Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 24 min 56 sec ago

Notizie Sir del giorno: Papa su evangelizzatori, tema Giornata comunicazioni sociali, card. Blazquez su referendum Catalogna, conferenza famiglia

Fri, 2017-09-29 19:30

Papa Francesco: “l’annuncio della misericordia appartiene a ogni evangelizzatore”

“L’annuncio della misericordia, che si rende concreto e visibile nello stile di vita dei credenti, vissuto alla luce delle molteplici opere di misericordia, appartiene intrinsecamente all’impegno di ogni evangelizzatore, che ha scoperto in prima persona la chiamata all’apostolato proprio in forza della misericordia che gli è stata riservata”. Lo ha detto, stamattina, Papa Francesco, ricevendo in udienza i partecipanti alla Plenaria del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione (Pcpne), in occasione della chiusura dei lavori, che si sono svolti in Vaticano dal 27 al 29 settembre.  (clicca qui)

Giornata mondiale comunicazioni sociali: mons. Viganò (SpC), “il Papa ci invita a guardare una realtà antica quanto l’uomo”

“Il Santo Padre ci invita a guardare in faccia una realtà che è antica quanto l’uomo: le false notizie, le fake news. Si tratta di notizie verosimili ma non verificate e proprio questa forza di simulazione le rende pericolose”. Così mons. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la comunicazione della Santa Sede (SpC), commenta al Sir il tema del Messaggio del Santo Padre per la 52ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2018 “‘La verità vi farà liberi’ (Gv 8,32). Notizie false e giornalismo di pace” reso noto oggi, come da tradizione, nella festa dei santi arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele. (clicca qui)

Vescovi europei: card. Bagnasco, “il problema dei giovani è uno solo: quello degli adulti”

“Il problema dei giovani è uno solo: quello degli adulti”. Lo ha detto questo pomeriggio il card. Angelo Bagnasco, presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali europee, parlando ai giornalisti a margine della Assemblea plenaria del Ccee, di quanto è emerso oggi dal dibattito dei vescovi europei sulla condizione giovanile in Europa, in vista e in preparazione del Sinodo sui giovani che si terrà il prossimo anno ad ottobre. (clicca qui)

Catalogna: card. Blázquez Pérez (Valladolid), “la concordia è possibile ancora oggi e anche domani”

(dall’inviata a Minsk) “È stata possibile la concordia, è possibile ancora oggi, sarà possibile se tutti con l’aiuto di Dio vogliamo la concordia domani”. Un messaggio di speranza per la Spagna in questa delicata fase della sua storia è stato lanciato dal cardinale Ricardo Blázquez Pérez, arcivescovo di Valladolid e presidente della Conferenza episcopale spagnola, parlando con il Sir, a Minsk, a margine dell’assemblea plenaria del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee). (clicca qui)

Internet: Roma, conferenza “Dignità del minore nel mondo digitale”. Padre Zollner, “abusi in rete, cifre orrende”

“Obiettivo dell’incontro è creare una piattaforma di discussione e di condivisione e soprattutto lanciare una serie di azioni nella lotta all’abuso sessuale di minori on line e per la protezione dei minori nel mondo digitale”. Padre Hans Zollner, presidente del Centro protezione dei minori dell’Università Gregoriana, presenta al Sir gli obiettivi del primo congresso globale di questo genere che avrà per titolo “Child Dignity in the Digital World” (La dignità del minore nel mondo digitale) e si terrà a Roma dal 3 al 6 ottobre. (clicca qui)

Famiglia: Padoan (min. Economia), “nel 2017 stanziati 5 mld e 50 mln, per il 2018 saranno 5 mld e 100 mln. Crescita inclusiva sia principio guida politica”

“Le risorse complessivamente allocate nel 2017 per la famiglia e per le politiche di inclusione sociale sono state 5 miliardi e 50 milioni; nel 2018 verranno stanziati 5 miliardi e 100 milioni. Vogliamo che la crescita inclusiva diventi sempre di più un principio guida della politica economica”. Lo ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, intervenendo alla Terza Conferenza nazionale sulla famiglia che si è chiusa oggi a Roma. (clicca qui)

Diocesi: nuovi vescovi per Lecce, Gubbio e Mondovì

Oggi nomine di nuovi vescovi per tre diocesi da parte di Papa Francesco, come informa la Sala Stampa vaticana: Lecce, Gubbio e Mondovì. Il Pontefice ha nominato arcivescovo metropolita di Lecce mons. Michele Seccia, trasferendolo dalla sede vescovile di Teramo-Atri (clicca qui); vescovo della diocesi di Gubbio don Luciano Paolucci Bedini, del clero dell’arcidiocesi metropolitana di Ancona-Osino, finora rettore del Pontificio Seminario regionale “Pio XI” di Ancona (clicca qui); vescovo della diocesi di Mondovì don Egidio Miragoli, del clero della diocesi di Lodi, finora parroco della parrocchia di Santa Francesca Cabrini, a Lodi, giudice del Tribunale ecclesiastico regionale lombardo e docente di Diritto canonico. (clicca qui)

 

Avvenire: la prima pagina di domani 30 settembre. Delusione per la conferenza sulla famiglia, referendum in Catalogna, tema Giornata comunicazioni sociali

Fri, 2017-09-29 19:29

Padoan svuota la conferenza sulla famiglia. È il titolo di apertura di Avvenire di domani, dedicato alla conclusione, piuttosto deludente per le associazioni che vi hanno partecipato, della confererenza nazionale sulla famiglia. Come segnala anche un’intervista al presidente del Forum delle associazioni familiari che lamenta come il governo pensi alle famiglie solo in povertà assoluta, “come curare un malato esclusivamente quando è in pericolo di morte o sostenere le imprese solo quando vanno in crisi”. Alla questione è dedicato anche l’editoriale a firma di Luciano Moia dal titolo “La risposta monca”.
Di taglio una grande fotocronaca sulla tesi vigilia del referendum sulla secessione della Catalogna dalla Spagna, con i trattori in piazza mentre Madrid minaccia arresti e maxi-multe.
Ancora, in evidenza il lancio del tema della Giornata per le comunicazioni sociali, dedicato alle fake news e al giornalismo di pace. Un richiamo anche all’intervista a mons. Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma: su casa immigrati, c’è chi soffia sul fuoco della guerra tra poveri, mentre mancano i progetti e le politiche.

Media: Umbria Radio e “La Voce”, dal 1° ottobre riprendono le “Domeniche fuori porta”

Fri, 2017-09-29 19:25

Riprendono il 1° ottobre le “Domeniche fuori porta”. Si tratta di iniziative, portate avanti in collaborazione da Umbria Radio InBlu e dal settimanale regionale umbro “La Voce”. Le “Domeniche fuori porta”, previste dal progetto di razionalizzazione-rilancio dei media ecclesiali elaborato dalla Commissione per le comunicazioni sociali della Conferenza episcopale umbra (Ceu), hanno lo scopo di contribuire a dare voce e ascolto alle comunità locali di tutta la regione, in primis quelle di periferia, che altrimenti non avrebbero la giusta attenzione mediatica e, nel contempo, di fare conoscere questi due mezzi di comunicazione a livello territoriale.
Settimanalmente “La Voce” realizza una pagina speciale dedicata a una realtà parrocchiale dove Umbria Radio InBlu, la domenica mattina, vi trasmette in diretta la messa ospitando ai suoi microfoni, in una trasmissione che va in onda un’ora prima, sacerdoti, associazioni e amministratori impegnati sul territorio. Il vescovo ausiliare di Perugia-Città delle Pieve e delegato Ceu per le comunicazioni sociali, mons. Paolo Giulietti, così commenta questa significativa iniziativa editoriale di Umbria Radio InBlu e “La Voce”: “Spostare ogni domenica persone e strumenti per raccontare un paese diverso è un impegno, ma è anche un segno della fedeltà dei nostri media alla propria vocazione comunitaria. La gente dell’Umbria può così accorgersi che La Voce e Umbria Radio hanno un diverso stile di informare e di servire; che appartengono davvero a loro”. Il primo appuntamento delle “Domeniche fuori porta” con la celebrazione eucaristica è nella diocesi di Foligno, precisamente a Sterpete, alle ore 11, nel prefabbricato che “sostituisce” la chiesa di San Michele, resa inagibile dalle scosse di terremoto del 24 agosto 2016.

Diocesi: Foligno, studenti dell’Istituto Da Vinci a Lampedusa per la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione”

Fri, 2017-09-29 19:22

Grazie al progetto “Cittadini del mondo” promosso dalla diocesi di Foligno, alcuni studenti dell’Istituto tecnico tecnologico “Leonardo Da Vinci” di Foligno, accompagnati da Carlo Felice, docente di religione, da oggi al 4 ottobre, saranno a Lampedusa per la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione” che si celebra martedì 3 ottobre. In quella data, nel 2013, al largo dell’Isola di Lampedusa 368 migranti persero la vita in uno dei più tragici naufragi avvenuti nel Mediterraneo. “Gli studenti di Foligno – si legge in una nota – per mezzo di un video da loro realizzato hanno partecipato alla seconda edizione del concorso indetto dal Miur dal titolo ‘L’Europa inizia a Lampedusa’, in collaborazione con il Comitato 3 ottobre e con il patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa”. Si tratta di un progetto destinato a studenti italiani tra i 16 e i 18 anni, ma anche provenienti da diversi Paesi europei, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi della solidarietà e della cooperazione nei confronti dei migranti. “L’Europa inizia a Lampedusa” – prosegue la nota – “è una iniziativa strutturata in quattro giornate formative di educazione globale che prevedono il coinvolgimento di circa 200 ragazzi in attività di laboratori esperienziali, seminari, dibattiti, cineforum, mostre, performance teatrali, incontri con testimoni privilegiati su temi quali migrazioni internazionali, emergenze umanitarie, sistema di accoglienza europeo, politiche europee e nazionali sull’immigrazione, asilo, cause delle migrazioni, razzismo e discriminazione, diritti dei migranti, ruolo della società civile (advocacy ed educazione globale) e capacity building delle associazioni giovanili per i diritti umani”.

Diocesi: Firenze, domenica nuova tappa del Cammino sinodale sulla “Evangelii Gaudium”

Fri, 2017-09-29 19:18

Domani 1° ottobre nuova tappa diocesana del Cammino sinodale sull’esortazione apostolica di Papa Francesco “Evangelii Gaudium” con la celebrazione in cattedrale presieduta dall’arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori. Nel pomeriggio alle 15.30 partiranno i pellegrinaggi dei vicariati dalle quattro basiliche fiorentine: Santa Croce, Santo Spirito, Santa Maria Novella e Santissima Annunziata. I fedeli dei quattro cammini si riuniranno in battistero, per una memoria del Battesimo, e poi in cattedrale dove al termine della celebrazione il card. Betori consegnerà il Mandato agli operatori pastorali (catechisti, animatori della liturgia, animatori della carità).
I cammini dalle quattro basiliche saranno accompagnati dalla lettura di testi di quattro figure significative della storia recente della Chiesa fiorentina: il card. Elia Dalla Costa, Giorgio La Pira, don Giulio Facibeni e don Lorenzo Milani. Quattro testimoni della fede che potranno illuminare il Cammino sinodale della Chiesa fiorentina. “Insieme, in cammino” è lo slogan di questa giornata, che sarà anche l’occasione per riprendere il Cammino sinodale indetto dal card. Betori, che vede impegnate parrocchie, movimenti, associazioni in un lavoro di approfondimento dell’esortazione apostolica “Evangelii Gaudium”.

Dire: i titoli e il tg politico

Fri, 2017-09-29 19:04

(DIRE-SIR) – Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE (anche su www.dire.it e www.agensir.it).

http://89.97.250.172/News/2017/09/29/2017092902043103470.MP4

Gentiloni: tassare i giganti del web

Nessun rallentamento sulla web tax. Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni partecipa al consiglio europeo sul digitale, a Tallin, e chiede un impegno preciso sulla tassazione dei colossi informatici. “Oggi queste piattaforme hanno volumi d’affari strepitosi nei nostri paesi e magari hanno poche unità di dipendenti”, spiega Gentiloni che chiede uno “scatto d’ambizione” all’Europa sulla crescita e sui migranti. Il premier si augura che “il nuovo governo tedesco sostenga le politiche espansive”.

Padoan: più risorse per la famiglia

Aumentare le risorse contro la povertà e a sostegno delle famiglie nella prossima legge di bilancio. Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha preso l’impegno davanti alla platea della Conferenza sulla famiglia che si è svolta in Campidoglio. Occorre usare le risorse al meglio per spingere e potenziare la crescita inclusiva. La sottosegretaria Maria Elena Boschi, che ha chiuso la Conferenza, ha auspicato che in finanziaria trovi spazio anche quest’anno la proroga del bonus fiscale sull’acquisto dei mobili.

Scontri a Torino per il G7 del lavoro

Cortei e manifestazioni di protesta hanno accolto a Torino il G7 del lavoro, il vertice tra i ministri del lavoro delle principali economie occidentali. Un corteo di studenti e antagonisti ha cercato più volte di raggiungere piazza Carlina, dove c’è l’albergo in cui dormono i ministri. In due occasioni forze dell’ordine e manifestanti sono arrivati allo scontro. Alla fine due le persone fermate, occupato Palazzo Nuovo, sede dell’università. Altre proteste sono attese nelle prossime ore.

I minori e i pericoli del digitale, summit a Roma

Ottocento milioni di giovani rischiano di divenire vittima di adescamento sessuale su Internet. Il centro per la protezione dell’infanzia presso la Pontificia Università Gregoriana convoca a Roma i massimi esperti del mondo digitale, insieme ai rappresentanti delle istituzioni, per delineare una protezione efficace dei minori sul web. Il summit si terrà dal 3 al 6 ottobre. “Vogliamo lanciare una serie di azioni di contrasto e aumentare le forme di tutela”, spiega al Sir padre Hans Zollner, presidente del Centro protezione dei minori dell’Università Gregoriana.

Diocesi: Terni-Narni-Amelia, domani raccolta alimentare a favore degli Empori della solidarietà

Fri, 2017-09-29 19:02

La Caritas diocesana di Terni-Narni-Amelia, in collaborazione con le parrocchie inserite nel progetto “Emporio della solidarietà” e l’associazione di volontariato San Martino, organizza una raccolta alimentare domani 30 settembre, per sostenere l’attività dei due empori solidali: a Terni presso il centro di ascolto di via Vollusiano e ad Amelia presso la Cittadella della Solidarietà in via della Repubblica, incrementando la disponibilità di beni di prima necessità che permetta di svolgere un servizio sempre più esteso ed efficace a fronte delle crescenti richieste di nuclei familiari in difficoltà. La raccolta, spiega una nota della diocesi, si terrà per l’intera giornata in sette supermercati di Terni e cinque di Amelia. All’ingresso dei supermercati i volontari illustreranno l’iniziativa ai clienti distribuendo materiale informativo e sacchetti dove inserire le donazioni che saranno riconsegnate all’uscita presso il Punto Solidale. I beni richiesti sono i generi alimentari di facile conservazione e stoccaggio: pasta, riso, olio, latte, legumi, caffè, orzo, pomodori pelati, zucchero, farina, biscotti, scatolame vario, prodotti per l’infanzia (pannolini, pappe e omogeneizzati) e prodotti per l’igiene personale e per la casa. Circa 80 volontari della Caritas saranno impegnati nel servizio di raccolta nei vari esercizi commerciali, insieme ai volontari del Banco Alimentare, della Mensa San Valentino e dei Romei di San Michele arcangelo.
“Gli Empori solidali della Caritas diocesana – ricorda la nota – sono veri e propri supermercati di medie dimensioni a cui possono accedere gratuitamente persone indigenti che si rivolgono alle parrocchie e ai servizi diocesani. Recandosi all’emporio si può acquistare con una scheda a punti ciò di cui si ha bisogno. La tessera viene caricata di punti in base a dei parametri variabili a seconda della tipologia e situazione complessiva a livello economico-fiscale e sociale dei nuclei familiari. Questo per consentire una spesa equilibrata ed intelligente che educhi gli utenti alla logica del non-spreco”.  Attualmente nell’emporio solidale di Terni vengono aiutati 142 nuclei familiari per un totale di 500 persone. Ogni settimana circa trenta persone, a rotazione, usufruiscono di questa opportunità che si ripete per ciascuno con cadenza quindicinale o mensile. Nell’emporio solidale di Amelia, a cui fanno riferimento le attività caritative della zona di Amelia e di alcune parrocchie del narnese, vengono aiutati 125 nuclei familiari. La maggior parte degli assistiti sono italiani e comunitari, tra loro anche 36 disabili e 123 minori.

Diocesi: mons. Moraglia (Venezia), “porre attenzione alla qualità dello sviluppo, è in gioco la crescita integrale dell’uomo”

Fri, 2017-09-29 19:00

“L’uomo che non può giungere a una sufficiente formazione culturale e spirituale non potrà esprimersi compiutamente sul piano umano con un linguaggio e un pensiero idonei, come l’uomo denutrito fisicamente, privo di forze e vitalità, non riesce più a vivere”. Lo ha affermato questa sera il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, presiedendo nel duomo di San Lorenzo, a Mestre, la celebrazione eucaristica per la festa del patrono San Michele arcangelo. Nell’omelia, il patriarca ha fatto più volte accenno all’enciclica Populorum progressio di Paolo VI. Un testo di cui ha consigliato la lettura “per la carica profetica epocale e la forza delle considerazioni in essa contenute, oltretutto in un tempo in cui economia e politica globalizzata, il fenomeno strutturale delle migrazioni e gli esiti – prima di tutto etici e poi ecologici – della tecnoscienza non si erano ancora imposti nella loro, a volte terribile, evidenza come oggi”. Moraglia ha osservato come “il progresso – lo sviluppo, la crescita, il benessere – non deve escludere nessuno e deve essere sempre aperto a tutti”. “Ma – ha ammonito – si deve porre attenzione pure alla qualità di questo sviluppo. È in gioco la crescita integrale dell’uomo e il vero umanesimo che – per esser realmente tale – deve riconoscere la totalità dell’uomo”. Per il patriarca, “si può parlare di un vero sviluppo sociale solo prendendo le distanze da ogni tipo di ‘riduzionismo’, iniziando da quello economico”. “Tutti gli uomini necessitano – ha aggiunto – di una formazione carica di ‘umanità’, in grado di esprimere valori morali, spirituali e cristiani fondati sulla ragione che è il mezzo più idoneo per incontrare chi non appartiene alla nostra cultura, ha una fede diversa dalla nostra o non ha addirittura fede”. “Sappiamo bene che l’incontro – ha concluso Moraglia – si dà tra quanti si impegnano nel non facile ma indispensabile cammino del dialogo e del rispetto, sapendo tener insieme diritti e doveri e riscoprendo e declinando senza stancarsi i principi di reciprocità, accoglienza, solidarietà, legalità, certezza del diritto, realismo prudente, generoso e instancabile”.

Diocesi: Prato, domani l’inaugurazione della Casa Jacques Fesch ristrutturata per accogliere detenuti in permesso premio

Fri, 2017-09-29 18:45

La Casa Jacques Fesch, nella diocesi di Prato, è stata completamente ristrutturata ed è pronta ad accogliere nuovamente i detenuti in permesso premio. La struttura e le sue funzioni saranno presentate alla città domani, sabato 30 settembre, alle 11,30 con una inaugurazione ufficiale. L’appuntamento è in via Pistoiese 515/c, accanto al vecchio chiesino di Narnali. Saranno presenti il vescovo di Prato Franco Agostinelli, la direttrice della Caritas diocesana Idalia Venco, il direttore della casa circondariale di Prato Vincenzo Tedeschi, la garante per i diritti dei detenuti Ione Toccafondi e Rodolfo Giusti, responsabile del progetto “Non solo carcere”, grazie al quale la Casa è stata ristrutturata. Nel 1990 a Prato è stata aperta la Casa Jacques Fesch, dedicata al criminale francese convertito in prigione, fortemente voluta dai cappellani del carcere per dare un tetto a quei detenuti che hanno ottenuto un permesso premio ma non hanno un posto dove stare. La Casa fornisce dunque un servizio di alloggio temporaneo alternativo all’istituto di pena. Un luogo protetto dove i carcerati possono incontrare i loro familiari. La struttura, che si trova a Narnali, grazie al progetto Caritas è stata ristrutturata per aumentare e diversificare la propria capacità di accoglienza.

Formazione: Comunità Papa Giovanni XXIII, domani a Forlì si presenta la “Scuola del gratuito”. Ramonda, “il valore sociale di una scuola è incommensurabile”

Fri, 2017-09-29 18:39

Verrà presentata domani, sabato 30 settembre, a Forlì, la “Scuola del gratuito” il progetto pedagogico, primo in Italia, promosso dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. Di questa nuova scuola, avviata con l’inizio dell’anno scolastico se ne parlerà nel corso del convegno nazionale “Quando la classe genera vita”, organizzato dall’associazione fondata da don Oreste Benzi. L’iniziativa si terrà presso l’auditorium CariRomagna nel pomeriggio di domani, dalle 14 alle 21, e nella mattinata di domenica 1° ottobre, dalle 9 alle 13. Parteciperanno centinaia di insegnanti, dirigenti scolastici, educatori da tutta Italia per un confronto sul tema della “pedagogia del gratuito”, la proposta formativa elaborata dal sacerdote riminese di cui quest’anno ricorrono i 10 anni dalla scomparsa. In programma anche gruppi di lavoro e approfondimenti. “Le caratteristiche della ‘pedagogia del gratuito’ – spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII – sono la fiducia e la responsabilità, la motivazione a sviluppare i propri doni, la capacità di riflessione critica che genera libertà di scelta, il saper scegliere e lavorare insieme, la partecipazione e l’integrazione, l’aiuto reciproco, il riconoscimento e il rispetto del valore di ogni persona”. “Il valore sociale di una scuola è incommensurabile – aggiunge – perché essa genera persone nuove capaci di dar vita ad una società nuova, la società del gratuito, una società alternativa a quella del profitto”.

Diocesi: Lamezia Terme, domani mons. Cantafora ordina quattro sacerdoti

Fri, 2017-09-29 17:19

La Chiesa di Lamezia Terme, in Calabria, si arricchisce di quattro nuovi giovani sacerdoti, che saranno ordinati nel corso di una concelebrazione eucaristica in cattedrale domani sabato 30 settembre. A ricevere l’ordinazione per l’imposizione delle mani e la preghiera di ordinazione del vescovo, mons. Luigi Cantafora, saranno Antonio Colombino, diacono della parrocchia di S. Maria Cattolica in Maida; André De Toledo Alves; Giuseppe Gigliotti, diacono della parrocchia di S. Maria Cattolica in Maida; Luca Gigliotti, diacono della parrocchia di S. Maria Cattolica Maggiore in Cortale. Domenica 1° ottobre, i nuovi sacerdoti presiederanno la loro prima messa nelle parrocchie di provenienza: don André De Toledo Alves alle 10.30 in cattedrale; don Antonio Colombino alle 11 nella chiesa di S. Raffaele Arcangelo; don Giuseppe Gigliotti alle 19 nella chiesa di S. Domenico; don Luca Gigliotti alle 10.30 nella chiesa di S. Tommaso d’Aquino a Pianopoli. Con le ordinazioni di domani, sono oltre 30 i nuovi sacerdoti ordinati da mons. Cantafora dal suo ingresso in diocesi, nell’aprile 2004, fino ad oggi, la maggioranza dei quali giovani.

Agricoltura: Coldiretti, domani a #Stocoicontadini il ministro Galletti

Fri, 2017-09-29 17:11

Il primo studio su “Il ritorno del contadino style”, dalla moda green agli hobby farmers, dal “fai da te in cucina” alla scuola in fattoria con le novità in arrivo nel nuovo anno scolastico sarà presentato domani, sabato 30 settembre, nel corso dell’iniziativa #Stocoicontadini in svolgimento al Castello Sforzesco di Milano. Qui, da piazza del Cannone a piazza Castello, è stata allestita la più grande fattoria mai realizzata in Italia nel centro storico di una città. All’iniziativa di domani, con inizio alle 9.30, saranno presenti il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, oltre ad esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile, sportivi ed artisti tra cui Jimmy Ghione. Sarà “un’occasione unica – si legge in una nota della Coldiretti – per veder gli abiti realizzati con il legno e i prodotti delle foreste o con tessuti di canapa, soia e ortica fino alle borse intrecciate con le foglie delle pannocchie o la pochette in pelle di fungo, ma anche per imparare a usare zappe e rastrelli con i tutor dell’orto, apprendere nuove ricette per trasformare e conservare in modo naturale i cibi, scoprire le nuove frontiere della pet therapy”. Un focus speciale è dedicato all’agriasilo e alle fattorie didattiche “con grandi e piccini – prosegue la nota – impegnati nelle attività tradizionali della campagna dalla pigiatura dell’uva alle lezioni di mungitura del latte fino alla preparazione di torte e biscotti della tradizione”. Nella grande aia verranno preparati e serviti menu contadini al 100% dagli stessi agricoltori a 5 euro e sarà possibile anche fare la spesa a chilometro zero con le specialità del territorio nel mercato di Campagna Amica. Spazio anche alla solidarietà con le specialità delle aree terremotate.

Papa a Cesena e Bologna: domenica 1° ottobre diretta su Tv2000

Fri, 2017-09-29 17:06

La visita di Papa Francesco a Cesena e Bologna, in programma domenica 1° ottobre, in diretta su Tv2000. L’emittente della Cei, in collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano, trasmette ogni evento a cura del “Diario di Papa Francesco”, condotto da Gennaro Ferrara, a partire dalle ore 7.55. Servizi e collegamenti con gli inviati Cristiana Caricato e Paolo Fucili; interviste all’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo Zuppi, a Romano Prodi e ad altre personalità della città. Tra i contributi un video del comico romagnolo Paolo Cevoli che presenta a Papa Francesco la città di Bologna. In studio, tra gli ospiti: l’ex presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti; il giornalista Luigi Accattoli; il sacerdote gesuita Jean Paul Hernandez; padre Giuseppe Ferrari, già provinciale per i francescani Emilia Romagna; il direttore dell’Istituto superiore di scienze religiose della facoltà teologica dell’Emilia Romagna, Marco Tibaldi; il parroco di Santa Maria Cleofa in Budrio di Longiano, don Filippo Cappelli. Alle 23 l’instant film con i discorsi e le immagini più significative della visita di Francesco.

Diocesi: Caritas Bari-Bitonto, stasera un incontro sulla Siria

Fri, 2017-09-29 17:02

“Riflettere su quanto accade nella martoriata Siria per individuare percorsi di speranza”. Così don Vito Piccinonna, direttore della Caritas della diocesi di Bari-Bitonto, presenta l’incontro dal titolo “Siria: tra cronaca e speranza voci a confronto”, che si tiene stasera a Modugno (Palazzo della cultura, ore 19.30), in provincia di Bari. Interverranno Sabino Chialà, responsabile della fraternità di Bose ad Ostuni (Br), e Domenico Quirico, giornalista del quotidiano La Stampa, liberato dopo una prigionia lunga 152 giorni in Siria nel 2013. Modera Enzo Quarto, giornalista della Rai. L’incontro, che è organizzato dalla Caritas diocesana in collaborazione con il Punto Pace di Pax Christi di Bari e l’associazione Piazza Pubblica, “vuole dare voce – prosegue Piccinonna – ad una situazione che non vogliamo dimenticare anche in virtù di un progetto che la stessa Caritas diocesana ha finanziato in Siria con 24 mila euro, aderendo ad un progetto promosso per i minori siriani da Caritas italiana”.

Papa Francesco: domani riceve una delegazione dell’Anci. Solidarietà e accoglienza degli immigrati al centro dell’udienza

Fri, 2017-09-29 16:47

“I temi della solidarietà e dell’accoglienza dei migranti saranno al centro dell’udienza con il Santo Padre di una delegazione di sindaci dell’Anci, guidati dal presidente e sindaco di Bari Antonio Decaro, prevista domani sabato 30 settembre in Vaticano”. Lo si legge in una nota diffusa oggi dall’Anci.
“L’incontro tra i circa 100 sindaci ed il Santo Padre – fa sapere la nota – sarà preceduto, alle 11, dagli interventi dei vice presidenti dell’Anci Roberto Pella (Valdengo) e Federico Pizzarotti (Parma) e di padre Fabio Baggio, sottosegretario della speciale sezione “profughi e migranti” del Dicastero vaticano per il sevizio dello sviluppo umano integrale. Alle 12 il Santo Padre ascolterà gli interventi del presidente Decaro e del delegato Anci all’immigrazione Matteo Biffoni, sindaco di Prato, per poi intervenire a sua volta. La cerimonia si chiuderà con la consegna di alcuni doni simbolici a Papa Francesco, frutto delle attività di alcuni centri Sprar”. Sarà l’occasione, spiega l’Anci, “per rappresentare al Pontefice l’impegno dei territori per l’accoglienza dei rifugiati, in particolare del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati che fa capo ai Comuni”. Sul sito dell’Anci sarà anche possibile fruire della diretta streaming dell’evento, disponibile anche sul sito del Ctv. Telepace trasmetterà in diretta l’intera udienza all’indirizzo www.telepace.it e sui canali 94 o 214 del digitale terrestre.

Papa a Bologna: Diaco (Acli), “le parole di Francesco risveglino le coscienze e siano di speranza per lavoratori e disoccupati”

Fri, 2017-09-29 16:44

“Speriamo che le parole del Pontefice risveglino le coscienze e siano di speranza per i lavoratori e per chi, il lavoro, non lo ha ancora”. È l’augurio espresso dal presidente provinciale delle Acli di Bologna, Filippo Diaco, che domenica 1° ottobre, in occasione della visita del Santo Padre a Bologna, insieme a una cinquantina di lavoratori dell’associazione incontrerà il Papa all’Angelus. “Lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale. Questo – ricorda Diaco – era stato l’auspicio di Papa Francesco durante l’udienza che aveva riservato alle Acli nel 2015: ci aspettiamo che lo stesso messaggio di speranza venga rivolto ai tanti disoccupati, precari, inoccupati, ‘neet’ che le Acli di Bologna, così come le altre associazioni coinvolte, porteranno in piazza domenica”. “Siamo contenti e onorati che il Papa abbia scelto il tema del lavoro: questo conferma l’attenzione del Santo Padre per uno dei problemi principali del nostro tempo”, osserva il presidente provinciale delle Acli. “Abbiamo scelto di portare con noi un gruppo di aclisti in diverse condizioni professionali. Per lo più – spiega – saranno con noi giovani precari e disoccupati. Abbiamo fatto questa scelta per ribadire che senza il lavoro questi giovani non possono nemmeno pensare di creare una famiglia”. “Siamo di fronte al calo demografico più importante di sempre”, aggiunge, rilevando che “ognuno di noi ha delle responsabilità, le hanno la politica, le imprese e anche il Terzo Settore”. “Ci auguriamo parole di sollecitazione per i nostri governanti – auspica Diaco – perché, insieme alle aziende e al Terzo Settore, si impegnino a trovare soluzioni concrete per uscire dalla crisi del mercato del lavoro, che condiziona la crescita economica e demografica del nostro Paese ormai da anni”.

Infanzia: Save the Children, domani a Ferrara si presenta “Bambini, supereroi”. “Quasi 1 minore su 3 è a rischio povertà ed esclusione sociale”

Fri, 2017-09-29 16:33

Verrà presentato domani, sabato 30 settembre, a Ferrara, il 7° Atlante dell’infanzia (a rischio) “Bambini, supereroi” di Save the Children e pubblicato da Treccani. L’iniziativa, che si terrà dalle 14 presso il chiostro di san Paolo, si svolgerà nell’ambito del Festival internazionale che si concluderà nella città emiliana il 1° ottobre. All’incontro “Piccolo eroi. Come stanno i bambini in Italia? Mappa dell’infanzia a rischio” parteciperanno Valerio Neri, direttore di Save the Children, Giulio Cederna, curatore dell’Atlante, e lo scrittore Fabio Geda moderati da Marino Sinibaldi, giornalista di Rai Radio3. “Bambini, supereroi” – si legge in una nota – “fotografa un Paese in cui quasi 1 minore su 3 è a rischio povertà ed esclusione sociale, 1 bambino su 20 non possiede giochi a casa o da usare all’aria aperta, mentre più di 1 su 10 non può permettersi di praticare degli sport o frequentare corsi extrascolastici”. Inoltre, “1 alunno di 15 anni su 4 non raggiunge le competenze minime in matematica e 1 su 5 in lettura”. A ciò si aggiunge il fatto che “i bambini di 4 famiglie povere su 10 d’inverno soffrono il freddo perché i loro genitori non hanno risorse sufficienti per riscaldare la propria casa”. L’Atlante, composto quest’anno da 48 mappe e da 280 pagine di analisi e dati geolocalizzati a cura di Cederna e corredato dagli scatti di Riccardo Venturi, è realizzato nell’ambito della campagna “Illuminiamo il futuro”, avviata da Save the Children con l’obiettivo di contribuire a debellare la povertà educativa in Italia entro il 2030.

Vaticano: gemellaggio tra Gendarmeria e Polizia italiana per il patrono Arcangelo Michele

Fri, 2017-09-29 16:27

“Un gemellaggio esclusivo quello della Polizia di Stato con il Corpo della Gendarmeria Vaticana che insieme per la prima volta festeggiano” oggi il loro patrono, san Michele Arcangelo. “Le mura della Santa Sede – chiarisce una nota – aprono le porte alla Polizia di Stato. Nella chiesa di Santa Maria della Famiglia presso il Governatorato della Città del Vaticano, il Segretario di Stato, Pietro Parolin, presiederà una messa alla presenza del ministro dell’Interno, Marco Minniti, del Capo della Gendarmeria Vaticana, comandante Domenico Giani, e del Capo della Polizia, Franco Gabrielli. Alla presenza del Papa emerito, Benedetto XVI, la banda musicale della Polizia di Stato e della Gendarmeria, eseguiranno brani celebri di Verdi, Rossini e Vessella e in chiusura saluteranno i presenti con il “Canto degli italiani” e la “Marcia pontificale”. In questa occasione, oggi la direzione dei Musei Vaticani ha offerto gratuitamente a tutti gli appartenenti della Polizia di Stato (e ai loro famigliari, previo pagamento di un biglietto di ingresso a prezzo ridotto), la possibilità di visitare, fruendo di un ingresso riservato, le collezioni conservate in uno dei musei più famosi al mondo.

Famiglia: De Palo (Forum), “stanchi di promesse e di supplire alle mancanze dello Stato”

Fri, 2017-09-29 16:12

“Siamo contenti di aver ‘costretto’ il governo a parlare e a prendere posizione su un tema centrale come la famiglia”: è il commento di Gigi De Palo, presidente del Forum nazionale delle associazioni familiari, alla conclusione della terza Conferenza sulla famiglia. “La cosa strana che emerge è una sola: siamo tutti daccordo – prosegue -. Tutti ritengono la famiglia una risorsa insostituibile per il Paese, tutti sono convinti che il problema del crollo della natalità non è più procastinabile, tutti sono convinti che vada trovata una riforma fiscale che metta al centro le famiglie. Anche il governo, a parole, lo ha più volte ripetuto in questi giorni”. Tuttavia “siamo profondamente rattristati dal fatto che c’è sempre qualcosa che viene prima della famiglia. I soldi si trovano sempre per salvare le banche, così come si sono trovati 10 miliardi per il bonus degli 80 euro elargito a prescindere dai carichi familiari, ma non si riesce mai a trovare le risorse per permettere agli italiani di vivere e non sopravvivere se mettono al mondo un figlio”. Di qui la domanda: “Come possiamo credere a chi ci promette riforme strutturali nella prossima legislatura se non è in grado di dare un segnale già nella prossima legge di stabilità?”. “Siamo arrivati a un punto di non ritorno – conclude De Palo -: siamo il Paese con più migranti giovani in Europa, siamo il Paese dove fare un figlio è una delle prime cause di povertà… Le famiglie sono stanche di supplire alle mancanze dello Stato”.

Raidue: “Sulla via di Damasco”, domani puntata dedicata ai “Chiamati”

Fri, 2017-09-29 16:10

Sarà dedicata ai “Chiamati” la puntata di “Sulla via di Damasco”, in onda sabato 30 settembre, alle 7.45 su Rai Due. Il programma, firmato da mons. Giovanni D’Ercole e Vito Sidoti, approfondirà le storie di “uomini e donne che nella vita, per un incontro, un evento fortuito, hanno avvertito improvvisamente – si legge in una nota – quella fame di spiritualità che ti plasma dentro e ti induce ad abbracciare la fede e seguire Dio, nonostante limiti, paure e tormenti di questo tempo secolarizzato”. Ad aprire la puntata sarà una lunga intervista a suor Rosemary Nyirumbe, missionaria nell’Uganda settentrionale, terra tormentata da una guerriglia sanguinaria che semina violenze e abusi contro donne e ragazze, nella totale indifferenza della comunità internazionale. “Avverte la ‘chiamata’ a servire il Vangelo – prosegue la nota – sfidando i ribelli, le minacce e la morte, quando incrocia gli occhi sgomenti di una di queste ragazzine con la vita a brandelli”. Racconterà del progetto “Santa Monica” e del suo farsi quotidianamente madre di queste “figlie”, per ricucirne la speranza e la dignità. Seguiranno le testimonianze di alcuni diaconi della diocesi di Napoli (Raffaele, Fabrizio, Carlo, Guglielmo), chiamati “a stare non tanto sull’altare, quanto al servizio della gente, tra situazioni di povertà, lontananza dalla fede, indifferenza”. Si tratta di “storie di normalità familiare dove ad un certo punto irrompe una chiamata nella chiamata che sconvolge la loro esistenza”. In chiusura la storia di Antonino Masuri, missionario laico dell’Avsi in Kenya, impegnato in un programma di sostegno in favore di bambini poveri. “Abbracciare Dio in questi bambini è la sua vocazione; far crescere in loro la consapevolezza del futuro è il suo sogno”.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie