Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 6 hours 48 min ago

Diocesi: Perugia-Città della Pieve, da domani il laboratorio teatrale “Cielo” dell’oratorio di Prepo in tournée in Puglia

Fri, 2017-08-04 19:14

Prenderà il via domani la breve tournée in Puglia del laboratorio teatrale “Cielo” dell’oratorio “San Giovanni Paolo II” dell’unità pastorale di Prepo-Ponte della Pietra-San Faustino nell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve. In tre diverse località pugliesi, il laboratorio teatrale “Cielo” porterà in scena l’“Odissea + o -”, uno spettacolo interpretato da attori giovanissimi. Prima tappa domenica 6 agosto, alle 21, presso la parrocchia santa Maria del Rosario a Cozzana di Monopoli. Lunedì 7, alle 20, sarà ala volta della parrocchia di san Marco nel quartiere Japigia di Bari. La serata seguente, “Odissea + o -” verrà proposto alle 21.15 nella piazza di Volturino, in una serata a cura della Proloco di Volturino. Lo spettacolo è stato “vincitore anche della prova teatrale ne ‘La sfida dei linguaggi’, gara piena di talento e comunione che ha visto rappresentative di oratori di quattro regioni affrontarsi a Bellaria di Igea Marina nel settembre 2016”.

Diocesi: Ivrea, domani pellegrinaggio al santuario di Oropa. I giovani da questa sera in cammino da Andrate

Fri, 2017-08-04 19:04

Si svolgerà nella giornata di domani, sabato 5 agosto, il tradizionale pellegrinaggio della diocesi di Ivrea al santuario di Oropa. Il servizio di pastorale giovanile diocesano propone anche per quest’anno il pellegrinaggio a piedi, con partenza nella serata di oggi, venerdì 4 agosto, alle 23 dalla Chiesa parrocchiale di Andrate. L’appuntamento è fissato per le 22.30, per la recita di una preghiera prima dell’avvio della camminata notturna. L’arrivo ad Oropa è previsto per le prime ore del mattino di domani quando gli altri pellegrini eporediesi raggiungeranno il santuario biellese in pullman e auto. Dalle 9 alle 10 i sacerdoti saranno disponibili per le confessioni. Alle 10, sul piazzale della Basilica nuova, il vescovo di Ivrea, mons. Edoardo Cerrato, presiederà la celebrazione eucaristica. Seguirà la processione verso la Basilica antica per la recita dell’Angelus. Nel pomeriggio, alle 15, nella Basilica antica recita del santo Rosario e benedizione eucaristica.

Dna modificato: Scienza & Vita, “sperimentazione che fa sorgere importanti questioni di carattere etico”

Fri, 2017-08-04 18:52

“La potenziale portata di questa sperimentazione, in termini di capacità di intervento sul dna embrionale, inevitabilmente fa sorgere anche delle importanti questioni di carattere etico”. È quanto rileva Scienza & Vita commentando il recente esperimento di editing genetico compiuto da un team di scienziati alla Oregon Health and Science University di Portland, negli Stati Uniti. “A livello di principio – si legge in una nota – la finalità ultima di questo esperimento – ovvero, la messa a punto di una nuova terapia per sconfiggere gravi malattie genetiche – non può che essere valutata positivamente, come ogni sforzo messo in campo dalla medicina moderna per la cura della nostra salute”. Ma – rileva Scienza & Vita – “lo sforzo encomiabile di trovare nuove vie per ‘salvare vite umane’ sta passando – paradossalmente – per la distruzione di numerosi embrioni, appositamente prodotti in laboratorio per essere utilizzati come materiale da esperimento”. “Un’evidenza, questa, che non può essere negata né taciuta”, evidenzia l’associazione. Poiché “questo ‘sacrificio’ di vite nella fase iniziale ha dato risultati parziali e sicuramente ancora molto lontani dal permettere il passaggio ad una loro applicazione clinica”, secondo Scienza & Vita “sarebbe auspicabile che questa sperimentazione potesse proseguire con altri modelli animali, senza causare distruzione di embrioni umani”. “L’altro aspetto che pone interrogativi etici – continua l’associazione – è l’utilizzo di una tecnica (la Crispr–Cas9) di ‘editing’ genetico capace di produrre – se applicata ad un embrione precoce – modificazioni genomiche stabili e trasmissibili alle future generazioni”. Una prospettiva di stampo “eugenetico” che “sarebbe inquietante e pericolosa”. Scienza & Vita ribadisce “l’imprescindibile esigenza di vigilare comunitariamente, con responsabilità attenta e condivisa perché le finalità applicative di tutte le risorse a disposizione della scienza medica siano sempre orientate al bene comune, senza mai richiedere o, peggio, imporre il sacrificio dei singoli, soprattutto dei più deboli ed indifesi. La persona umana, infatti, precede in valore la società intera”.

Tragedia familiare a Ferrara: mons. Perego (vescovo), “vicino con la preghiera ad amici e parenti coinvolti”. Per famiglie rimaste senza lavoro fondo di solidarietà di 50mila euro

Fri, 2017-08-04 18:48

“L’arcivescovo Gian Carlo Perego – con tutta la Chiesa di Ferrara-Comacchio – è vicino con la preghiera agli amici e ai famigliari coinvolti in questa tragedia, ma anche con l’impegno per sostenere le famiglie in difficoltà economica”. È quanto si apprende in una nota diffusa dall’arcidiocesi di Ferrara-Comacchio a seguito della tragedia che questa mattina si è verificata a Ferrara. “Nelle prime ore di questa mattina – si ricorda nella nota – un padre uccide la propria moglie e il figlio e, dopo aver cercato di dare alle fiamme l’appartamento, esce in strada nel centro di Ferrara e si toglie la vita”. “Un’ennesima tragedia – il commento – con al centro il dramma famigliare, nella nostra città e terra ferrarese-comacchiese. Un dramma probabilmente frutto della disperazione in conseguenza di un dissesto economico e dello sfratto della casa”. “Un dramma – prosegue la nota – che coinvolge due anziani con il proprio figlio, di cui forse non abbiamo percepito la tremenda sofferenza. Un dramma frutto anche di un’arma posseduta in famiglia: e questo dovrebbe far riflettere chi chiede ulteriori facilitazioni per il possesso di un’arma in casa”. Nella nota si comunica anche che l’arcidiocesi “ha deciso, come almeno altre 120 diocesi italiane, di aprire un fondo di solidarietà di 50mila euro per andare incontro a tutti coloro che patiscono la perdita di un lavoro e di un reddito per sostenere la propria famiglia”. “Ogni anno – si precisa – in Italia 500mila famiglie vivono una situazione difficile a causa dell’usura, della disoccupazione, del gioco, della perdita di lavoro. Il Fondo sarà alimentato dalle libere offerte dei fedeli e delle comunità”.

Diocesi: Torino, da domenica una decina di giovani in missione in Tanzania

Fri, 2017-08-04 18:41

È composto da una decina di ragazzi e giovani il gruppo di torinesi che da domenica 6 agosto vivrà un’esperienza missionaria in Tanzania, in particolar modo nella diocesi di Iringa. Fino al 26 agosto saranno ospiti della missione di padre Peter Kilasara, il missionario della Congregazione dello Spirito Santo che dal 2003 al 2011 è stato cappellano a Torino della comunità cattolica anglofona. “Già da quattro anni – spiega don Marco Prastaro, direttore dell’Ufficio missionario dell’arcidiocesi di Torino – organizziamo un cammino di preparazione per coloro che desiderano vivere un’esperienza missionaria. Questo è il primo anno in cui proponiamo anche un viaggio”. Padre Kilasara, a Mlandizi, nei pressi di Dar es Salaam, ha promosso la realizzazione di un centro di formazione professionale per ragazzi di strada e famiglie indigenti. Il progetto è stato inserito dalla diocesi di Torino tra quelli da sostenere grazie alle offerte della Quaresima di fraternità. I giovani missionari hanno seguito un corso di formazione in quattro incontri durante il quale sono stati invitati a riflettere sul senso di un viaggio missionario, su cos’è la missione oggi, su cosa significa l’incontro tra persone di culture diverse e sui temi della povertà, dello sviluppo, della giustizia. “Andare in missione oggi significa affiancarsi a Chiese sorelle che camminano, annunciare il Vangelo con opere, parole e vicinanza”, aggiunge don Prastaro.

Venezuela: card. Urosa (Caracas), “cessi la repressione!”. Maduro e gli alti ufficiali sono responsabili davanti a Dio dei morti

Fri, 2017-08-04 18:31

“In nome di Dio, cessi la repressione!”. Lo ha detto il cardinale Jorge Urosa, arcivescovo di Caracas, rivolgendosi al presidente Nicolás Maduro e agli alti ufficiali delle forze armate che sono responsabili davanti a Dio per la morte dei venezuelani “assassinati” da militari e collettivi chavisti durante le manifestazioni contro l’Assemblea Costituente. Lo si legge in una nota della Conferenza episcopale venezuelana. “Ci sono i cittadini che sono stati uccisi e feriti dai militari venezuelani e presumibilmente da truppe armate che agiscono illegalmente e in modo criminale. Questo è totalmente intollerabile e grida al cielo”. “Simon Bolivar ha parlato della maledizione che ricade sui soldati che prendono in mano le armi contro il popolo. Questa è responsabilità del Presidente della Repubblica, dell’Alto Comando e dei Ministri” che “dovranno rendere conto a Dio, nostro Signore, e di fronte alla legge “, ha dichiarato il 31 luglio. “Rinnovo l’appello serio alla Forza armata nazionale bolivariana (Fanb) perché si metta dalla parte della Costituzione”, ha concluso.

Diocesi: Ascoli, domenica s’inaugura nuova chiesa a Pescara del Tronto. “Passo importante nella ricostruzione della comunità”

Fri, 2017-08-04 18:22

Sarà inaugurata ufficialmente domenica 6 agosto la nuova chiesa di Pescara del Tronto, la frazione di Arquata distrutta dal terremoto del 24 agosto. La Santa Messa sarà presieduta dal vescovo di Ascoli , mons. Giovanni D’Ercole, alle ore 10.30. “L’inaugurazione della chiesa parrocchiale di Pescara del Tronto – scrive la diocesi in una nota – vuole rappresentare un passo importante nella ricostruzione, non solo materiale, di una comunità che vuole tornare a vivere dopo la tragica esperienza di un anno fa”. L’intera celebrazione sarà trasmessa in diretta attraverso l’emittente televisiva Telepace che ha interamente sostenuto il costo della costruzione, che è un prefabbricato, grazie a una sottoscrizione e alla sensibilità dei propri telespettatori.
“Telepace si definisce sempre un servizio a Dio e all’uomo nella Chiesa– spiega mons. Guido Todeschini, direttore di Telepace -; questo avviene con le trasmissioni e poi in casi particolari: con l’aiuto ai poveri e con la vicinanza fattiva in alcuni cataclismi, come è avvenuto con la costruzione del convento prefabbricato per le clarisse di Paganica in Abruzzo, vicino all’Aquila, e con la chiesa realizzata a Novi di Modena in Emilia Romagna, con l’impegno economico di Telepace e dei suoi telespettatori. Ritengo questo nuovo gesto di solidarietà una grande benedizione per la Chiesa e per tutta Telepace”. Alla benedizione della chiesa parteciperà anche un gruppo di amici di Telepace proveniente da Verona, sede storica dell’emittente.

Diocesi: Teramo-Atri, attesi 1.500 partecipanti nel fine settimana al pellegrinaggio al santuario di san Gabriele

Fri, 2017-08-04 18:03

Sono circa 1.500 i pellegrini che nel fine settimana parteciperanno al 37° pellegrinaggio a piedi da Teramo al santuario di san Gabriele, organizzato dai passionisti del santuario e animato dai giovani della Tendopoli San Gabriele. I pellegrini partiranno dalla cattedrale di Teramo alle 22 di sabato 5 agosto e arriveranno al santuario all’alba di domenica 6. Qui – si legge in una nota – “saranno accolti e benedetti dal rettore del santuario”. Domenica mattina arriveranno anche oltre 100 pellegrini provenienti da Loreto Aprutino (Pe), dopo aver percorso a piedi una cinquantina di chilometri. Nei mesi di luglio-agosto – spiegano i passionisti – numerosi pellegrini raggiungono a piedi il santuario da vari paesi del teramano (Teramo, Atri, Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bisenti-Valfino, Pianura di Notaresco, Guardia Vomano, Cellino Attanasio, Leognano, Torricella Sicura), dal pescarese (Penne, Città Sant’Angelo, Loreto Aprutino) e dall’aquilano (Paganica).

Droga: Squillaci (Fict), “di fronte ad una ragazza che muore di ecstasy nessuno si può sentire assolto”. “La prevenzione è l’unico mezzo efficace”

Fri, 2017-08-04 17:52

“Di fronte al dramma di una ragazza che muore di ecstasy nessuno si può sentire assolto, nessuno può dire: io non c’entro. È una società intera che deve interrogarsi sulle proprie responsabilità”. È quanto afferma Luciano Squillaci, presidente della Fict (Federazione italiana comunità terapeutiche) commentando la recente morte a Chiavari di una ragazza che aveva assunto una pastiglia. “Ribadisco un concetto che abbiamo più volte enunciato: dobbiamo sconfiggere questa tendenza sociale e culturale a normalizzare tutto, questa sorta di resa generalizzata, di triste accettazione che certifica la sconfitta contro le dipendenze e il disagio”, prosegue Squillaci. “C’è voluta la morte di Adele, l’ennesimo caso eclatante – accusa il presidente della Fict – per risollevare l’attenzione al problema dei giovani e della droga, per svegliare la popolazione e i media dal sonno profondo e anestetico”. “Mi addolora affermarlo ma abbiamo perso il senso di responsabilità civile e sociale, abbiamo perso la percezione del senso di comunità. Dietro la notizia, dietro i commenti di noi esperti del settore, si nasconde il male più oscuro: la rassegnazione, giustificazione ed anticamera del disimpegno”. Secondo la Fict i dati contenuti nella Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia “confermano quello che vediamo nei nostri 600 servizi”. “La droga – continua la nota – è un grande business in continua evoluzione: in un anno si spendono oltre 14 miliardi di euro per l’acquisto di sostanze, di cui, si legge nella Relazione, il 43% attribuibile al consumo di cocaina, il 28,2% di cannabis, il 16,2% di eroina”. Per Squillaci, è la “mancanza di consapevolezza che preoccupa maggiormente, perché porta il giovane a non riconoscere la realtà ed a sottovalutare rischi e conseguenze delle proprie azioni”. “La prevenzione, intesa in termini di percorsi educativi strutturati e non di interventi ‘spot’ nelle scuole, è l’unico mezzo efficace”, ammonisce il presidente della Fict che accusa: “È triste leggere nel testo della Relazione che i progetti che mirano ad accrescere la consapevolezza dei rischi per la salute derivanti dalla pratica di comportamenti a rischio sono passati dal 65,9% del 2007 al 67,4% del 2011 al 61,5% nell’ultimo anno”.

Diocesi: Savona-Noli, dal 25 agosto al 1° settembre pellegrinaggio in Terra Santa con il vescovo Marino

Fri, 2017-08-04 17:46

Si svolgerà dal 25 agosto al 1° settembre il pellegrinaggio della diocesi di Savona-Noli in Terra Santa. L’iniziativa è promossa dal vescovo diocesano, mons. Calogero Marino, e vuole essere – si legge in una nota – “espressione di una Chiesa in uscita e in ricerca”. Lo stesso mons. Marino ripete spesso che “incontrare il mistero santo di Dio ci chiede di lasciare il comodo della routine e di metterci in cammino”. “Alla vigilia del nuovo anno pastorale, il primo che inizia come vescovo della nostra diocesi – spiega don Giulio Grosso, organizzatore del pellegrinaggio – mons. Marino intende recarsi a pregare il buon Pastore nella terra che conobbe il primo annuncio del Vangelo”. Con il vescovo Marino, partiranno per la Terra Santa diversi sacerdoti e numerosi fedeli provenienti dalle parrocchie della diocesi.

Pedofilia: all’associazione Meter il premio “Una mano amica”

Fri, 2017-08-04 17:31

“Una mano aiuta l’altra mano, non ce le laviamo come Ponzio Pilato, anzi, ci responsabilizza sempre di più questo riconoscimento da parte di una comunità civile ed ecclesiale. Un premio che dedico a tutti i bambini che fino ad oggi abbiamo concretamente aiutato”. Con queste parole don Fortunato Di Noto, presidente di Meter, commenta, in una nota diffusa oggi, il conferimento della quinta edizione del Premio nazionale “Una mano amica” dedicato al mondo del volontariato e delle onlus all’Associazione Meter onlus, fondata dal sacerdote. La motivazione del premio è: “L’impegno contro la pedofilia e la pedopornografia in Italia e all’estero”. L’appuntamento nazionale che ha visto la partecipazione di circa 30 associazione di volontariato (Campania, Puglia e Basilicata) è stato celebrato il 1° agosto 2017, in piazza Matteotti, nel comune di Calabritto (Avellino). L’evento è stato dall’associazione Anpas Aurora di Calabritto e da Lu Bannaiuolu, il periodico del paese. L’arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia, mons. Pasquale Cascio,  ha consegnato il Premio a don Di Noto sottolineando il “prezioso impegno a difesa dei piccoli nella Chiesa e nella società”.

Settimana sociale: Bari, il 7 settembre l’evento “Acqua e lavoro”

Fri, 2017-08-04 17:09

Sarà dedicato a “Acqua e lavoro” l’evento di formazione culturale che si svolger il 7 settembre, a Bari, presso la sala museo dell’Acquedotto pugliese (Aqp). L’iniziativa è organizzata da Aqp Water Academy in partnership con l’arcidiocesi di Bari-Bitonto e la presidenza delle Settimane sociali dei cattolici italiani. In vista della 48ª Settimana sociale dei cattolici italiani, che si svolgerà in ottobre a Cagliari, “Acqua e lavoro” – si legge in una nota – è “finalizzato a riflettere sul valore dell’acqua, in termini di servizio per l’umanità, e del lavoro, in termini di strumento etico, necessario allo sviluppo e al benessere della collettività”. Dalle 16.30, dopo i saluti di Nicola De Sanctis, presidente di Aqp, prenderà il via la tavola rotonda su “Acqua e lavoro: prospettive per il futuro” moderata da Pietro Scrimieri, direttore delle risorse umane di Aqp. L’arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, parlerà di “Educazione e mondo del lavoro” mentre mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto e presidente del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane sociali dei cattolici italiani, presenterà il tema dell’appuntamento di Cagliari “Il lavoro: libero, creativo, partecipativo, solidale”. Dopo l’intervento di Domenico De Bartolomeo, presidente di Confindustria Bari-Bat, su “Ruolo dell’industria e opportunità di lavoro”, Tommaso Cozzi, direttore dell’Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi di Bari-Bitonto presenterà la “Settimana sociale: scopi e contributi”. La chiusura dei lavori è prevista per le 19.

Siccità: Coldiretti riapre la “Vertenza Lazio” e sollecita l’integrazione dei Consorzi di bonifica. “I danni stimati superano i 200 milioni di euro”

Fri, 2017-08-04 15:30

“Da dicembre è stato avviato il processo di riorganizzazione voluto dalla legge regionale numero 12 del 10/08/2016 che riforma l’assetto delle bonifiche del Lazio, riducendo il numero dei consorzi da 10 a 4. Martedì incontriamo la dirigenza di Anbi (Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni) Lazio e i commissari per conoscere lo stato di attuazione della riforma e sollecitare misure straordinarie per limitare le perdite, già gravissime, causate alle aziende agricole dalla siccità e dalla impossibilità di irrigare le coltivazioni”. Con queste parole David Granieri, presidente della Coldiretti Lazio, riapre la “Vertenza Lazio” dopo il primo confronto avuto a luglio con gli assessori regionali all’agricoltura, infrastrutture e ambiente. “Ci risulta che finora – aggiunge Aldo Mattia, direttore della Coldiretti Lazio – nessuno dei commissari incaricati del riassetto amministrativo e funzionale delle bonifiche abbia raggiunto l’obiettivo, con ripercussioni sulla operatività dei consorzi e sulla loro capacità di reazione rispetto a una crisi idrica di portata storica che, settore dopo settore, sta azzerando la produzione agricola regionale”. Secondo la Coldiretti regionale, “i danni causati dalla siccità nel Lazio sono ingenti, con perdite stimate che superano i 200 milioni di euro”. “Al bilancio dei danni diretti provocati dalla siccità – prosegue la nota – vanno aggiunti i maggiori costi per irrigare frutta, ortaggi, vigne e uliveti e le spese che gli allevatori dovranno sostenere per comprare il foraggio devastato dai cinghiali”. “Ad agosto niente ferie. Siamo in stato di agitazione permanente. Le emergenze che pesano sul settore sono drammatiche”, conclude Granieri.

Diocesi: Monreale, “appiccare incendi, oltre che un delitto per la legge dell’uomo, è un grave peccato contro Dio”

Fri, 2017-08-04 15:12

“In diverse zone del nostro territorio si sono verificati degli incendi, presumibilmente dolosi, che hanno provocato ingenti danni al patrimonio boschivo e faunistico, fra cui l’ultimo in località Casaboli e Sagana. È colpa dell’uomo e della sua cattiveria uccidere ogni forma di vita e pensare stupidamente di distruggere ‘la casa comune’, che Dio ci ha comandato di custodire e curare”. Lo si legge in una nota diffusa oggi dall’arcidiocesi di Monreale. “La comunità ecclesiale di Monreale, mentre condanna simili crimini, afferma che appiccare volontariamente un incendio, oltre che un delitto per la legge dell’uomo, è anche un grave peccato contro Dio e la sua creazione”, ricorda la nota.

Iraq: “Brigate Babilonia”, no al coinvolgimento cristiani Piana di Ninive nel Referendum per l’indipendenza del Kurdistan

Fri, 2017-08-04 14:57

La regione della Piana di Ninive, e soprattutto la parte di quella regione in cui sono concentrate la popolazioni cristiane, non deve essere assolutamente inclusa tra i territori in cui si svolgerà il referendum sulla proclamazione d’indipendenza della Regione autonoma del Kurdistan iracheno, in programma il prossimo 25 settembre. È questo il monito espresso dalle cosiddette “Brigate Babilonia”, movimento locale dotato di milizie in cui operano anche cristiani. Con un documento diffuso ieri, e ripreso da Fides, i dirigenti del movimento hanno ribadito la propria totale contrarietà al coinvolgimento delle comunità cristiane autoctone nel progetto indipendentista perseguito dal governo della Regione autonoma del Kurdistan iracheno. “Noi” si legge nel documento delle Brigate, “rispettiamo la volontà della nazione curda espressasi nella decisione di esercitare la propria autodeterminazione” con il referendum indetto per prossimo 25 settembre, “ma questo non dovrebbe essere imposto ai cristiani e ai residenti delle pianure di Ninive tramite raccolte di firme realizzate sotto intimidazione”. A giudizio della dirigenza delle “Brigate Babilonia”, le aree con maggior concentrazione di cristiani nella Piana di Ninive devono essere tenute fuori da ogni contesa tra il governo della Regione autonoma del Kurdistan iracheno e il governo centrale di Baghdad. Le forze curde che promuovono il referendum puntano a coinvolgere nella consultazione referendaria anche laree di Kirkuk e della Piana di Ninive. Nel documento delle “Brigate Babilonia si indirizza anche una frecciata a politici cristiani che starebbero sostenendo il coinvolgimento della Piana di Ninive nella consultazione referendaria, accusati di operare tale scelta solo per perseguire propri interessi di affermazione personale. “Come Babilonia” – si legge nel comunicato – “non negozieremo questioni decisive come l’unità e la sovranità dell’Iraq”. Le controverse “Brigate Babilonia”, afferma Fides, operano come reparto particolare delle milizie Hashd al-Shaabi, le “Unità di mobilitazione popolare” sciite intervenute nelle campagne militari per sottrarre Mosul al controllo dei jihadisti dello Stato Islamico. In passato, come documentato dall’Agenzia Fides, il Patriarca caldeo Louis Raphael Sako aveva marcato le distanze da gruppi armati attivi sullo scenario iracheno che cercano di rivendicare la propria affiliazione alle comunità cristiane locali, ribadendo in particolare che la Chiesa caldea “non ha nessun legame, né diretto né indiretto, con le cosidette ‘Brigate Babilonia’ né con nessun’altra milizia armata che si presenta come cristiana”.

Diocesi: Caritas Grosseto, torna la “Raccolta di San Lorenzo” per aiutare 120 famiglie in difficoltà

Fri, 2017-08-04 14:41

Torna, per il secondo sabato consecutivo, la “Raccolta di san Lorenzo”, il gesto di solidarietà diffusa attraverso cui sostenere la Bottega della Caritas diocesana di Grosseto, dove circa 120 famiglie in grave stato di bisogno possono fare gratuitamente la spesa esercitando il diritto alla scelta di ciò di cui hanno necessità. Dopo il successo del 29 luglio, che ha permesso di riempire 259 scatole con oltre 2600 chili di alimenti a lunga conservazione, domani, sabato 5 agosto, la “Raccolta” proseguirà in altri sei supermercati di Grosseto, che hanno aderito all’iniziativa. Si tratta di Conad (Aurelia Antica, via Clodia, via Senegal); Simply (via Scansanese e via Einaudi); Todis (via Repubblica domenicana).
Coloro che nella giornata di domani si recheranno a fare la spesa in uno di questi supermercati, troveranno i volontari di Caritas (ben riconoscibili dalla pettorina verde), che agli ingressi distribuiranno volantini per invitare ad acquistare prodotti a lunga conservazione (latte, pelati, biscotti, pasta, riso, zucchero, legumi, tonno, olio, farina, prodotti per l’infanzia) che altri volontari, all’uscita dei punti vendita, provvederanno a raccogliere e stoccare nelle scatole. La “Raccolta” avrà inizio alle 8.30 e proseguirà per l’intera giornata, con volontari che si alterneranno nei turni nei supermercati, altri che si occuperanno del ritiro delle scatole e altri ancora che, direttamente alla Bottega della solidarietà in via Pisa, stoccheranno i prodotti donati. “Un lavoro impegnativo, ma allo stesso tempo entusiasmante – sottolinea Luca Grandi, vice direttore di Caritas e coordinatore della macchina organizzativa – che vede coinvolti dai giovanissimi a persone più adulte, che si mettono a disposizione per questo gesto che ormai da quattro anni caratterizza le feste legate al nostro patrono. Ringraziamo ognuno di loro e ringraziamo i supermercati che in questi due sabati hanno aderito”.

San Nicola: padre Boytsov, “gemellaggio spirituale tra ortodossi russi e baresi”

Fri, 2017-08-04 14:29

Arrivati a Bari con l’aereo che ha riportato la reliquia di San Nicola, gli operatori e il regista di un docu-film sulla vita del santo, prodotto dalla tv russa, racconteranno della venerazione di San Nicola da parte dei russi, ma soprattutto dei baresi. “Tutta questa attenzione verso il Santo ha risvegliato la coscienza, la conoscenza e la devozione dei baresi per San Nicola – dice il rettore della chiesa russa di Bari, padre Andrey Boytsov -, apprezzando la devozione e gli sforzi che i pellegrini russi fanno per venire in processione in Puglia. Più baresi mi hanno raccontato di come sono rimasti stupiti dalla devozione dei pellegrini, dal modo in cui venerano San Nicola, in cui lo rispettano”. Tra Mosca e San Pietroburgo sono accorsi a venerare e pregare il Santo di Myra oltre due milioni e mezzo di russi. Numeri, fasti e celebrazioni che hanno davvero impressionato i baresi che, a loro volta, hanno riacquisito coscienza della grandezza del Santo che custodiscono da 930 anni nella basilica a lui intitolata. “Oltre due milioni e mezzo di preghiere dei russi sono state possibili grazie alla gerarchia cattolica e alla disponibilità dei cittadini baresi. Questa carica positiva dal punto di vista spirituale porterà certamente i suoi frutti. Oggi però il primo si è già realizzato grazie al gemellaggio spirituale avvenuto tra il popolo ortodosso russo e quello barese”.

San Nicola: Bari, troupe russa gira documentario su sua vita. Padre Boytsov, “grande interesse dopo pellegrinaggio reliquie a Mosca e san Pietroburgo

Fri, 2017-08-04 14:26

L’eco dello storico evento che ha portato una parte delle reliquie di San Nicola di Bari in Russia si fa ancora sentire. In questi giorni, infatti, una troupe di 1Tv, il primo canale russo, si trova a Bari per completare un documentario che racconta di San Nicola, del luogo che ospita le sue spoglie e dell’avvenuto gemellaggio spirituale tra i devoti ortodossi russi e quelli baresi. “Dal punto di vista turistico e del pellegrinaggio religioso, questo sicuramente avrà una grande importanza. D’altra parte, nel periodo in cui le reliquie sono state a Mosca e San Pietroburgo, in Russia sono stati trasmessi documentari e film che raccontavano la vita del santo”. Così padre Andrey Boytsov, rettore della chiesa russa di Bari, parla al Sir del documentario sulla vita di San Nicola e dell’impatto straordinario che la temporanea traslazione delle ossa del vescovo di Myra in Russia ha avuto. “San Nicola è veneratissimo, in ogni casa russa c’è San Nicola. Questo documentario aumenterà la conoscenza del Santo – aggiunge -. Non tutti i russi sanno, per esempio, che San Nicola non era russo ma greco dell’Impero romano d’Oriente e che ora le sue reliquie riposano qui a Bari”. Il docu-film verrà trasmesso a dicembre: “I 68 giorni delle ossa di San Nicola in Russia e questa grande attenzione – continua padre Andrey –, già nel breve-medio periodo, porteranno sicuramente un aumento del turismo religioso a Bari, certo al netto delle possibilità economiche che il viaggio comporta. Molti infatti non possono permetterselo ed è per questo che la presenza delle reliquie a Mosca e San Pietrburgo è stata ancora più importante”.

Creato: Comunità di Siloe, domenica 3 settembre l’incontro pubblico “Per una cultura della cura”

Fri, 2017-08-04 14:10

“Siamo viaggiatori su una terra che è di Dio e che come tale va amata e custodita”: recependo il tema che quest’anno la Conferenza episcopale italiana propone per la dodicesima giornata per la custodia del Creato, che si celebra domenica 3 settembre, la Comunità monastica di Siloe (Poggi del Sasso, in provincia di Grosseto) organizza “Creato in festa. Le giornate di Siloe per la custodia del Creato” con diversi incontri presso il monastero, luogo di preghiera e confronti che riguardano l’uomo di questo tempo. L’ultimo appuntamento sarà proprio domenica 3 settembre con un incontro pubblico intitolato “Per una cultura della cura”, che inizierà alle ore 10. Interverranno l’economista Luigino Bruni, mons. Rodolfo Cetoloni, vescovo di Grosseto, Gabriele Baccetti, direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro di Grosseto. L’iniziativa si concluderà nel pomeriggio, con la celebrazione della Santa Messa, presieduta dal vescovo Cetoloni.

Volontariato: Acli Roma, al via concorso fotografico “Fotosocial” sul contrasto allo spreco alimentare

Fri, 2017-08-04 13:55

Al via la terza edizione del concorso fotografico “Fotosocial”, promosso dalle Acli di Roma e provincia. Quest’anno, l’iniziativa ha come tema il contrasto allo spreco, in particolar modo quello alimentare, nel quale le Acli di Roma sono da anni impegnate grazie al progetto il pane “A Chi Serve 2.0”, e quello dell’acqua, specialmente in questo periodo estivo, nel quale la capitale sta vivendo l’emergenza siccità. In un anno (2016) sono stati raccolti, grazie a questo progetto oltre 68mila kg di pane per un valore economico di 145mila euro circa, raggiungendo oltre 2.100 indigenti ogni giorno e offrendo oltre 413mila pasti. Basandosi sui primi dati del I semestre del 2017 si registra anche un incremento della raccolta del 25% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’iniziativa si basa sulla presenza dei volontari che hanno percorso oltre 9mila km nella città a bordo dei mezzi adibiti alla distribuzione dei generi alimentari. Il punto di forza dell’iniziativa è dato dalla rete in continua espansione e che oggi conta 42 forni, 44 organizzazioni e 5 Municipi (I, III, IV, VIII, XII). Il concorso “Fotosocial” – che durerà fino al 31 ottobre 2017 – si rivolge a fotografi professionisti, non professionisti e instant e per partecipare basterà postare la propria foto sulla pagina ufficiale dell’evento di Facebook o Instagram con gli hashtag: #FotoSocialRoma, #AcliRoma, #NOalloSpreco. Le prime 10 foto che otterranno più like su Instagram e Facebook verranno poi valutate e giudicate da una giuria di esperti. Verrà quindi proclamato il vincitore che riceverà un buono Amazon del valore di 300 euro, 200 euro al secondo e 100 euro al terzo, mentre una somma di pari livello sarà donata a un’organizzazione sociale a scelta del premiato. Le foto finaliste inoltre daranno vita ad una mostra itinerante che verrà esposta in città. “Con il concorso fotosocial di quest’anno – afferma Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma – vogliamo mostrare, in maniera costruttiva , quanto spreco c’è intorno a noi. La sfida è quella di usare una chiave educativa che sposi il linguaggio dell’arte, in questo caso la fotografia”.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie