Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 29 min 50 sec ago

Via Crucis: affidate alla biblista Anne-Marie Pelletier le meditazioni

Fri, 2017-03-31 13:01

Sono state preparate dalla biblista francese Anne-Marie Pelletier, docente di Sacra Scrittura ed ermeneutica biblica, le meditazioni che saranno lette il prossimo 14 aprile, Venerdì Santo, durante il rito della Via Crucis presieduto da Papa Francesco al Colosseo. A darne notizia è la Fondazione vaticana Joseph Ratzinger, che si dice “lieta” per la scelta  di “aver affidato questo incarico così importante” ad una delle personalità di maggior rilievo del cattolicesimo contemporaneo, già insignita nel 2014 dal Premio Ratzinger.

 

Sviluppo: Santa Sede, il 3 e 4 aprile conferenza sulle “prospettive dello sviluppo umano integrale”

Fri, 2017-03-31 13:00

In occasione del 50° anniversario dell’enciclica “Populorum Progressio” si terrà lunedì 3 e martedì 4 aprile in Vaticano, presso l’Aula Nuova del Sinodo, una conferenza internazionale dal titolo “Prospettive per il servizio dello sviluppo umano integrale: 50 anni dalla Populorum progressio”. A darne notizia è oggi la Sala Stampa della Santa Sede. La conferenza, organizzata dal Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, si propone l’obiettivo di “approfondire le prospettive teologiche, antropologiche e pastorali dell’enciclica, in particolare in relazione al lavoro di chi opera in favore della promozione della persona, e di formulare orientamenti per l’attività del nuovo Dicastero”. All’incontro prenderanno parte, in particolare, i membri dei Pontifici Consigli che sono confluiti nel Dicastero (Giustizia e Pace, Cor Unum, Migranti e Itineranti, Operatori sanitari), i rappresentanti delle Conferenze episcopali e delle loro Commissioni sociali e “Giustizia e Pace”, i Rappresentanti degli organismi di carità cattolici a livello internazionale e il Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede. Il 3 aprile, dopo l’introduzione del cardinale Peter K. A. Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, e la presentazione teologica del tema antropologico da parte del cardinale Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, si articola in base alle tre tensioni fondamentali della persona: “corpo-anima, uomo-donna, persona-società”. Oltre agli interventi di esperti dei diversi settori, sono previste testimonianze di come la Chiesa opera direttamente a favore dei più deboli. Il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, presiederà la celebrazione eucaristica lunedì 3 aprile nella basilica di San Pietro San Pietro. È prevista una udienza con il Papa, martedì 4 alle ore 11.30.

Papa Francesco: ai partecipanti al convegno su Lutero, “non molto tempo fa sarebbe stato impensabile”

Fri, 2017-03-31 12:54

“Gratitudine” e “stupore”, “al pensiero che non molto tempo fa un convegno del genere sarebbe stato del tutto impensabile”. Sono i sentimenti espressi dal Papa ai partecipanti al Convegno internazionale di studio organizzato dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche, in occasione del V Centenario della Riforma luterana (1517-2017) sul tema: “Lutero 500 anni dopo. Una rilettura della Riforma luterana nel suo contesto storico ecclesiale”, che si è svolto a Roma dal 29 al 31 marzo. “Parlare di Lutero, cattolici e protestanti insieme, per iniziativa di un organismo della Santa Sede”, ha proseguito Francesco durante l’udienza: “Veramente tocchiamo con mano i frutti dell’azione dello Spirito Santo, che sorpassa ogni barriera e trasforma i conflitti in occasioni di crescita nella comunione”. “Dal conflitto alla comunione”, la direzione di marcia riassunta dal Papa sulla scorta del titolo del documento della Commissione luterana-cattolica romana in vista della commemorazione comune del quinto centenario dell’inizio della Riforma di Lutero.

“Approfondimenti seri sulla figura di Lutero e la sua critica contro la Chiesa del suo tempo ed il papato contribuiscono certamente a superare quel clima di mutua sfiducia e rivalità che per troppo tempo in passato ha  caratterizzato i rapporti tra cattolici e protestanti”, ha affermato Francesco, secondo il quale “lo studio attento e rigoroso, libero da pregiudizi e polemiche ideologiche, permette alle Chiese, oggi in dialogo, di discernere e assumere quanto di  positivo e legittimo vi è stato nella Riforma, e di prendere le distanze da errori, esagerazioni e  fallimenti, riconoscendo i peccati che avevano portato alla divisione”. “Siamo tutti ben consapevoli che il passato non può essere cambiato”, ha ammesso il Papa: “Tuttavia, oggi, dopo cinquanta anni di dialogo ecumenico tra cattolici e protestanti, è possibile compiere una  purificazione della memoria, che non consiste nel realizzare un’inattuabile correzione di quanto è  accaduto cinquecento anni fa, bensì nel raccontare questa storia in modo diverso, senza  più tracce di quel rancore per le ferite subite che deforma la visione che abbiamo gli uni degli altri”. “Oggi, come cristiani siamo tutti chiamati a liberarci da pregiudizi verso la fede che gli altri professano con un accento e un linguaggio diverso, a scambiarci vicendevolmente il perdono per le  colpe commesse dai nostri padri e ad invocare insieme da Dio il dono della riconciliazione e  dell’unità”, l’invito di Francesco.

Disabilità: Opera Don Guanella, domani “Tutti Taxi per amore” per un tour nelle città d’arte di Roma e Firenze

Fri, 2017-03-31 12:50

“Tutti Taxi per amore” è l’evento nato in collaborazione con l’Opera Don Guanella che si terrà domani a Roma e a Firenze. Più di 100 taxi accompagneranno persone disabili per un tour nelle due città d’arte, consentendo così a tutti di abitare il territorio e sentirsi parte di esso. Su ciascun taxi, spiega don Pino Venerito, direttore del centro di riabilitazione Casa S. Giuseppe Opera Don Guanella di Roma, “prenderanno posto, oltre alle persone con disabilità, anche familiari, volontari, amici e operatori delle Case: una intensa esperienza di inclusione sociale”. Tema dell’evento è “Non è importante la meta… ma il viaggio”, cioè “stare insieme, far festa, sorridersi a vicenda, stringere nuove amicizie, familiarizzare con il mondo della disabilità”. A Roma, i tassisti metteranno a disposizione gratuitamente la propria vettura per portare a passeggio per le vie della città persone con disabilità intellettiva della parrocchia di S. Giuseppe al Trionfale, ospiti delle case “S. Rosa” al Quarto Miglio e di Via della Nocetta e della “Casa S. Giuseppe. Opera don Guanella”. “La passeggiata – sottolinea ancora don Venerito – prevede una visita al Colosseo ed una conclusione, con un momento di festa allietato dalla Banda della Polizia Locale, a Villa Sciarra. La finalità dell’esperienza è di permettere alle persone con disabilità di conoscerne le bellezze artistiche, che tutto il mondo ci invidia; ma soprattutto godere della presenza di amici e volontari che si sono messi a disposizione nonché di chi vorrà unirsi alla festa”. La manifestazione è promossa dalla Onlus “Save the Dreams. Amici di don Guanella” (Savethedreams.org) e dall’associazione “Tutti Taxi per amore”, con il patrocinio del Comune di Rome e del MiBACT.

Settimana della storia: Università europea, il 4 aprile una tavola rotonda sullo “sviluppo sostenibile”

Fri, 2017-03-31 12:46

“Sviluppo sostenibile e dignità della persona” è il tema della tavola rotonda in programma martedì 4 aprile alle ore 15, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), iniziativa scientifica compresa nella Settimana culturale della Storia organizzata dall’Ufficio della pastorale universitaria del Vicariato di Roma. La Settimana della Storia (dal 3 al 7 aprile 2017) ha quest’anno come tema “Lo sviluppo integrale della persona umana” e coinvolge tutti gli atenei romani. L’iniziativa si colloca in ideale continuazione con quanto affermato nel preambolo della Carta di Roma pubblicata il 9 settembre 2016 in occasione del Giubileo dell’Università in cui si avverte “l’urgenza di radicare, rafforzare e rilanciare la Terza missione dell’Università, dei Centri di ricerca e delle Accademie di alta formazione, per riportare la persona al centro della storia ed imprimere una svolta radicale e tempestiva agli attuali modelli di sviluppo”. Nella tavola rotonda l’Università europea di Roma propone una riflessione interdisciplinare che affronta una serie di questioni trattate proprio nella Carta di Roma. In particolare, Giovanni Farese, docente dell’ambito di Economia, parlerà dell’idea di sviluppo secondo gli economisti dell’ultimo secolo, mentre Margherita Pedrana, anch’essa economista, illustrerà il rapporto sostenibilità-territorio, affrontando il caso del turismo sostenibile. Guido Traversa, docente di Filosofia morale, si concentrerà invece sul concetto di responsabilità come non-reciprocità, mentre Luigi Russo, dell’ambito di Storia, fornirà alcuni spunti di riflessione relativi alla sostenibilità ambientale in base all’esperienza dell’età medievale. Il dibattito sarà moderato da Carlo Felice Casula, ordinario di Storia contemporanea all’Università di Roma Tre. L’incontro è aperto a tutti.

Traffico illecito di armi: Univ. Cattolica, nell’Ue oltre 19.000 sequestri in 5 anni. Scopo “criminalità e terrorismo”

Fri, 2017-03-31 12:45

Da gennaio 2010 a marzo 2015 sono state sequestrate nei 28 Paesi dell’Unione europea 19.246 armi illecite, di cui il 34% pistole e il 27% fucili. Le principali rotte del commercio illegale di armi partono dagli Stati dell’ex Unione sovietica ed ex Jugoslavia ed arrivano principalmente in Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Regno Unito e Paesi scandinavi. “Pochi attori sono responsabili della maggior parte del traffico illecito di armi in Europa”. La domanda di armi proviene principalmente “da gruppi criminali o terroristici e, in misura minore, da singoli individui”. Sono alcuni dei dati che emergono dal rapporto finale del Progetto FIRE – Fighting Illicit Firearms Trafficking Routes and Actors at European Level da oggi disponibile online. Il progetto, iniziato nel 2014 e conclusosi nel 2016, è stato cofinanziato dalla Commissione europea – DG Affari Interni e coordinato dal centro di ricerca Transcrime dell’Università Cattolica di Milano insieme a un consorzio di partner internazionali. Il rapporto evidenzia come gran parte di queste armi provengano “dalla produzione lecita” e arrivino “al mercato illecito in seguito a furti, perdite o eccedenze di produzione, deviazioni durante il trasporto o conversione”. Il maggior numero di sequestri di armi si è registrato nell’Europa occidentale (35% dei casi), nell’Europa mediterranea (26%), nel nord Europa (21%) ed Europa orientale (18%). Gli attori convolti nel traffico illecito di armi sono “i gruppi criminali, i collezionisti d’armi e, in parte, i professionisti appartenenti alla filiera produttiva o gli addetti al controllo della regolarità dei trasferimenti”. I fermati dalle forze dell’ordine al momento del sequestro sono principalmente di età compresa tra i 20 e i 24 anni. Meno del 10% di questi è responsabile del 70% dei traffici.

Libertà religiosa: Roy (Istituto universitario europeo), “la richiesta di religiosità deve essere rispettata”

Fri, 2017-03-31 12:34

“La religione fa parte dei diritti dell’uomo e non può essere negoziabile. Lo Stato deve intervenire per permettere che i religiosi possano esprimersi. Il fatto religioso non deve essere espulso. La richiesta di religiosità deve essere rispettata”. Lo ha detto Olivier Roy, docente dell’Istituto universitario europeo di Firenze, durante il convegno “Libertà religiosa e pace tra rispetto dei diritti umani e sicurezza personale”, presso l’Institut Francais-Centre Saint Louis di Roma. “In Francia siamo di fronte a un paradosso: si fa la caccia al fatto religioso in contraddizione con il rispetto della libertà religiosa. Ma sbarazzarci di tutti i segni religiosi non è possibile. In Europa – ha aggiunto – abbiamo spazi pubblici molto diversi fra loro. In quello italiano vediamo dei parroci e delle suore vestite con gli abiti religiosi che fanno parte del paesaggio. In Francia, invece, c’è l’espulsione dei segni religiosi. L’episodio originario è stato nel 1989, quando due ragazze musulmane sono state respinte dalla scuola perché indossavano il velo e per questo la Francia è stata condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo”. “C’è un movimento forte in Francia per vietare le carni halal o kosher nelle scuole e addirittura in alcuni istituti l’amministrazione misura le gonne che non devono essere troppo lunghe. L’idea imperante è che il fatto religioso deve essere privato, ma ciò non corrisponde alla laicità”.

“Prima l’omosessualità era oscena e la religiosità normale adesso è il contrario – ha osservato il docente sempre riferendosi all’attualità francese -. Se passa una suora si guarda con sospetto, se invece è una persona travestita al gay pride è accettato. Come uscirne? – si è chiesto -. Il primo modo è dire che la libertà religiosa è un bene comune. Così come ha affermato la Chiesa. Ma ci sono stati degli oppositori, i laici sono scesi in strada e il movimento cattolico si è contrapposto ad altri cattolici. Si è accettata invece una forma di laicizzazione di tutto ciò che è religioso”. “I valori laici erano cristianizzati fino agli anni ’60 – ha aggiunto -. In pochi anni tutto è cambiato e non esiste più un modello di valori di riferimento. Da qui una serie di questioni che non riguardano solo l’islam. Il dibattito sull’islam nasconde infatti altri problemi su quale sia il ruolo del religioso oggi. La Chiesa è contraria a questi problemi, ma non si può dire stia lottando. La Chiesa – ha insistito – deve difendere i propri segni identitari ma allo stesso tempo non devono essere oggetto di una manipolazione”. In conclusione, Roy ha commentato: “La religione fa parte dei diritti dell’uomo e non può essere negoziabile. Lo Stato deve intervenire per permettere che i religiosi possano esprimersi. Il fatto religioso non deve essere espulso. La richiesta di religiosità deve essere rispettata”.

Diocesi: Molfetta, dal 2 aprile la Settimana di cultura nel Seminario regionale

Fri, 2017-03-31 12:33

Si apre domenica prossima, 2 aprile, la Settimana di Cultura promossa dal Seminario Regionale Pio XI di Molfetta. 5 serate per 5 “Parole di futuro”: eredità, resilienza, speranza, desiderio, viaggio. Tutti temi, informa la diocesi, che si inseriscono nel percorso formativo che quest’anno sta guidando la comunità del Seminario: “Fedeli al futuro”. La Settimana di Cultura prenderà il via con un Cineforum sulla parola “eredità”, condotto dal critico cinematografico Giuseppe Grossi sul film di fantascienza “I figli degli uomini” del regista messicano Alfonso Cuaròn. A seguire, lunedì 3 aprile, Antonia Chiara Scardicchio, docente di pedagogia sperimentale all’Università di Foggia, parlerà della “resilienza”, ovvero della proprietà di un materiale di resistere agli urti senza spezzarsi e, dunque, della capacita delle persone di affrontare le avversità della vita, di reagire e superarle, uscendone rafforzate o addirittura trasformate. Un appuntamento molto atteso è l’incontro con Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, che martedì 4 aprile alle 19.30 parlerà della speranza. “È la speranza che tiene l’uomo in cammino, in posizione eretta, rendendolo capace di futuro. Ma è importante comprendere che non si spera da soli: si può sperare soltanto insieme”, si legge in uno dei libri di Enzo Bianchi. Il 5 aprile è dedicato al tema del “desiderio” e vedrà la partecipazione di don Michele Falabretti, responsabile del Servizio Cei per la pastorale giovanile. A chiudere la Settimana di Cultura sarà il tema del viaggio, affrontato grazie allo spettacolo teatrale “Orlando furiosamente solo rotolando”, monologo di e con Enrico Messina che trasporterà gli spettatori all’interno di Storie senza tempo di uomini d’ogni tempo, in cui tutto è paradosso, iperbole, esasperazione, per riscoprire il piacere della “fabulazione” e della “fascinazione” della parola.

“Questa settimana vuole essere un’opportunità di incontro e di riflessione condivisa che la comunità del Seminario offre ai giovani delle nostre città e comunità cristiane, nella speranza che insieme si possa tracciare un cammino di condivisione che nutra i passi della comune sequela del Signore”, spiega don Giovani Caliandro, rettore della comunità del Seminario: “Noi crediamo che il Vangelo possa essere una via di umanizzazione e di felicità per tutti, un aiuto concreto che ci fa camminare con il volto lieto e disponibile verso il nostro futuro, anche in mezzo alle tante contraddizioni che vediamo e ci preoccupano”. Gli incontri sono a ingresso libero e gratuito e inizieranno alle 19.30 nell’Aula Magna “Mons. A. Ladisa” del Seminario Regionale di viale Pio XI a Molfetta.

Diocesi: Piazza Armerina, è online il nuovo sito Caritas

Fri, 2017-03-31 12:21

È online il nuovo sito ufficiale della Caritas della diocesi di Piazza Armerina. All’indirizzo www.caritaspiazza.it sarà possibile consultare e scaricare tutto il materiale relativo all’ufficio. Il sito è stato attivato e messo online da Giuseppe Nicolosi del Servizio informatico diocesano, mentre i contenuti e gli aggiornamenti sono gestiti direttamente dalla Caritas diocesana dal diacono Pietro Valenti. “Attraverso questo strumento – spiega Valenti – vogliamo fa sapere quello che è la Caritas e quello che fa. Lo scopo dell’essere in rete è poter raggiungere quante più persone possibili e tenere aggiornati in tempo reale sui tutti progetti e le iniziative che la comunità diocesana si sta impegnando a realizzare. Lo stile  è quello tipico della Caritas, la cui funzione pastorale sposa quella pedagogica”. A Piazza Armerina il referente della Caritas diocesana è il vescovo mons. Rosario Gisana, che ha coinvolto nelle attività i diaconi della diocesi.

Spazio: Agenzia spaziale europea, “costruiti villaggi 3d per Marte e la Luna”

Fri, 2017-03-31 11:03

Un villaggio marziano e uno lunare costruiti con una stampante 3d che saranno installati rispettivamente su Marte e sulla Luna. Lo ha annunciato il responsabile della sezione di Tecnologia dei materiali dell’Agenzia spaziale europea, Tommaso Ghidini, durante “C’è Spazio”, il programma di divulgazione scientifica di Tv2000, in onda ieri sera e ogni giovedì alle 21.05, patrocinato dall’Esa, Agenzia spaziale europea, da Asi, Agenzia spaziale italiana, e da Inaf, Istituto nazionale di astrofisica. “All’Agenzia spaziale europea – ha sottolineato Ghidini a Tv2000 – abbiamo già costruito una sezione di base lunare, utilizzando un simulante della regolite lunare (un minerale presente sulla superficie del nostro satellite ndr). Questa sezione di ‘Moon Village’ pesa una tonnellata e mezzo ed è stata costruita utilizzando una stampante 3d. Ma mi fa anche piacere annunciare che pochi giorni fa abbiamo ricostruito in 3d anche un simulacro di base marziana utilizzando elementi presenti sul suolo marziano, nello stesso modo di quanto già fatto in occasione della realizzazione della base lunare”.
“Non c’è altro modo per andare su un altro pianeta se non quello di utilizzare le risorse che sono già su quel pianeta – ha spiegato il responsabile dell’Agenzia spaziale europea -. E il fascino di tutto ciò è che è estremamente elegante dal punto di vista ingegneristico: prima di tutto non bisognerebbe inviare nulla sulla Luna, perché tutti i materiali sarebbero già lì, per seconda cosa utilizzeremmo il Sole come fonte di energia, focalizzando in un punto i raggi solari attraverso una lente che riscalderà e cuocerà strato per strato la regolite lunare per costruire un igloo, cosa che noi abbiamo già fatto”.

Il ‘Moon Village’ sarebbe anche ottimale per risolvere i due più grandi problemi che si pongono quando si pensa a colonizzare un altro pianeta o il nostro satellite: “Questa protezione in cemento armato proteggerebbe gli abitanti del ‘Moon Village’ dalle due minacce maggiori per la vita sulla Luna, che sono le radiazioni e la pioggia di meteoriti o micrometeoriti causata dalla mancanza di atmosfera”. Le stampanti 3d per Ghidini sono la soluzione al problema della costruzione delle basi umane sulla Luna e su Marte: “Per costruire la base lunare la stampante 3d sarà la soluzione. La stampante sarà in grado anche di fornire una parte di quegli strumenti di cui gli astronauti avranno bisogno per lavorare. Infatti, una parte di questi verranno lanciati, mentre i restanti verranno realizzati con una stampante 3d sempre utilizzando risorse lunari: regolite, titanio estratto da questa e riutilizzando addirittura le plastiche e i metalli dei vari lander di precedenti missioni lunari, in una sorta di riciclo continuo. Su Marte potremmo costruire colonie procedendo nello stesso modo di quello appena esposto per la Luna, ovvero utilizzando risorse in situ, io non vedo altro modo”. Da Tommaso Ghidini infine un pensiero a chi questo futuro lo costruirà, i giovani: “Quando vedo i giovani sono pieno di speranza. Perché non è vero, come si dice, che giovani sono privi di motivazioni e visioni. I ragazzi hanno bisogno di progetti simili per far realizzare le loro ambizioni e aspirazioni e poter portare l’umanità a vivere su un altro pianeta”.

Papa Francesco: ricevuto in udienza frère Alois. Si è parlato della prossima visita del patriarca Bartolomeo a Taizé

Fri, 2017-03-31 10:50

Papa Francesco ha ricevuto ieri in udienza privata il priore di Taizé, frère Alois, per la quarta volta dall’inizio del suo pontificato. Quest’anno, frère Alois ha desiderato evocare, tra i diversi argomenti, la vita comunitaria dei fratelli, la ricerca dell’unità tra i cristiani, l’accoglienza dei giovani a Taizé, la presenza accanto alla comunità di rifugiati di diversi Paesi del mondo. Ha anche informato il Papa della prossima eccezionale visita a Taizé del Patriarca Bartolomeo di Costantinopoli, il 25 aprile. Per le prossime celebrazioni pasquali a Taizé, circa 8.000 giovani trascorreranno qualche giorno sulla collina, prima e dopo Pasqua. Per la prima volta verrà proposta una veglia di preghiera attorno a un grande fuoco nella notte tra il sabato e la domenica e la celebrazione di Pasqua avrà luogo la domenica mattina a partire dalle ore 6.30.

Pasqua: Ceis, il cardinale Bagnasco celebra la messa il 4 aprile

Fri, 2017-03-31 10:38

Martedì 4 aprile, alle ore 18, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana e del Consiglio delle Conferenze episcopali europee, presiederà la messa di Pasqua nel Centro italiano di solidarietà (Ceis) don Mario Picchi di Roma. Alla celebrazione, che si svolgerà nella sede centrale del Ceis in via Attilio Ambrosini, 129, parteciperanno i ragazzi delle comunità terapeutiche, le donne con bambini in difficoltà, i rifugiati politici ospiti del Centro insieme con i loro familiari e gli operatori delle diverse strutture. “Siamo onorati e felici per i nostri ragazzi – sottolinea il presidente del Ceis, Roberto Mineo – che il cardinale Bagnasco voglia celebrare la Pasqua insieme con tante persone che lottano ogni giorno per uscire da numerose forme di dipendenza, in primis quella della droga, ma anche il gioco d’azzardo patologico. Due vere e proprie metastasi contro le quali da sempre il presidente della Cei si è battuto con forza e con grande coerenza denunciando ad alta voce le cause e i colpevoli di questi mali. La sua visita al Ceis vuole essere un segno concreto che la Chiesa è contraria a ogni forma di liberalizzazione della cannabis”. In quasi cinquant’anni di attività – si ricorda in una nota – il Ceis ha accolto diverse volte il beato Paolo VI, san Giovanni Paolo II e Papa Francesco. Così come ormai è di casa il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano. Fondato da don Mario Picchi alla fine degli anni Sessanta, il Centro si è sviluppato notevolmente nel corso del tempo con numerose strutture sia a Roma che nella sua provincia: dalla comunità terapeutica per i tossicodipendenti alla cura dei giovani in doppia diagnosi (tossicodipendenza e problemi psichiatrici); dall’assistenza domiciliare ai malati di Aids e agli anziani, alle iniziative in favore di senza fissa dimora, immigrati, rifugiati, richiedenti asilo politico e donne vittime di violenza.

Fondazione Ratzinger: Roma, il 6 aprile evento per i 90 anni di Benedetto XVI con Lombardi e il card. Koch

Fri, 2017-03-31 10:05

In occasione del 90° compleanno del Papa emerito Benedetto XVI, la Fondazione vaticana “Joseph Ratzinger – Benedetto XVI” promuove per giovedì 6 aprile un incontro che si svolgerà a partire dalle 17.30 presso l’Istituto Patristico Augustinianum di Roma. Dopo i saluti di padre Giuseppe Caruso, preside dell’Augustinianum, e di don Giuseppe Costa, direttore della Libreria Editrice Vaticana, il presidente della Fondazione Ratzinger, padre Federico Lombardi, presenterà il volume “Cooperatores Veritatis. Scritti in onore del Papa emerito Benedetto XVI per il 90° compleanno” (Lev), da lui curato insieme a Pierluca Azzaro. “L’opera – si legge in una nota – riunisce i contributi dei 13 studiosi che dal 2011 ad oggi sono stati insigniti con il Premio Ratzinger”. Si tratta di mons. Inos Biffi, Rémi Brague, rev. Richard Burridge, mons. Waldemar Chrostowski, padre Brian E. Daley, padre Mario De França Miranda, don Olegario González de Cardedal, padre Maximilian Heim, Nabil el-Khoury, Ioannis Kourempeles, Anne-Marie Pelletier, Christian Schaller, Manlio Simonetti. A seguire, il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani e membro del comitato scientifico della Fondazione, terrà una relazione che ha per titolo “Una sinfonia di amore e verità nella libertà. Joseph Ratzinger/Benedetto XVI testimone grato della fede pasquale”.

Diocesi: Istess Terni, sabato don Epicoco conclude il Seminario filosofico

Fri, 2017-03-31 09:44

Sarà la conferenza su “Identità e relazione: come viverle” a chiudere, sabato 1° aprile, la XVIII edizione del Seminario filosofico che quest’anno l’Istituto di studi teologici e storico-sociali (Istess) di Terni ha dedicato al tema “Io, noi, gli altri. Identità e relazione”. Alle 16.30, presso il Museo diocesano di Terni, interverrà don Luigi Maria Epicoco, prete a L’Aquila e autore di libri e articoli scientifici di carattere filosofico e teologico. Don Epicoco è docente di filosofia alla Pontificia Università Lateranense e all’Issr “Fides et ratio” de L’Aquila oltre ad essere il direttore della residenza universitaria San Carlo Borromeo all’Aquila e parroco della parrocchia universitaria San Giuseppe Artigiano, “dove ha vissuto – si legge in una nota – la tragica vicenda del terremoto occupandosi in prima linea della ricostruzione per l’arcidiocesi”. Nel corso dell’incontro – moderato da Giampiero Galleano, counselor del Seminario filosofico – “affronteremo il tema dell’identità nelle diversità” spiega Stefania Parisi, direttore dell’Istess di Terni. “Come vivere le diversità e come rapportarsi alla propria identità? Questa domanda sarà il cuore dell’incontro”, conclude Parisi, osservando che “d’altra parte ‘chi siamo noi?’ è la domanda filosofica per eccellenza”.

Simposio Ccee giovani: card. Angelo Bagnasco, “la famiglia è scuola di umanità”

Fri, 2017-03-31 09:36

“La famiglia è scuola di umanità e di fede, la prima palestra di virtù umane e cristiane, dove impariamo ad amare ed essere amati, ad avere fiducia in noi, negli altri, nella vita”. Lo ha detto ieri sera il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali. Il cardinale ha presieduto una messa nella “Sagrada Familia” di Bercellona con i 275 partecipanti al Simposio europeo sui giovani che si conclude oggi. In famiglia – ha detto il cardinale – “impariamo ad essere liberi, a prenderci per mano ad essere signori di noi stessi. Impariamo ad essere responsabili, sentiamo di poter contare sugli altri e che gli altri contano su di noi. Impariamo la bellezza dei legami e dei limiti che ci salvano dalla presunzione e dall’arroganza e che di aprono agli altri per chiedere e offrire ascolto, parola, servizio d’amore”. Il card. Bagnasco ha quindi domandato: “Amo la mia famiglia? Sono incantato dal dono ricevuto?”. E ancora: “Mi sento parte attiva oppure sono spettatore indifferente? La famiglia che prega non sarà mai disperata e nelle prove troverà sempre una via di superamento: prego con i miei genitori?”. “Dio – ha concluso il presidente del Ccee – ci ha scelti e ci ha chiamati per nome, ci ha disegnati sul palmo della sua mano. In questo essere conosciuti da sempre, sta la nostra dignità inviolabile, il nostro incomparabile valore, la bellezza della nostra vita in qualunque situazione si trovi”.

Santi: domani presentazione del libro “Una goccia d’amore cambia il mondo: Madre Teresa e l’Università Cattolica”

Fri, 2017-03-31 09:22

“Una goccia d’amore cambia il mondo: Madre Teresa e l’Università Cattolica” è il titolo del volume (edito da Cantagalli) di Giuseppe Noia, direttore dell’Hospice perinatale del Policlinico Gemelli che verrà presentato a Roma sabato 1° aprile, presso la chiesa di San Gregorio al Celio (Sant’Andrea), alle ore 17. È il racconto della traccia che la Santa di Calcutta ha lasciato in occasione di una serie di incontri di cui l’autore del libro è stato testimone e protagonista in prima persona. “Il servizio agli umili, la povertà, l’aborto, l’amore per i bambini, l’importanza del sorriso, il valore e la sacralità della professione medica, vista da Madre Teresa come vocazione, missione e anche dono di Dio; tante le indicazioni preziose regalate dalla Madre nel corso delle varie visite. Parole e gesti che – si legge in una nota della onlus “il Cuore in una Goccia”, che ha promosso l’evento – hanno guidato i medici del Policlinico Gemelli, arricchito le menti e i cuori degli studenti dell’Università Cattolica. Nel ripercorrere gli eventi, si delinea, chiaro, il disegno di una nuova missione da condurre per la difesa dei più poveri tra i poveri: i bambini non ancora nati e, in particolare, quelli con patologie prenatali, quelli spesso ‘scartati’ dalla società; un nuovo cammino da compiere che ha già un’impronta da seguire, una semplice regola: “I do it for Jesus” (faccio questo per Gesù)”. Alla presentazione interverrà, oltre all’autore, Massimo De Lellis, specialista in medicina bioetica. I diritti d’autore del libro saranno devoluti a beneficio della onlus “il Cuore in una Goccia”.

Diocesi: Molfetta, deceduto mons. Tommaso Tridente, vicario generale dai tempi di don Tonino Bello

Fri, 2017-03-31 09:05

È deceduto nel tardo pomeriggio di ieri, 30 marzo, monsignor Tommaso Tridente, già vicario generale della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi. Aveva 87 anni di età e 63 di sacerdozio. “A tutti – sottolinea la diocesi in una nota – è nota la sua affabilità e la serenità di un sorriso sempre disponibile. Il vescovo, mons. Domenico Cornacchia, tutto il clero e la comunità diocesana lo affidano al Signore che mons. Tridente ha servito in pienezza e generosità”.
Tanti gli incarichi ricoperti da don Tommaso, fino a quando la salute glielo ha consentito: dal rettorato al Seminario Regionale, al parrocato prima al Sacro Cuore poi alla cattedrale di Molfetta. Tridente aveva anche accompagnato mons. Salvucci al Concilio Vaticano II. Vicario generale dagli anni di episcopato di mons. Antonio Bello a mons. Luigi Martella. La camera ardente è allestita nella chiesa di San Pietro, in Molfetta. Alle ore 15.30 la salma sarà trasferita nella chiesa cattedrale dove, alle ore 20, la comunità diocesana è invitata a una veglia di preghiera. Sabato 1 aprile, alle ore 10.30, mons. Cornacchia presiederà i funerali in cattedrale.

Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Usa, dazi su prodotti Ue e italiani. Dichiarazione di Firenze dal G7 sulla cultura. Venezuela, esautorato il Parlamento

Fri, 2017-03-31 09:00

Gli Usa di Trump studiano dazi sui prodotti Ue, anche italiani

L’amministrazione Usa sta valutando di imporre dazi punitivi del 100% sugli scooter Vespa (Piaggio), l’acqua Perrier (Nestle’, che produce anche la San Pellegrino) e il formaggio Roquefort in risposta al bando Ue sulla carne di manzo Usa di bovini trattati con gli ormoni: lo scrive il Wall Street Journal. Dietro la misura ci sarebbero le proteste dei produttori di carne di manzo americani, secondo i quali l’Ue non ha aperto abbastanza i propri mercati alla loro carne di manzo non trattata con gli ormoni, come prevedeva un accordo del 2009.

G7 cultura, nasce dichiarazione Firenze

I ministri della Cultura dei Paesi del G7 hanno firmato un documento, la “dichiarazione di Firenze”, a conclusione del primo giorno dei lavori del G7 della cultura. Lo ha annunciato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini nell’incontro con la stampa. “La discussione si è concentrata su molti argomenti, in primo luogo – ha detto – sul patrimonio culturale che è minacciato dal terrorismo e dalle calamità naturali e che la comunità internazionale stessa deve impegnarsi per proteggere e tutelare”.

Venezuela, esautorato il Parlamento: pieni poteri a Maduro. “E’ un colpo di Stato”

Si aggrava la crisi istituzionale in Venezuela. Con una sentenza che è già stata definita un “colpo di stato“, il Tribunale Supremo di Giustizia ha assunto tutti i poteri dell’Assemblea nazionale, chiudendo formalmente il Parlamento di Caracas in mano all’opposizione e consentendo al presidente Nicolas Maduro di governare senza controlli. Nella sentenza, riportano i media locali, l’Alta corte ha dichiarato che fino a quando persisterà la situazione di “ribellione e oltraggio” nei confronti del presidente, le competenze parlamentari dell’Assemblea saranno esercitate direttamente dalla sala costituzionale (del Tsj) o da qualsiasi organo che essa disponga, al fine di garantire lo stato di diritto“. Il governo di Maduro sarà solo tenuto ad “informare” il Tsj delle sue decisioni, mentre “l’Assemblea nazionale, agendo de facto, non potrà modificare le condizioni proposte né pretendere di stabilirne altre”.

Brexit Scozia: Sturgeon scrive a May, chiede referendum

La first minister scozzese Nicola Sturgeon ha formalizzato in una lettera inviata alla premier britannica Theresa May la richiesta di un referendum bis sull’indipendenza della Scozia, dopo il voto di martedì con cui il Parlamento di Edimburgo ha approvato una mozione al riguardo. Sturgeon, leader indipendentista dell’Snp, vorrebbe sottoporre la questione agli elettori entro due anni, prima che il percorso della Brexit sia completato. Ma May ha già risposto nei giorni scorsi che non è il momento e che per ora non se ne parla.

Corea Sud, arrestata ex presidente Park

Si chiude la parabola discendente dell’ex presidente sudcoreana Park Geun-hye. La donna, accusata di corruzione, è stata arrestata dopo che la Corte distrettuale centrale di Seul aveva dato il via libera al suo mandato di arresto. L’agenzia di stampa Yonhap ha aggiunto che la decisione della Corte è arrivata dopo un’audizione durata circa 9 ore. Il giudice Kang Bu-young ha riferito ai giornalisti di avere preso una decisione in tal senso in quanto c’è la preoccupazione che l’ex presidente possa distruggere le prove che potrebbero essere usate contro di lei nel futuro dibattimento. Park, 65 anni, era decaduta lo scorso 10 marzo, dopo che la Corte costituzionale aveva validato l’impeachment del 9 dicembre votato dal Parlamento.

Unicef, aumento bimbi somali malnutriti. Spettro di una carestia 

Aumentano in Somalia i bambini affetti da malnutrizione acuta grave e colera o diarrea acquosa acuta, ammonisce l’Unicef mobilitata per scongiurare una catastrofe come quella della carestia che ha colpito il Paese africano nel 2011. Lo spettro di una carestia minaccia nuovamente la Somalia e “i bambini stanno morendo per malnutrizione, fame, sete e malattie. Durante la carestia del 2011, circa 130.000 bambini sono morti, di cui circa la metà dei prima che la carestia fu dichiarata.

  

Notizie Sir del giorno: lettera Papa per Incontro famiglie di Dublino, mons. Moraglia su cellula jihadista a Venezia, Medjugorje

Thu, 2017-03-30 19:30

Papa Francesco: lettera in preparazione al IX Incontro mondiale di Dublino. “La famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi

Le famiglie devono chiedersi spesso “se vivono a partire dall’amore, per l’amore e nell’amore”. È quanto scrive il Papa, nella lettera inviata oggi al card. Kevin Farrel, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, in preparazione al IX Incontro mondiale delle famiglie, che si svolgerà dal 21 al 26 agosto 2018 a Dublino, in Irlanda, sul tema “Il Vangelo della Famiglia: gioia per il mondo”. “Come sarebbe migliore la vita familiare se ogni giorno si vivessero le tre semplici parole ‘permesso’, ‘grazie’, ‘scusa’”, ha sottolineato Francesco, per il quale “la famiglia continua ad essere buona notizia per il mondo di oggi”. (clicca qui)

Sgominata cellula jihadista a Venezia: mons. Moraglia (patriarca), “è una notizia che dà fiducia e fa in modo che i cittadini non si sentano soli”

“Di fronte alla notizia dell’operazione portata a termine questa mattina dalle forze dell’ordine, coordinate dalla magistratura, si avverte un vero senso di sollievo e profonda gratitudine nei confronti delle istituzioni. È una notizia che dà fiducia e fa in modo che i cittadini non si sentano soli; percepiamo la città più sicura, tanto per chi vive in essa quanto per chi vi lavora e per i turisti che, ogni giorno, l’affollano”. Lo afferma al Sir il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, riguardo all’operazione conclusa stamattina a Venezia con cui è stata sgominata una cellula jihadista. (clicca qui)

Donald Trump: card. Turkson (Santa Sede), “c’è preoccupazione, ma la speranza è che le cose cambino”

“C’è un po’ di preoccupazione, ma per fortuna ci sono anche voci contrarie, in disaccordo e contro”. Lo ha detto oggi il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, presidente del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, rispondendo ai giornalisti sulle posizioni del presidente americano e il suo atteggiamento nei confronti dei Paesi in via di sviluppo, in occasione della presentazione del convegno organizzato dal suo dicastero il 3 e 4 aprile, sul tema: “Prospettive per il servizio dello sviluppo umano integrale a 50 anni dalla Populorum progressio”. Il porporato ha auspicato che “Trump stesso cominci a ripensare alcune sue decisioni”. Di qui l’auspicio: “Siamo pieni di speranza che le cose cambieranno”. (clicca qui)

Brexit: card. Marx, “separazione sarà dolorosa e costosa per entrambe”

Si è parlato di Brexit ai lavori della plenaria della Commissione degli episcopati europei (Comece), che si è conclusa oggi. Il presidente, card. Reinhard Marx, ha ribadito che “la Chiesa ha sempre sostenuto il processo di unificazione e la solidarietà tra gli Stati membri”. Egli “deplora l’uscita del Regno Unito dell’Ue”, riferisce la nota diffusa nel pomeriggio dal segretariato. “Né gli inglesi né gli europei sono consapevoli delle profonde implicazioni di questa decisione. La separazione sarà dolorosa e costosa per entrambe”, pur nella consapevolezza che “sia l’uno sia l’altro siamo parte dell’Europa”. (clicca qui)

Simposio Ccee giovani: mons. Fisichella (Santa Sede), “accompagnare richiede ascolto e silenzio”. Oggi la “Fiera delle buone pratiche”

Accompagnare i giovani significa fare con loro un “tratto di strada insieme” e questo richiede “l’ascolto, e quindi il silenzio necessario perché l’ascolto possa cogliere l’intimo e la profondità di chi parla”. Lo ha detto questa mattina mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, intervenendo a Barcellona al Simposio europeo sui giovani che sta riunendo fino a domani 275 delegati delle 37 Conferenze episcopali d’Europa. Oggi è stata anche è la giornata dello scambio delle numerose iniziative che in tutta Europa si realizzano su vari fronti e ambiti per e con i giovani. Una vera e propria “Fiera delle buone pratiche”. (clicca qui)

Medjugorje: mons. Hoser (inviato speciale), “Papa molto interessato allo sviluppo della pietà popolare che si svolge in questo luogo”

“Il Santo Padre è molto interessato allo sviluppo della pietà popolare che si svolge in questo luogo. Questo fa anche parte della mia missione: valutare la pastorale di questo luogo e proporre direttive che si dovranno realizzare in futuro”. Lo ha detto mons. Henryk Hoser, inviato speciale della Santa Sede e arcivescovo di Warszawa-Praga, rivolgendosi ai fedeli riuniti nella chiesa parrocchiale di San Giacomo, a Medjugorje. L’11 febbraio scorso Papa Francesco ha incaricato mons. Hoser di visitare Medjugorje in qualità di inviato speciale della Santa Sede. La missione dell’arcivescovo, come da lui stesso sottolineato prima della partenza per la Bosnia-Erzegovina, intende operare “per il bene dei pellegrini” affinché vengano “migliorate e coordinate più adeguatamente a livello locale le attività pastorali”. (clicca qui)

Violenza sulle donne: card. Ravasi, “educazione unico antidoto”

“L’unico vero strumento di prevenzione della violenza, in generale e nello specifico contro le donne, è l’educazione, e questo è un grande compito per la scuola e per la Chiesa”. Lo dice al Sir il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, a margine dell’incontro “Prepotenza e paura. La dignità della donna contro la violenza”, promosso a Roma per iniziativa del Cortile dei Gentili nell’ambito del progetto il Cortile degli studenti al quale partecipano oggi circa 300 allievi dell’ultimo triennio di alcune scuole superiori romane. (clicca qui)

Avvenire: i temi della prima pagina di domani 31 marzo. Guerra commerciale Usa-Europa, lettera Papa alle famiglie, Venezia

Thu, 2017-03-30 19:29

La guerra commerciale tra Usa ed Europa, con i dazi al 100% che l’amministrazione di Donald Trump si appresta a varare, è il tema del titolo di apertura di Avvenire che evidenzia anche l’auspicio espresso ieri dal cardinale Turckson alla stessa presidenza Usa perché cambi atteggiamento in particolare sulla politica migratoria. Alla questione è dedicato anche l’editoriale di Vittorio E. Parsi che sottolinea come “il vero rischio è che ai mali dell’ultraliberismo finanziario si sommino in futuro quelli del protezionismo commerciale, con conseguenze devastanti proprio sui livelli occupazionali e di vita dei ceti deboli e subalterni: che negli Stati Uniti (come in Europa peraltro) non bevono certo Perrier, non mangiano Roquefort, forse vanno in Vespa, ma continueranno comunque a pagare il conto più salato di questa globalizzazione senza governo”.
In evidenza poi le parole del Papa rivolte alle famiglie per il IX raduno mondiale che si terrà a Dublino nel 2018 e il caso dell’outlet di Serravalle che la proprietà vorrebbe tenere aperto anche il giorno di Pasqua.
Infine, la notizia degli arresti dei jihadisti che stavano progettando un attentato a Venezia e la situazione sempre più critica in Venezuela dove sono stati accordati pieni poteri al presidente Maduro, esautorando il Parlamento.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie