Papa”.

“Oggi, pochi minuti dopo le 10, al termine della S. Messa in san Pietro – ricorda la nota -, quell’auspicio è diventato realtà e il cardinale di Perugia-Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, guiderà i vescovi italiani per i prossimi cinque anni e, assieme alla Chiesa italiana, la Chiesa di Arezzo-Cortona-Sansepolcro è in festa per la nomina di colui che è stato suo pastore per dieci anni, dal 21 novembre 1998 al 16 luglio 2009”.

Bassetti fece, difatti, il suo ingresso ufficiale in diocesi il 6 febbraio 1999, all’inizio della novena della Madonna del Conforto e il vescovo Riccardo, questa mattina ricordando il suo primo incontro con la Chiesa aretina, lo ha invitato ad Arezzo per la celebrazione della Madonna del Conforto il prossimo 15 febbraio, giorno in cui verrà ufficialmente aperto anche il Sinodo diocesano. “Il card. Bassetti ha risposto con gioia all’invito”, conclude la nota.

Ecumenismo: Padova, nasce ufficialmente domani il Consiglio delle Chiese cristiane

Wed, 2017-05-24 19:20

Nasce ufficialmente domani, giovedì 25 maggio, con la firma dello Statuto, il Consiglio delle Chiese cristiane di Padova. L’appuntamento è alle ore 19 nella cappella universitaria San Massimo di Padova, con un momento di preghiera cui seguirà la sottoscrizione dello Statuto del Consiglio delle Chiese cristiane di Padova, che sarà firmato da don Giovanni Brusegan (Chiesa cattolica romana – diocesi di Padova); pastore Bernd Prigge (Chiesa evangelica luterana, Venezia – Abano Terme); pastora Ulrike Jourdan (Chiesa evangelica metodista, Padova); archimandrita Evangelos Yfantidis (Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e di Malta); padre Liviu Verzea (Chiesa ortodossa rumena, Padova).

Questo atto dà una forma più strutturata a un cammino, una collaborazione e uno stile di dialogo e fraternità che già da decenni sono vissuti tra le diverse comunità cristiane appartenenti a chiese differenti. “Il Consiglio delle Chiese cristiane di Padova – si legge in una nota – è un organismo che consente di rappresentare tutte insieme queste diverse forme di cristiani presenti nel medesimo territorio. Lo statuto è un breve testo che chiarisce la fede comune professata, le finalità e il funzionamento del Consiglio, che ha uno scopo pastorale, finalizzato alla testimonianza comune del Vangelo e alla collaborazione, ma anche ad altre attività, per esempio: il sostegno di iniziative e attività ecumeniche, la ricerca di risposte comuni a problemi e sfide che interpellano la fede cristiana; l’attenzione alla corretta informazione sulle chiese; la promozione dei rapporti con la comunità ebraica; il dialogo interreligioso in ordine alla pace e al bene comune; la promozione dell’integrazione contro ogni forma di razzismo e discriminazione…”. Il Consiglio delle Chiese Cristiane è un organismo presente in molte città italiane, costituito come impegno ecumenico da parte di diversi cristiani.

Cina: al Simposio di AsiaNews una fotografia in chiaroscuro della rinascita religiosa

Wed, 2017-05-24 19:20

“La Cina è attraversata da una impressionante rinascita religiosa” che include non solo “un revival e una re-invenzione di molte forme tradizionali della religione cinese”, ma riguarda anche le chiese cristiane. Lo ha sottolineato Richard Madsen, docente di sociologia delle religioni alla San Diego University in California, rilevando che “negli ultimi 30 anni sono stati costruiti o ricostruiti letteralmente milioni di templi alle divinità locali; molti pellegrini corrono a restaurare templi buddisti e santuari taoisti; e diverse forme di cristianesimo crescono in modo esplosivo”. “Tutto ciò – ha evidenziato nell’intervento al Simposio di AsiaNews – è ancora più sorprendente perché durante l’era di Mao Zedong i leader cinesi hanno cercato di sopprimere tutte le forme di pratica religiosa e, durante la Rivoluzione culturale, hanno cercato di cancellare la religione dalla faccia della Cina. Ma dal 1979, quando Deng Xiaoping ha inaugurato un’era di ‘Riforma e di Porte aperte’, che ha aperto uno spazio limitato per la pratica religiosa, religioni di tutti i tipi hanno cominciato a crescere e svilupparsi in modo rapido attraverso la Cina, superando di molto i limiti imposti ad esse”. “I genitori – ha spiegato – iscrivono i loro figli alle scuole confuciane perché apprendano lezioni morali dai classici. E la domanda di integrità morale porta molta gente anche nelle Chiese cristiane”. Madsen ha tuttavia messo in luce anche il lato negativo dell’attuale situazione dal momento che contemporaneamente sembra affermarsi “un miscuglio di valori tradizionali omogenizzati e di ideologia marxista, sotto il controllo di uno Stato unitario” e il regime “vuole che il cristianesimo si ‘sinicizzi’ in questa cultura rigidamente unificata”.

Al Simposio di AsiaNews organizzato in occasione della Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina è stato presentato “Sfide passate e presenti”, un libro di padre Sergio Ticozzi che racconta, ha sottolineato il missionario Gianni Criveller, “150 anni di vicende esaltanti, dolorose e complesse vissute dai 263 missionari del Pime in terra cinese, in cui non è compresa Hong Kong”.

Card. Bassetti: Gambino (Scienza & Vita), “certi di trovare nel suo cuore di pastore incoraggiamento, sostegno e consiglio”

Wed, 2017-05-24 19:18

L’Associazione Scienza & Vita saluta “con gioia e gratitudine” la nomina, da parte di Papa Francesco, del nuovo presidente della Conferenza episcopale italiana, il xardinal Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve.
“Fin da subito, Scienza & Vita desidera assicurare al nuovo presidente della Cei piena disponibilità e pronta collaborazione, in particolare sui temi e sulle questioni pertinenti alle finalità specifiche dell’Associazione – dichiara Alberto Gambino, presidente nazionale -, nella certezza di trovare nel cuore di pastore del cardinal Bassetti incoraggiamento, sostegno e consiglio”. “Al tempo stesso – prosegue Gambino – Scienza & Vita vuole esprimere la sua sincera gratitudine al card. Angelo Bagnasco, per la vicinanza e l’attenzione donate alla nostra Associazione durante i dieci anni del suo mandato, e riconfermargli fraterna amicizia e cordiale vicinanza”.

Card. Bassetti: Tv200 e inBlu Radio, “piena collaborazione e disponibilità”

Wed, 2017-05-24 19:17

Tv2000 e inBlu Radio esprimono “le più sentite congratulazioni e l’augurio di un buon lavoro” al nuovo presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti. “Assicurando la piena collaborazione e disponibilità le due emittenti della Cei rinnovano l’impegno e il contributo alla missione che impegnerà nei prossimi anni il neo presidente e l’intera Chiesa Cattolica – si legge in una nota -. Consapevoli dell’importante ruolo dei mezzi di comunicazione Tv2000 e inBlu Radio continueranno a lavorare al servizio della Chiesa e dell’intera società civile non dimenticando la grande responsabilità nei confronti della gente, degli ultimi e di tutti coloro che ogni giorno con fiducia e devozione seguono le nostre emittenti”. Tv2000 e InBlu Radio ringraziano inoltre il cardinale Angelo Bagnasco per la sincera e assidua attenzione dimostrata in questi ultimi anni.

Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina: p. Cervellera, “lavorare per la riconciliazione”

Wed, 2017-05-24 19:12

Occorre “impegnarsi nella riconciliazione e nell’amore reciproco fra i cristiani e affrontare insieme il compito di evangelizzare questa Cina così potente, ma anche così fragile”. A ricordare la necessità di “condividere la situazione dei nostri fratelli e sorelle in Cina” è stato padre Bernardo Cervellera, direttore di AsiaNews, l’agenzia del Pontificio Istituto Missioni Estere, che ha organizzato il suo simposio proprio in occasione della Giornata di Preghiera per la Chiesa in Cina indetta dieci anni fa da Benedetto XVI con la Lettera ai fedeli cinesi. “Forse non sono così importanti gli accordi e i rapporti diplomatici”, ha commentato il religioso sottolineando che gli accordi andrebbero “cercati e stilati per aiutare la libertà religiosa e l’evangelizzazione della Chiesa” e non rappresentare “un punto di arrivo, ma vuoto”. “Personalmente – ha affermato – non credo che ci possa essere alcun passo della Cina prima del Congresso del Partito che verrà celebrato a ottobre prossimo. Questi legami col Vaticano sono qualcosa che divide il Partito e i quadri non vogliono presentarsi divisi al Congresso”. Ma, ha rilevato il religioso, “mentre noi cattolici discutiamo di accordi e rapporti diplomatici, la Chiesa in Cina ha bisogno di vescovi, di professori nei seminari, di testi, di formazione, di aiuti, di testimoni”. “Tutto questo fluire vitale, doloroso e grande, sembra smarrito perché tutti pensano e parlano dei rapporti che ‘metteranno a posto tutto’, diventando indifferenti alla sorte dei cinesi nella vita quotidiana”, ha denunciato padre Cervellera, per il quale invece è necessario “pregare e lavorare per la riconciliazione, testimoniando amore e accoglienza per queste comunità tutte a loro modo ferite, ufficiali e sotterranei: gli uni perché costretti a mangiare il buon riso con la sabbia, la verità con la menzogna, e spesso costretti a dire che è buono; gli altri perché emarginati e a rischio sempre di essere imprigionati o uccisi”.

Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina: mons. Savio Hon, “grigio pragmatismo grande minaccia per la fede”

Wed, 2017-05-24 19:09

“Un grigio pragmatismo è cresciuto insieme con la riforma economica in Cina” diventando “una grande minaccia per la fede”. E continuerà a crescere nei prossimi anni quando “sulla via della seta confluiranno molti soldi e commerci”. Lo ha affermato mons. Savio Hon Tai Fai, segretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, intervenendo al simposio di AsiaNews, organizzato dal Pontificio Istituto Missioni Estere in occasione della Giornata di preghiera per la Chiesa in Cina.
Nel 2007 Benedetto XVI, nella sua Lettera indirizzata alla Chiesa in Cina, ha ricordato l’arcivescovo salesiano, “offrì alcuni punti illuminanti per chiarire delle ambiguità, dicendo che il ruolo significativo di organismi, che sono stati imposti come principali responsabili della vita della comunità cattolica, è inconciliabile con la dottrina della Chiesa, in quanto tali organismi con finalità dichiarata decidono di attuare i principi di indipendenza e autonomia, autogestione e amministrazione democratica della Chiesa”. Ma a dieci anni di distanza “questi punti vengono eclissati dal grigio pragmatismo”.
Il segretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli ha poi reso omaggio ai “molti missionari arrivati in Cina, tra cui uno dei gruppi più significativi è quello dei missionari di Pime”. “Hanno versato – ha concluso – sangue e sudore per rendere fertile la terra in cui si diffondono i semi del Vangelo. Nei periodi difficili ci sono sempre stati grandi esempi di testimonianza, qualche volta fino al martirio di sangue”.

Riforme protestante: Firenze, da domani il convegno “Le arti e l’ecumenismo”. Prosegue la mostra “Spirito Creatore”

Wed, 2017-05-24 19:07

In occasione del V centenario della Riforma protestante, l’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze e il “Mount Tabor ecumenical centre for art and spirituality” di Barga (Lu) organizzano due eventi sul tema “Può essere l’arte sacra motivo unificante tra cattolici e protestanti?”. Il passaggio di Lutero a Firenze nel 1510, sarà il tema dell’intervento di Timothy Verdon che apre a Firenze il convegno internazionale “Le arti e l’ecumenismo”, che prenderà il via domani, giovedì 25 maggio, alle ore 16.30, presso l’Ospedale degli Innocenti di Firenze. Il giorno successivo, al Centro “Arte e cultura” dell’Opera di Santa Maria del Fiore, dalle 9.30, Verdon e altri relatori parleranno della concezione cattolica dell’arte, dalla pittura bizantina alla ‘rivoluzione realista’ di Arnolfo di Cambio e Giotto, al Rinascimento e all’epoca contemporanea. Il convegno proseguirà sabato 27 maggio a Barga. La mostra “Spirito Creatore”, “presenta – si legge in una nota – un’installazione realizzata dagli artisti Filippo Rossi (cattolico e italiano) e Susan Kanaga (protestante e americana), che allude all’origine di ogni creatività umana in Dio e nel suo Spirito Creatore”. L’opera allestita nello spazio mostre temporanee del Museo dell’Opera del Duomo, a Firenze, rimarrà visibile al pubblico fino a domenica 11 giugno, con apertura dalle 14 alle 19. “Se parliamo di dottrine – spiega Timothy Verdon, curatore della mostra e del convegno – i protestanti e cattolici restano separati”. “Allora perché non unirli intorno alla bellezza, per dare loro un’esperienza di comunione mediante l’arte”, prosegue, rilevando che “nella ricerca condivisa di forme e colori in cui esprimere l’ineffabile, potranno imparare a vivere, credere, pregare e gioire insieme”.

Card. Bassetti: Ucai San Miniato, “gioia per la nomina”

Wed, 2017-05-24 19:07

L’Ucai San Miniato partecipa con “gioia” alla nomina del card. Gualtiero Bassetti a presidente della Conferenza episcopale italiana da parte di Papa Francesco. “Gli esempi che il card. Bassetti ci ha posto dinanzi, nelle sue esperienze pastorali a Massa Marittima-Piombino, Arezzo-Cortona-Sansepolcro e Perugia-Città della Pieve, al servizio della persona e nella ricerca del volto di Cristo in quello dei fratelli, invitano i membri Ucai ad andare avanti nella valorizzazione della persona umana; una ‘missione’ che attraverso l’appartenza all’associazione laicale nazionale fondata nel 1945, i pittori, gli scrittori, i musicisti, e gli architetti cercano di svolgere attraverso la parola e il linguaggio universale delle arti”.
“Ci piace ricordare la ‘poesia’ fatta di bellezza e stretta attualità delle meditazioni preparate dal card. Bassetti per la Via Crucis al Colosseo del 2016 dove definisce crocifissi della storia chi arriva in Europa sui barconi, coloro che pensano di non avere più dignità perché hanno perso il lavoro, coloro che soffrono per una famiglia spezzata. Ma che, come per Gesù nell’incontro con il Cireneo, la ‘Misericordia è presente nella storia degli esseri umani'”. “Le riflessioni alla via Crucis al Colosseo, insieme ad altre – ricorda l’Ucai di San Miniato -, furono lo stimolo per quaranta pittori, nell’anno giubilare, per la realizzazione delle opere per il Calendario dell’Avvento che nello scorso Natale trovò esposizione sulle finestre del seminario di San Miniato portando a raggiungere la consapevolezza che le doti artistiche sono un dono della misericordia del Padre ed esprimono il loro rapporto con Dio attraverso l’arte che diventa preghiera”.

Diocesi: Rieti, il 4 giugno la 13ª edizione di “Cammina con noi”

Wed, 2017-05-24 18:16

Dal santuario di Poggio Bustone alla riserva naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile: è su questo percorso, lungo 11 km, che si snoderà, il 4 giugno, la 13ª edizione di “Cammina con noi”, camminata promossa dalla diocesi di Rieti, con il comune di Rieti, con il Movimento cristiano lavoratori, con la Moschea della pace di Rieti, con la Sesta Opera San Fedele Rieti, con la Pia Unione Sant’Antonio di Padova, con il Club Alpino Italiano di Rieti, con Rieti Meeting Atletica, con la riserva naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, con Asm Rieti. Il percorso è parte del Cammino di Francesco, percorribile a piedi, in mountain bike, a cavallo, guardando dall’alto la Valle Santa Reatina. Tutti, spiegano gli organizzatori, possono partecipare a questo cammino naturalistico, culturale, spirituale, credenti, non credenti, credenti in religioni diverse, bambini ed anziani. La partecipazione è libera. Per informazioni: info@fondazionecamminodifrancesco.it – nazzareno.figorilli@mclrieti.it. Tel. 335.6294606. La partecipazione è gratuita.

Naufragio a largo della Libia: mons. Perego (Migrantes), “difendere e salvare la vita sia preoccupazione al centro della politica europea”

Wed, 2017-05-24 18:07

“Ancora morti nel Mediterraneo, soprattutto bambini. Nello stesso giorno sono stati uniti nel ricordo e nella preghiera i ragazzi uccisi nell’attentato di Manchester e i bambini trafficati e morti al largo della Libia”. A dirlo è il direttore generale della Fondazione Migrantes, mons. Gian Carlo Perego, dopo l’ennesimo naufragio che ha causato diversi morti. Finora sono stati recuperati 31 cadaveri che viaggiavano su un barcone con a bordo circa 500 migranti diretto versole nostre coste. “Le vittime di entrambe le stragi sono nostri figli e fratelli. Difendere e salvare la vita – afferma il presule -, soprattutto dei ragazzi e dei giovani, deve rimanere la preoccupazione al centro della politica europea. Se la sicurezza deve interessare tutti, oggi forse dobbiamo scegliere la pace come condizione fondamentale di sicurezza, corridoi umanitari per la sicurezza dei richiedenti protezione internazionale, cooperazione e sviluppo per difendere la libertà di non partire e di vivere nella propria terra. Ogni semplice chiusura, ogni condanna senza impegno – conclude mons. Perego – rischia di aggravare la situazione”.

Migrazioni: Ugci (giuristi cattolici), a Trani un convegno sul fenomeno migratorio

Wed, 2017-05-24 18:04

Sabato 27 maggio, alle ore 9,30 a Trani, presso l’Auditorium “San Luigi”, si terrà il convegno organizzato dall’Unione giuristi cattolici dal titolo: “Il fenomeno migratorio dall’Africa e dall’Oriente verso l’Europa. Problematiche giuridiche e culturali”. L’evento è condiviso e patrocinato dall’arcidiocesi di Trani, del locale Ordine degli avvocati, dal Meic sezione di Bisceglie “G. Luzzati e A. Giannetto” e dalla sezione diocesana dell’Ucid. Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione del Presidente dell’Ugci Trani, Salvatore Paracampo, relazionerà Mattia
Francesco Ferrero, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel corso del convegno sono previsti gli interventi di Fabiola Papagni del Meic di Bisceglie e di Camara Bakary Kante, che parlerà della sua esperienza, del viaggio di speranza, dei motivi che lo hanno spinto a lasciare il suo Paese.

Diocesi: Trento, venerdì prima visione del film di Ermanno Olmi sul card. Martini

Wed, 2017-05-24 17:58

Venerdì 26 maggio a Trento (teatro san Marco, via s. Bernardino 6 – ore 20.30)  viene presentato, in prima visione per il capoluogo, l’ultimo film di Ermanno Olmi “Vedete, sono uno di voi”, dedicato al card. Carlo Maria Martini, già arcivescovo di Milano, scomparso nel 2012. La proposta cinematografica è dell’Ufficio diocesano comunicazioni e della sezione regionale dell’Ucsi, in vista della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, in calendario domenica prossima, 28 maggio, sul tema “Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. “L’esperienza di vita del vescovo gesuita – spiegano gli organizzatori – offre gli ‘occhiali’ di cui parla il Papa nel messaggio per la Giornata, per rileggere la storia civile italiana e guardare avanti”. Alla proiezione sarà presente anche l’arcivescovo di Trento mons. Lauro Tisi.

Salute: Roma, presentata l’app “Sos bimbi”

Wed, 2017-05-24 17:56

Da oggi, mercoledì 24 maggio, è disponibile “Sos bimbi”, la nuova e innovativa app per il primo soccorso infantile promossa e ideata dalla Fondazione onlus “Parole di Lulù” che per lo sviluppo tecnologico del prodotto si è affidata ad A-Tono Onlus. L’app nasce dalla volontà di fornire uno strumento utile ai genitori, con la doverosa premessa che un’applicazione non può sostituire il medico pediatra. “Sos bimbi” è stata presentata questa mattina presso il Ministero della Salute che ha patrocinato l’evento. L’arcobaleno del logo che caratterizza l’interfaccia è familiare e si presenta con una lista di sezioni di colori diversi che guidano l’utente nella navigazione, in base alle proprie esigenze. L’applicazione è disponibile gratuitamente su tutti i dispositivi Android e iOS. I contenuti scientifici sono stati redatti dai medici dell’Ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma, del “Policlinico Agostino Gemelli” di Roma e dell’Ospedale “U.O.” di Pediatria di Modica, provincia di Ragusa. La supervisione degli stessi è stata curata interamente dalla Società italiana di pediatria (Sip).

Per Alberto Villani, presidente della Sip, “il merito di Shirin Amini e degli altri protagonisti dell’iniziativa è portare l’attenzione alle esigenze vere delle famiglie. Alimentazione, primo soccorso e vaccini. Questi i temi al centro della app che ho ritenuto fondamentali”. “Siamo felici di poter accompagnare questa nuova iniziativa della Fondazione Parole di Lulù onlus, alla quale siamo legati da un profondo rapporto di affetto, stima, amicizia e gratitudine – ha detto la presidente dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Mariella Enoc -. L’app ‘Sos bimbi’ nasce da un’esigenza reale, l’esigenza dei genitori di essere informati: non sostituisce certamente il medico pediatra, ma è un valido strumento di supporto in caso di bisogno. ‘Sos bimbi’ è l’ennesimo esempio di come l’associazionismo possa essere una risorsa concreta e preziosa, un ponte tra le famiglie e le istituzioni. Come Ospedale, infatti, sappiamo bene quanto una corretta e diffusa informazione sanitaria rivolta alle famiglie costituisca la premessa fondamentale per assicurare la salute dei bambini”.

Card. Bassetti: Alleanza Cattolica, “un arricchimento per l’intera comunità nazionale”

Wed, 2017-05-24 17:46

“Auguri di ottimo lavoro” sono stati espressi da Alleanza Cattolica, associazione ecclesiale di laici che studiano e diffondono la Dottrina sociale della Chiesa al cardinale Gualtiero Bassetti, neo presidente della Conferenza episcopale italiana. In una nota l’Associazione “ringrazia il cardinale Angelo Bagnasco per i dieci anni trascorsi alla sua guida, in particolare per la sua azione a difesa della vita e della famiglia”. Alleanza cattolica “esprime la certezza che la lunga e proficua esperienza pastorale del nuovo presidente della Cei costituirà un arricchimento per l’intera comunità nazionale, indirizzando i cattolici italiani ad affrontare con il suo insegnamento e con la sua guida le impegnative sfide antropologiche e sociali all’ordine del giorno”.

Papa Francesco: al termine dell’udienza generale il saluto ai sindaci del pinerolese. Per il vescovo Debernardi è stato “un bel momento, carico di emozione”

Wed, 2017-05-24 17:43

Al termine dell’udienza generale di questa mattina in piazza san Pietro, Papa Francesco si è fermato a salutare e a stringere la mano ai sindaci dei Comuni del pinerolese accompagnati dal vescovo diocesano, monsignor Pier Giorgio Debernardi. È stato “un bel momento, carico di emozione”, ha commentato il vescovo di Pinerolo, aggiungendo che il Papa rivolgendosi agli amministratori locali “ha detto loro che quello del sindaco è un servizio difficile che va vissuto come servizio e impegno verso gli altri”. Secondo quanto riporta il sito del periodico “Vita diocesana pinerolese” i sindaci “hanno donato prodotti tipici del territorio” al Papa, a cui “è stata anche consegnata una lettera per illustrare la situazione economica e sociale di Pinerolo e delle valli”. Dopo l’udienza il gruppo il gruppo ha pranzato in Santa Marta e poi, guidato da monsignor Debernardi, ha visitato i giardini vaticani e la Cappella Sistina. Con il gruppo di sindaci era presente anche il responsabile della Pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Pinerolo, Giancarlo Chiapello.

Diocesi: Roma, tra il 27 e il 28 maggio la “Notte Sacra” con musiche di Branduardi, Fresu e Frisina

Wed, 2017-05-24 17:43

È tutto pronto per la “Notte Sacra” di Roma che, promossa dalla diocesi con la collaborazione dell’Opera romana pellegrinaggi, prenderà il via alle 18.30 di sabato 27 maggio fino alle 9 circa di domenica 28. “Una notte di speranza e di profezia che si concretizzerà anche nell’attenzione verso gli scartati che sono una parte viva e vera della comunità”, annuncia il vescovo Gianrico Ruzza, ausiliare per il settore Centro della diocesi di Roma. Una notte di incontro, preghiera e musica in un immaginario percorso di otto eventi sul filo conduttore della gioia, introdotti da Francesca Fialdini e Sebastiano Somma che prevedono, tra l’altro, la musica di Angelo Branduardi e il jazz di Paolo Fresu, nei luoghi in cui hanno vissuto e operato santi come Filippo Neri, Ignazio di Loyola, Caterina da Siena e Luigi Gonzaga. Filo conduttore la gioia: non casuale la scelta del 27 maggio, giorno successivo alla festa di san Filippo Neri, santo della gioia, che quest’anno cade alla vigilia della solennità dell’Ascensione. Il progetto si realizza anche grazie alla sinergia artistica che dal 2007 unisce mons. Marco Frisina al compositore Marcello Bronzetti nella realizzazione, insieme alla violinista Tina Vasaturo, della Notte Sacra di Cortona.

La “Notte sacra” si aprirà alle 18.30 con la recita dei vespri solenni della vigilia dell’Ascensione nella basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini, animati dalla Cappella musicale di Santa Maria in Campitelli. Sempre nella chiesa di via degli Acciaioli, alle 20, si terrà il concerto di Angelo Branduardi. Alle 21.45 nella basilica di Sant’Andrea della Valle si svolgerà un incontro con padre Maurizio Botta e a seguire il Coro della diocesi di Roma e l’Orchestra Fideles et Amati, diretti da mons. Frisina, eseguiranno l’oratorio sacro “Paradiso, Paradiso”, ispirato alla vita di san Filippo Neri. All’una nella chiesa di Sant’Ignazio di Loyola ci sarà il concerto “Altissima luce. Il Laudario di Cortona” reinterpretato in chiave jazz. Si proseguirà alle 2.30 con il coro gospel Soul Singers, nel Palazzo Maffei Marescotti (Palazzo del Vicariato Vecchio), dove l’attore Sebastiano Somma leggerà testi dell’Evangelii gaudium. Alle 4, nella chiesa delle Stimmate a largo Argentina, è in programma un incontro con il direttore del Servizio diocesano per le vocazioni, don Fabio Rosini. Quindi alle 5.30, nella basilica di Santa Maria sopra Minerva, è previsto il concerto “Musica sacra in un Minuscolo Spazio Vocale” e alle 6.30 l’attrice Maddalena Crippa leggerà gli scritti di santa Caterina da Siena. La lunga notte di preghiera si concluderà alle 8 con la recita delle lodi e la Messa presieduta dal vescovo Ruzza nella chiesa del Gesù. Inoltre, sempre alle Stimmate, sarà possibile fermarsi per l’adorazione eucaristica dalle 20 alle 4, mentre a Santa Maria in Vallicella sarà possibile confessarsi dalle 20 alle 24.

Card. Bassetti: Mineo (Ceis), “un autentico pastore”. Per noi “un vero papà oltre che un amico prezioso”

Wed, 2017-05-24 17:39

“Il card. Bassetti che per tanti di noi è semplicemente don Gualtiero è un grande amico del Ceis. È di casa nella nostra comunità di Città della Pieve che si trova nella sua arcidiocesi”. È il commento di Roberto Mineo, presidente del Centro italiano di solidarietà don Mario Picchi, alla nomina del card. Gualtiero Bassetti alla presidenza della Conferenza episcopale italiana. “Sono molto felice che i vescovi della Penisola e il Papa abbiamo scelto un autentico pastore. In questi primi cinque anni di vita del Ceis di Città della Pieve, la più grande comunità in Europa, il card. Bassetti ci è stato sempre molto vicino. Spesso è venuto in comunità per trovare i nostri ragazzi. Li ascolta senza fretta e ha sempre per loro una parola paterna. L’ultima volta che li ha incontrati è stato il giorno di Pasqua, il 16 aprile scorso, fermandosi a fare i selfie con ciascuno di loro. Al Ceis don Gualtiero è un vero papà oltre che un amico prezioso”.

Convegno Camillianum: Zak (Pul), “rivalutazione di Lutero pone domande importanti all’interno della Chiesa cattolica”

Wed, 2017-05-24 17:31

Una “evidente rivalutazione di Lutero pone domande importanti all’interno della Chiesa cattolica”. Lo ha affermato Lubomir Žak, titolare della cattedra di introduzione alla Teologia e Storia della teologia presso la Pontificia Università Lateranense, nel suo intervento al Convegno ecumenico “Nella malattia e nella sofferenza le Chiese sono più vicine (a 500 anni dalla riforma di Lutero)”, in corso all’Istituto internazionale di Teologia pastorale sanitaria “Camillianum” di Roma. “Il dialogo tra cattolici e luterani non è solo post-conciliare”, ha precisato Žak in apertura, ricordando che nel 1983 il dialogo portò per la prima volta a parlare di Lutero come “testimone del Vangelo”, rivalutando la sua “insistenza sulla sola scrittura, che tradizionalmente disturbava il cuore cattolico”, ma nella quale va invece visto “il riconoscimento della Chiesa antica in armonia con la scrittura”. La dichiarazione ecumenica di quell’anno “ci dice che – ha ricordato il professore – la teologia del riformatore ha anticipato il Vaticano II e che i documenti del Concilio contengono le sue stesse preoccupazioni: dall’insistenza sulla Sacra Scrittura alla necessità di un rinnovamento continuo”. C’è poi il testo “Dal conflitto alla comunione” del 2013, dove si intende fare “un ulteriore passo in avanti nella rivalutazione di Lutero”, anche “con la consapevolezza che gli stessi papi si sono espressi positivamente a proposito del riformatore e della sua cattolicità”. “Un documento ricco ed ampio – ha ricordato Žak – molto letto in questi anni”. “Fondamentale è aprire un dialogo tra i cattolici – ha concluso – con un processo teologico dove si danno nomi giusti alle realtà, valutando i giudizi del passato e comprendendo se sono o meno giusti. Un atto coraggioso, perché il processo di guarigione è essere coraggiosi”.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie