Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 16 min 45 sec ago

+++ Charlie Gard: “il Papa segue con affetto e commozione la vicenda” ed “esprime vicinanza ai genitori” +++

Sun, 2017-07-02 19:47

“Il Santo Padre segue con affetto e commozione la vicenda del piccolo Charlie Gard ed esprime la propria vicinanza ai suoi genitori”. È quanto afferma il direttore della sala stampa vaticana, Greg Burke, in una dichiarazione, diffusa pochi minuti fa, informando che il Papa prega per i genitori di Charlie Gard “auspicando che non si trascuri il loro desiderio di accompagnare e curare sino alla fine il proprio bimbo”.

Diocesi: Caritas Nola, torna “Agosto col grembiule” a favore di migranti ed esclusi

Sat, 2017-07-01 17:30

Torna “Agosto col grembiule”, l’iniziativa della Caritas diocesana di Nola, che offre l’opportunità a tutti di un tempo di “riposo alternativo”, “un’oasi in cui riscoprire se stessi e la relazione con gli altri, soprattutto dei poveri e degli ultimi”. Quest’anno “Agosto col grembiule” promuove due esperienze diversificate per aiutare l’incontro con povertà sempre più radicate sul territorio diocesano. La prima esperienza riguarda “l’emergenza migratoria alla quale ci troviamo ad assistere, molte volte, impotenti e che ci pone di fronte all’interrogativo di quali modalità mettere in campo per accogliere coloro che, lasciate case, paesi e persone care, si sottopongono a viaggi fortunosi ed estenuanti per cercare condizioni di vita migliori”, spiega la Caritas. La seconda esperienza, invece, riguarda “gli esclusi, coloro che abitano le periferie dei nostri paesi e si rivolgono ai servizi di prima accoglienza del nostro territorio. La maggior parte di quanti richiedono aiuto abitano le nostre città e hanno una famiglia che ha cessato di aiutarli”.
“Agosto col grembiule” è destinata a tutti, per tutto il mese di agosto, presso le Locande di San Vincenzo di Nola, Pomigliano e San Giuseppe Vesuviano. Ogni giorno di agosto dalle 9.30 un  referente della Caritas accoglie quanti desiderano indossare il grembiule. La giornata è divisa in due turni (9.30-12 – 11.30/14) con la preghiera alle ore 12, che rappresenta il momento comunitario. Per le comunità parrocchiali è possibile vivere questa esperienza in gruppo scegliendo uno o più giorni di agosto. Info: https://caritasnola.getscrew.com/porfolio/agosto-col-grembiule

Charlie Gard: mons. Moraglia (Venezia), “la vita è un valore sempre, io sono sempre il ‘Carlo di turno’ che fatica sulla strada dell’esistenza”

Sat, 2017-07-01 17:30

“Purtroppo nella vita, talvolta, quello che conta è il ‘fare’, è l’efficienza. E, allora, quando siamo di fronte a chi non è più produttivo, efficiente o magari non lo è mai stato… che cosa fare? Ci si può chiamare Charlie Gard, avere solo dieci mesi e non avere avuto mai il bene della salute… E in questo caso gli uomini – con le loro leggi e sentenze – possono intervenire e decidere se una vita sia degna d’esser vissuta o meno”. È stata la riflessione del patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, sulla vicenda del piccolo Charlie Gard, nell’omelia della Messa celebrata oggi, presso l’Istituto di clausura delle Suore Bianche al Lido di Venezia.
“Se una società, una cultura, un ordinamento giuridico decidono della qualità di una vita, ma non del suo indiscutibile primato, allora si può cadere nell’arbitrio. La vita, invece, è un valore sempre. Anche quando non è più ‘affascinante’, anche quando non è più sana e vigorosa. Sempre si tratta di vita umana – ha osservato il patriarca -. E, come ci ha detto proprio in queste ore Papa Francesco, ‘difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d’amore che Dio affida ad ogni uomo’”. “Se in una società, in una cultura o in un ordinamento giuridico si smarrisce il senso della vita – cioè il rispetto dell’uomo, sempre, in ogni frangente -, allora – ha proseguito il presule – tutto dipende unicamente da chi, in quel momento, ha in mano le levi decisionali e potrà definire se una è vita è degna d’esser vissuta o meno. L’indignarsi – in modo pacato ma fermo – diventa, allora, il segno di una coscienza che si interroga non solo sulla doverosa qualità della vita ma anche sul suo imprescindibile valore”.
Di qui l’interrogativo: “Perché, allora, solo qualche volta dire ‘Je suis Charlie’?”. “No – ha risposta -, io sono sempre il ‘Carlo di turno’, il Carlo sconosciuto che fatica e arranca lungo la strada del vivere comune. Sì, il ‘Carlo di turno’ può essere l’erede al trono d’Inghilterra oppure un piccolo bambino di dieci mesi di cui i genitori chiedono di poterne tutelare la vita… Ma se sono le leggi degli uomini a decidere quale vita sia riconosciuta degna d’esser vissuta allora – non illudiamoci! – tutto può diventare possibile. In ogni senso, e non nel migliore”.

Diocesi: Molfetta, diverse iniziative per ricordare il secondo anniversario della scomparsa di mons. Luigi Martella

Sat, 2017-07-01 17:22

Il 6 luglio sarà il secondo anniversario della morte improvvisa di mons. Luigi Martella, vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi. “Siamo in molti a non capacitarci che sia trascorso un anno dalla tua dipartita da noi, carissimo mons. Luigi, anzi amatissimo don Gino”, scriveva un anno fa l’attuale vescovo, mons. Domenico Cornacchia, nella “lettera a don Gino” che costituì l’editoriale dello speciale del settimanale diocesano “Luce e Vita” n. 27 di domenica 3 luglio 2016. Quest’anno il presule scomparso sarà ricordato, in forma comunitaria, con alcuni eventi, tra Molfetta e Depressa.
A Molfetta, giovedì 6 luglio, alle ore 19, presso il duomo di San Corrado, il vescovo Cornacchia celebrerà l’Eucarestia in suffragio del compianto vescovo don Gino. Dopo i tre numeri speciali realizzati in occasione della morte, del trigesimo e del primo anniversario di morte, il settimanale “Luce e Vita” dedica il paginone al ricordo del vescovo con due interventi: don Vincenzo Turturro, suo segretario dal 2002 al 2006 e attuale segretario alla nunziatura apostolica di Buenos Aires, e Sergio de Ceglia, presidente dell’Opera Pia Monte di Pietà e Confidenze di Molfetta. In questi giorni è stato pubblicato il numero di “Luce e Vita Documentazione 2015-2”, bollettino diocesano semestrale ufficiale per gli Atti di Curia, come supplemento al settimanale diocesano. Esso, listato a lutto, documenta il secondo semestre 2015, periodo che ha visto la diocesi segnata profondamente dalla morte improvvisa prima del vescovo Martella (6 luglio 2015), poi dell’amministratore, mons. Domenico Amato (4 ottobre 2015). Il volume è possibile richiederlo presso la redazione di Luce e Vita. “Volti e voce del Pastore”: l’Ufficio per le comunicazioni sociali pubblicherà on line, sul sito e sui canali diocesani, un breve video per ricordare mons. Martella, immagini, video e registrazioni di alcuni suoi interventi.
A Depressa giovedì 6 luglio, alle ore 18.30, S. Messa celebrata da mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento-S.Maria di Leuca, presso il piazzale dell’oratorio parrocchiale “Giovanni Paolo II” . A seguire la presentazione del volume “Don Gino Martella: il sorriso e la mitezza”. Parteciperanno mons. Angiuli, Hervè Cavallera, professore di Storia della Pedagogia Università Salento; don Nicolò Tempesta, già segretario personale del presule scomparso; Antonio Ciardo, medico chirurgo e curatore del volume; don Andrea Carbone, parroco di S. Antonio a Depressa.

Turismo sostenibile: i vescovi Santoro, Maniago e Pisanello, “una traduzione della ‘civiltà dell’amore’ e della ‘cultura della cura’, dell’accoglienza e dell’ospitalità”

Sat, 2017-07-01 17:19

Che il viaggio sia “un bene relazionale, in un incontro esperienziale che potrà davvero contribuire a cambiare – in meglio – i rapporti tra le persone e quindi il mondo”. È l’auspicio espresso, in un messaggio congiunto di benvenuto ai turisti, dai vescovi della metropolia di Taranto, mons. Filippo Santoro (arcidiocesi di Taranto) mons. Claudio Maniago (diocesi di Castellaneta) e mons. Vincenzo Pisanello (diocesi di Oria). Un messaggio che riveste un’importanza particolare nell’anno internazionale del turismo sostenibile indetto dall’Onu. “La categoria del ‘turismo sostenibile’ è una traduzione della ‘civiltà dell’amore’ e della ‘cultura della cura’, dell’accoglienza, dell’ospitalità, della sobrietà e del rispetto della terra, del mare, del cielo. Anche in questo si vive realmente la custodia del creato che, insieme al lavoro, costituisce una nuova frontiera dell’evangelizzazione”, scrivono i presuli.  “Talvolta il turismo disegna situazioni drammaticamente contraddittorie nel contrasto tra la povertà di molti e la ricchezza di pochi. In tanti altri casi, però, esso giunge a realizzare una positiva crescita in umanità nella convergenza tra la rigenerante contemplazione del bello (naturale e culturale), l’incontro pacificante delle diversità culturali e lo sviluppo economico”, osservano i vescovi. Per l’Italia, in particolare, “il turismo è fattore di grande rilievo, che contribuisce in modo determinante – in forme dirette e indirette – all’economia del Paese e all’occupazione: tanti gli italiani e le italiane per cui lavoro significa turismo. Anche per questo il nostro Paese ha sviluppato una viva cultura dell’accoglienza, da coltivare ed estendere, anche verso i soggetti più fragili”, concludono mons. Santoro, mons. Maniago e mons. Pisanello.

Diocesi: Vallo della Lucania, da lunedì il convegno pastorale sulla sfida educativa. Relatore mons. Galantino

Sat, 2017-07-01 17:16

La diocesi di Vallo della Lucania si sta preparando alla celebrazione del convegno pastorale diocesano che si terrà presso la sala della comunità “La Provvidenza” di Vallo della Lucania, dal 3 al 5 luglio. Il tema scelto “E fissatolo lo amò (Mc 10,21). La comunità cristiana, i giovani e la sfida educativa” avrà come relatore principale mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei. Le conclusioni sono affidate al vescovo di Vallo della Lucania, mons. Ciro Miniero. “Fin dallo scorso anno la diocesi – spiega don Carlo Pisani, vicario episcopale per il coordinamento della Pastorale – ha deciso di orientarsi sull’approfondimento dei cinque verbi del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze 2015; continuando su questa strada i presbiteri foraniali hanno scelto di soffermarsi sul verbo ‘educare’. Lo scorso decennio la Chiesa italiana aveva già invitato le comunità a riflettere sull’educazione alla vita buona del Vangelo; Papa Benedetto XVI nella sua lettera alla città e alla diocesi di Roma sull’urgenza dell’educazione (21 gennaio 2008) esprimeva la propria preoccupazione per l’emergenza educativa, ma con uno sguardo aperto alla speranza cristiana; il Convegno di Firenze vi aveva dedicato uno specifico spazio; infine, la preparazione al prossimo Sinodo dei vescovi, dedicato al tema ‘I giovani, la fede e il discernimento vocazionale’, spinge nuovamente a fermarsi su questo tema sempre caro all’azione pastorale della Chiesa”. A queste sollecitazioni, prosegue don Pisani, “si aggiungono le preoccupazioni proprie delle comunità parrocchiali che si trovano a fronteggiare la grande sfida dell’educazione in un contesto che sembra sempre più precludere speranze alle giovani generazioni; preoccupazioni e domande che hanno trovato forma nel confronto svoltosi all’interno dei presbiteri foraniali negli ultimi due mesi e che hanno motivato la riflessione sul tema scelto”.

 

Accordo Ceta: Coldiretti, mercoledì 5 migliaia di agricoltori in piazza Montecitorio per protestare contro trattato

Sat, 2017-07-01 17:02

Per fermare il trattato di libero scambio con il Canada (Ceta) che per la prima volta nella storia dell’Unione accorda a livello internazionale esplicitamente il via libera alle imitazioni dei prodotti italiani più tipici ma che spalanca anche le porte all’invasione di grano duro e a ingenti quantitativi di carne a dazio zero, migliaia di agricoltori da tutte le regioni lasciano le campagne per invadere la Capitale in piazza Montecitorio davanti al Parlamento dove è in corso la discussione per la ratifica del Trattato.
L’iniziativa è della Coldiretti insieme ad un’inedita e importante alleanza con altre organizzazioni (Cgil, Arci, Adusbef, Movimento Consumatori, Legambiente, Greenpeace, Slow Food International, Federconsumatori, Acli Terra e Fair Watch), che si sono date appuntamento mercoledi 5 luglio alle ore 9,30 in piazza Montecitorio a Roma, dove sono attesi rappresentanti delle istituzioni, della politica e della società civile.
Sarà divulgato il Dossier Coldiretti sull’impatto del trattato sull’agroalimentare italiano ed esposto per la prima volta il “pacco” con le imitazioni delle specialità nazionali più prestigiose, dai formaggi ai salumi, realizzate in Canada che sarà legittimato a produrre e vendere ai consumatori di tutto il mondo con la ratifica de trattato. Non mancheranno azioni provocatorie a difesa del Made in Italy gravemente minacciato.

Yemen: Unicef, è allarme colera. Ogni minuto un bambino è colpito da diarrea acuta

Sat, 2017-07-01 16:49

In Yemen è in atto la peggiore epidemia di colera al mondo: ogni giorno, circa 5mila persone vengono colpite da diarrea acuta acquosa (secondo notizie dei centri sanitari), di queste quasi il 50% sono bambini e ragazzi: ogni minuto viene colpito un bambino e purtroppo un quarto delle morti da colera è rappresentato da bambini. Nel Paese oltre 2 milioni di bambini soffrono già di malnutrizione acuta e sono per questo ancora più  vulnerabili poiché i loro sistemi immunitari sono già molto deboli. L’Unicef insieme ai suoi partner combatte contro questa epidemia senza sosta, lavorando 24 ore al giorno per aiutare i bambini e le famiglie colpiti. La scorsa settimana sono arrivati in Yemen due voli cargo che trasportavano aiuti Unicef, con 750mila bustine di sali per la reidratazione orale (sufficienti per curare 100mila persone) e 1,2 milioni di compresse di cloro per la depurazione dell’acqua. Dall’inizio dello scoppio dell’epidemia, due mesi fa, l’Unicef ha raggiunto 150mila persone distribuendo oltre 600mila bustine di sali per la reidratazione orale e 20mila fluidi per terapie endovenose. L’acqua sicura è fondamentale per prevenire il colera. L’Unicef ha raggiunto oltre 4 milioni di persone con servizi idrici e igienici in 19 governatori e fornisce combustibile ed elettricità per azionare ininterrottamente le centrali per il pompaggio e per il trattamento e per sostenere l’approvvigionamento idrico nei governatori di Sana’a, Hajjah, Al Mahwit e Al Hudaydah. Almeno 3 milioni di persone ricevono acqua sicura attraverso questo supporto. Oltre 500 volontari sono stati formati per depurare l’acqua nei pozzi privati, nei serbatoi d’acqua e nelle cisterne, coprendo sia pozzi pubblici sia falde acquifere private per circa mezzo milione di persone.

 

Solidarietà: Frati Assisi, fino a lunedì 3 luglio la campagna per aiutare i poveri in Italia

Sat, 2017-07-01 16:48

Si sta per concludere la campagna di solidarietà dei frati di Assisi per aiutare i poveri in Italia vittime della crisi economica e dell’indifferenza. È possibile ancora donare fino al 3 luglio inviando un sms o chiamando da rete fissa al 45515 per aiutare le mense francescane in Italia. “Ridiamo un sorriso a chi lo ha perduto. Chiediamo un ultimo sforzo agli italiani, popolo dal cuore grande, per raggiungere l’obiettivo prefissato e per aiutare chi è in difficoltà. Siamo chiamati da esseri umani ad aiutare i più deboli, i perseguitati e gli affamati”: è l’appello lanciato da padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento d’Assisi, per la campagna di solidarietà “Con il Cuore, nel nome di Francesco” che ha raccolto finora 1 milione di euro. “Manca ancora poco per raggiungere l’obiettivo – conclude padre Fortunato – la generosità degli italiani non è mancata e non mancherà”. Per partecipare alla maratona benefica sarà possibile donare fino al 3 luglio con sms e con chiamate da rete fissa al 45515. Info: www.conilcuore.info

Diocesi: mons. Caiazzo (Matera), “mettere in campo ogni energia”. No a “populismo ingannevole e deviante”

Sat, 2017-07-01 16:32

“È tempo di mettere in campo ogni energia, capacità dei singoli e dei gruppi per vincere la tentazione di essere travolti dagli eventi negativi che a volte ci fanno sperimentare un senso di impotenza e rassegnazione”. A rivolgere l’esortazione è stato questa mattina mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, arcivescovo di Matera-Irsina, incontrando in cattedrale il Comitato esecutivo dell’associazione Maria S.S. della Bruna e le autorità civili e militari, alla vigilia della festa della Madonna della Bruna, patrona dell’arcidiocesi. “Abbiamo bisogno l’uno dell’altro – il monito del presule -, non per interessi di parte, ma per il bene di un territorio che chiede di essere aiutato a risollevarsi dalla rassegnazione, dal pessimismo e dal vittimismo”. “Fuggiamo la tentazione del populismo che, in questi tempi, rappresenta l’ideologia più subdola, ingannevole e deviante”, l’ulteriore richiamo. “Noi abbiamo il dovere di illuminare le coscienze, difendere la dignità della persona, aiutare a vincere l’apatia, lo sconforto” facendo “ritrovare l’entusiasmo alle nuove generazioni, invogliandole a rimanere nella nostra terra”. Con riferimento alla “conversione ecologica” richiamata dal Papa nella “Laudato si’”, Caiazzo definisce l’enciclica “un invito a cercare nuovi modi di intendere l’economia e il progresso”. “Abbiamo l’obbligo morale – conclude – di difendere la nostra terra di Basilicata da ogni forma di sfruttamento selvaggio, evitando di strizzare l’occhio per interessi personali o di parte”.

Sentieri Frassati: Trentino Alto Adige, domani cammino e Messa al santuario di Santa Croce

Sat, 2017-07-01 16:31

Entra nel vivo la “Settimana nazionale dei Sentieri Frassati”, giunta alla quinta edizione. In tutta Italia, compreso il Trentino Alto Adige, sono previsti camminate, incontri, celebrazioni sui sentieri intitolati al giovane beato Pier Giorgio Frassati, di cui si celebra la memoria liturgica il 4 luglio. L’appuntamento in Trentino Alto Adige è domani, domenica 2 luglio: Azione cattolica trentina e altoatesina, settimanale “Vita Trentina”, Montagna Giovani, pastorale giovanile e Fuci di Trento ripercorrono a Latzfons, il “Sentiero Frassati” dell’Alto Adige fino al santuario di Santa Croce (2.311 metri). Qui sarà celebrata la S. Messa, presieduta da mons. Giulio Viviani, assistente di Azione cattolica. Il ritrovo per la partenza è presso il parcheggio Kühhof, sopra Latzfons alle ore 8.30. In caso di maltempo l’escursione non si effettua. Per informazioni Azione Cattolica diocesana: tel. 0461/260985, e-mail segreteria@azionecattolica.trento.it.

Chiese di Sicilia: domani festa regionale dei diaconi a Catania con riflessione su “Amoris Laetitia”

Sat, 2017-07-01 16:14

I diaconi delle Chiese di Sicilia dopo aver vissuto insieme l’esperienza del Convegno regionale a Marsala-Mazara del Vallo (1-3 luglio 2016) dal titolo: “I diaconi discepoli missionari del vangelo della famiglia”, e dopo aver ricevuto dai vescovi dell’isola gli Orientamenti pastorali secondo le indicazioni del cap. VIII di Amoris Laetitia, si preparano a vivere la XVI Festa regionale dei diaconi insieme alle famiglie a Catania domani, domenica 2 luglio. Interverrà Tonino Cantelmi, diacono della Chiesa di Roma, psichiatra e psicoterapeuta, docente presso la Pontificia Università Gregoriana e autore di diversi pubblicazioni, con la relazione dal titolo: “Accompagnare, discernere e integrare le fragilità”, i tre verbi centrali indicati dall’Esortazione postsinodale del Papa. Saranno presenti circa 250 diaconi insieme alle loro famiglie provenienti dalle diverse diocesi dell’isola. “I vescovi di Sicilia – si legge in un comunicato – riconoscono l’urgenza di seguire percorsi nuovi che tengano conto delle dolorose ferite che uomini e donne battezzati vivono ogni giorno. Per questo chiedono a presbiteri e laici impegnati nel sostenere il cammino di persone che vivono situazioni di fragilità, un responsabile discernimento”. Di qui la sintesi  dei cinque criteri proposti dal cap. VIII di Amoris Laetitia: la gradualità nella pastorale, il discernimento delle situazioni dette “irregolari”, le circostanze attenuanti nel discernimento pastorale, le norme e il discernimento, la logica della misericordia pastorale.

Città: Milano, lunedì 3 luglio si presenta il “Rapporto Ambrosianeum 2017”

Sat, 2017-07-01 15:59

Verrà presentato il 3 luglio a Milano il “Rapporto sulla città Ambrosianeum 2017”, intitolato “Una metropoli per innovare, crescere, sognare”, realizzato con studiosi di diverse università grazie al contributo di Fondazione Cariplo ed edito da Franco Angeli (Fondazione culturale Ambrosianeum, ore 11.30). Parola d’ordine, innovazione. “In una Milano che continua a godere dei benefici di Expo – si legge in un comunicato – il Rapporto Ambrosianeum 2017 sceglie di indagare i fenomeni innovativi caratteristici di Milano e dell’area metropolitana, intesi come segnali sintomatici di un cambiamento forte, e come ‘segnali stradali per orientamenti futuri”. Il Rapporto declina il termine innovazione secondo tre direttrici fondamentali, corrispondenti ad altrettante sezioni del Rapporto: “Imprese, tecnologie, saperi”; “Economia, condivisione, risorse”; “Welfare, comunità, luoghi”. Ma l’innovazione che Ambrosianeum auspica è “inclusiva dal punto di vista sociale”. “La memoria è radice e futuro”, scrive infatti nella presentazione il presidente Ambrosianeum Marco Garzonio, citando la recente visita papale a Milano e suggerendo, alla luce dei suoi numi tutelari di sempre – Lazzati e Dossetti, La Pira e Greppi – un decalogo per riflettere e agire “politicamente”. “Un’innovazione inclusiva – si legge nel testo – è un’innovazione sociale che presta attenzione a chi resta ai margini, prova a coinvolgere attivamente i cittadini, mette in rete gli attori sociali, non cancella ciò che c’era prima”. Alla presentazione, oltre a Garzonio, interverranno, fra gli altri, Mattia Macellari, presidente Gruppo giovani imprenditori di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, e Rosangela Lodigiani, curatrice del Rapporto.

Diocesi: Loreto, al via martedì la rassegna di giovani organisti “Angeli musicanti in Santa Casa”

Sat, 2017-07-01 15:48

Martedì prossimo, 4 luglio, prenderà il via a Loreto la IV edizione di “Angeli musicanti in Santa Casa”, la rassegna musicale i cui protagonisti sono giovani organisti ancora impegnati negli studi o appena diplomati. Direttore artistico della rassegna è il maestro Giuliano Viabile, che è anche direttore della Cappella musicale della Santa Casa, il quale si è avvalso quest’anno della collaborazione del Conservatorio musicale “G.B. Martini” di Bologna, presso il quale i musicisti protagonisti si sono formati. A tenere il primo concerto, il 4 luglio alle 21,15, presso la pontificia basilica della Santa Casa di Loreto, con ingresso libero (come tutti gli altri) è il maestro Alessandro Buffone. A seguire, il 18 luglio, Francesco Zagnoni; il 29 luglio Simone Billi; il 1° agosto Giovanni Michelini. Buffone, che è nato nel 1985 a Loreto, eseguirà l’Ave Maria Op. 104 n. 2 di Marco Enrico Bossi (1861 – 1925);  Mattheus-Final da “Bach’s Memento” – 1925 di Charles-Marie Widor (1844 – 1937);  Sicilienne dalla Sonata per flauto BWV 1031, trascrizione per organo di Louis Vierne di Johann Sebastian Bach (1844 – 1937); Fanfare di Jacques-Nicolas Lemmens (1823 – 1881).

Musica sacra: torna a Pisa dal 14 settembre al 6 ottobre “Anima Mundi”

Sat, 2017-07-01 15:42

Torna a Pisa dal 14 settembre al 6 ottobre “Anima Mundi”, rassegna internazionale di musica sacra. Giunta alla XVII edizione, la rassegna è organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana con il contributo della Fondazione Pisa e del Comune di Pisa. I sette concerti in programma si alterneranno tra la cattedrale e il camposanto, cornici che contribuiscono a rendere “Anima Mundi” un appuntamento unico per il rapporto che si crea tra musica, arte e architettura. Come lo scorso anno, il pubblico di “Anima Mundi” avrà la possibilità di sostenere, attraverso libere offerte, alcuni progetti di solidarietà e assistenza sul territorio. L’iniziativa è promossa dall’arcidiocesi di Pisa-Caritas diocesana. “Tre ricorrenze – ricorda una nota – guidano il cartellone di Anima Mundi 2017: cinquecento anni dalla Riforma luterana, duecentocinquanta dalla morte di Georg Philipp Telemann e quattrocentocinquanta dalla nascita di Claudio Monteverdi. E da queste ricorrenze si diramano come corollari non sempre scontati, attraverso analogie, contrasti e simmetrie, molti altri temi, unendo insieme i sette concerti che impegneranno interpreti fra i più famosi del panorama internazionale”.

Helmut Kohl: Roma, il Parlamento italiano organizza un convegno in sua memoria il 4 luglio a Palazzo Giustiniani

Sat, 2017-07-01 15:28

(DIRE-SIR) – Il Parlamento italiano celebra Helmut Kohl. A tre settimane dalla scomparsa dello statista tedesco, martedì 4 luglio, alle 11, la Commissione Affari esteri del Senato organizza presso la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani (via della Dogana Vecchia 29) un convegno alla sua memoria dal titolo: “L’Italia, l’Europa ed Helmut Kohl”, alla presenza di personalità politiche e istituzionali italiane e internazionali. L’incontro, presieduto dal presidente della Commissione Affari esteri del Senato Pier Ferdinando Casini, verrà aperto dal presidente del Senato Pietro Grasso e vedrà gli interventi del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, del senatore a vita Mario Monti e del ministro degli Affari esteri Angelino Alfano. Lo comunica l’ufficio stampa del Senato.

(www.dire.it)

Ambiente: Greenaccord, partecipa al “Quadraro Summer Festival” di Roma per diffondere la cultura della cura del territorio

Sat, 2017-07-01 14:47

Oggi apre a Roma il “Quadraro Summer Festival”, rassegna serale con approfondimenti culturali, live music, cinema, teatro e arti visive. Il Festival chiude il 6 agosto. Greenaccord onlus cura e anima le serate del 3, 10, 17, 24, 26 e 30 luglio con la finalità di contribuire a diffondere la cultura della cura del territorio e la ricerca della bellezza. In particolare la serata del 3 luglio è dedicata alla memoria di Alex Langer e a un dibattito pubblico sulla cura dell’ambiente a Roma; il 10 luglio serata dedicata agli “amici a quattro zampe”, condotta e animata dalla giornalista Christiana Ruggeri del Tg2; il 17 luglio serata dedicata alla presentazione del libro “In onda” del giornalista Rai Roberto Amen, con dibattito sulla comunicazione oggi e sul servizio pubblico offerto dalla Rai; il 24 luglio serata di rivisitazione storica del territorio e del rastrellamento del Quadraro, con a seguire lo spettacolo di cabaret “App&Down” del duo “Poi ve lo dico”; il 26 luglio una serata dedicata ad Amatrice con testimonianze e storie di persone che hanno scelto di restare e ricominciare; il 30 luglio una serata dedicata al tema delle migrazioni con la presentazione del libro “Padre Mosè” di Giuseppe Carrisi e Moises Zerai e a seguire lo spettacolo teatrale “Senza terra” scritto e diretto da Giuseppe Carrisi.

Diocesi: Terni, martedì celebrazioni per san Cassio, copatrono di Narni. Da oggi triduo di preparazione

Sat, 2017-07-01 14:36

Martedì 4 luglio la comunità diocesana cdi Terni Narni Amelia celebrerà la memoria di San Cassio, copatrono insieme a San Giovenale della città di Narni, con una solenne concelebrazione nella concattedrale di Narni alle 18 presieduta dal vicario generale della diocesi, mons. Salvatore Ferdinandi, con i canonici del Capitolo della cattedrale. Seguirà un concerto d’archi della scuola di musica della parrocchia. In occasione della solennità di San Cassio saranno visibili le tele recentemente restaurate nella con cattedrale di Narni. La festa sarà preceduta dal triduo che inizierà questa sera alle 18 con la celebrazione eucaristica e la serata dedicata alle coppie di sposi “Gesù ci insegna ad amare”. Domani giornata di solidarietà “Dio è amore”. Nelle messe sarà effettuata la raccolta di indumenti per il carcere di Terni. Lunedì 3 luglio, vigilia di San Cassio, alle 18 celebrazione eucaristica e alle 21.15 riunione del consiglio pastorale. San Cassio fu vescovo di Narni dal 536 al 568. Il Papa San Gregorio nei “Dialoghi” e nelle “Omelie” parla della sua vita e della sua santità. Resse la Chiesa di Narni durante le invasioni barbariche, si adoperò per ammansire la furia degli invasori, affrontò personalmente il re Totila ottenendo che la Narni fosse risparmiata.  Le sue reliquie, nell’850, furono rubate e portate nella Basilica di San Frediano in Lucca. Nel 1679 una parte di esse fu restituita alla città di Narni e di nuove riposte nell’Oratorio ove era stato sepolto.

Spagna: domani la Giornata di responsabilità del traffico

Sat, 2017-07-01 14:29

Si celebra domani in Spagna la Giornata di responsabilità nel traffico. “Lodato sii, mio Signore, anche per i mezzi di trasporti”, il tema scelto per quest’anno. Il Dipartimento di pastorale della strada, all’interno della Commissione episcopale delle migrazioni della Conferenza episcopale spagnola (Cee), ha predisposto del materiale per la Giornata, che è promossa in occasione della festa di San Cristoforo, patrono degli automobilisti e dei viaggiatori. Attraverso il tema scelto si vuole invitare “a benedire e lodare il Dio della creazione per la tanta bellezza che ci regala e per le opportunità che ci offre per contemplarla”, sottolinea il vescovo presidente del Dipartimento di pastorale della strada della Cee, mons. José Sánchez, nel suo messaggio per la Giornata. “Se contemplando la creazione lodiamo e benediciamo Dio per le opere delle sue mani, è giusto che ringraziamo e apprezziamo anche il lavoro di tutte quelle persone che, lungo la storia, hanno inventato e costruito i più svariati mezzi di trasporto, sia per le persone sia per le merci, tanto utili alla nostra società”, scrive nel messaggio il presule. “Oggi – aggiunge – non possiamo immaginar neppure per un istante quello che sarebbe la nostra società senza mezzi di trasporto, tanto terrestri quanto marittimi o aerei. Sono una benedizione di Dio, posti al servizio e al benessere dell’uomo e per essi lodiamo anche il Signore”. Infine, mons. Sánchez invita a benedire e lodare Dio anche per tutti coloro che lavorano nei trasporti, dedicando la loro vita al servizio degli altri.

Papa Francesco: “quella del cristiano è una missione stupenda”

Sat, 2017-07-01 14:15

“Quella del cristiano è una missione stupenda, una missione destinata a tutti, nessuno escluso”: lo scrive Papa Francesco oggi in un tweet.

Quella del cristiano è una missione stupenda, una missione destinata a tutti, nessuno escluso!

— Papa Francesco (@Pontifex_it) July 1, 2017

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie