Agensir.it

Syndicate content
Servizio Informazione Religiosa
Updated: 8 hours 27 min ago

Cardinale Bassetti: incontro a Spello con l’Azione cattolica, “seminare, accogliere, ascoltare, cuore pulsante dell’azione dei laici”

Mon, 2017-07-17 10:01

Riflettendo sulla parabola del seminatore, il cardinale Gualtiero Bassetti, incontrando l’Azione cattolica a Spello, ha affermato: “Gesù invita continuamente i suoi discepoli ad ascoltare. Li invita a non farsi dominatori ma docili custodi di una Parola che è stata rivelata e donata. Custodi di una parola di vita che devono donare al mondo con la stessa gioia e la stessa gratuità con cui l’hanno ricevuta. Quel seme e quella parola che hanno avuto non è di loro proprietà. Essi hanno il privilegio di esserne intermediari preziosi ma mai proprietari unici. E questo è il dono che ogni credente ha ricevuto: ognuno nel proprio ministero o nel proprio ruolo. E questo è anche il grande dono per l’Azione cattolica”. “Infatti, questi tre verbi che abbiamo appena accennato – seminare, accogliere, ascoltare – rappresentano il cuore pulsante dell’azione dei laici nel mondo contemporaneo… Tre azioni, tre verbi, che caratterizzano da sempre la storia dell’Azione cattolica e che possono essere messe accanto alle tre parole che da sempre la contraddistinguono: preghiera, azione e sacrificio”.
Paolo VI, ha detto il presidente Cei, in occasione del centenario dell’Azione cattolica “ne ribadì con forza la missione: ‘servizio costante per il prossimo e difesa della verità’. Papa Francesco in occasione del 150° anniversario della fondazione ha invitato l’Ac a raggiungere le ‘periferie’ e a cercare ‘senza timore il dialogo con chi vive accanto’ perché è nel ‘dialogo che costruiamo la pace, prendendoci cura di tutti e dialogando con tutti’. Queste parole di due grandi papi si legano alla perfezione con le tre azioni che abbiamo messo in rilievo oggi, seminare, accogliere, ascoltare, e ne danno un ancor maggior significato. Perché nulla è impossibile a Dio”.

Cardinale Bassetti: incontro a Spello con l’Azione cattolica, “cristianesimo è fede fondata sull’amore che viene da Dio”

Mon, 2017-07-17 10:00

“Ci sono tre parole che, meglio di altre, sintetizzano la liturgia della Parola di oggi: il seminatore; il terreno; le orecchie. Tre parole a cui sono legati tre verbi di cruciale importanza: seminare; accogliere; ascoltare”. Attorno a questi tre verbi si è sviluppata l’omelia che il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Conferenza episcopale italiana, ha svolto durante la messa celebrata ieri a Casa San Girolamo di Spello, incontrando la presidenza nazionale dell’Azione cattolica. Il cardinale – accolto dal presidente Matteo Truffelli e dall’assistente ecclesiale mons. Gualtiero Sigismondi – ha trascorso la mattinata con la presidenza, per un confronto durante il quale ha invitato a riprendere e sviluppare il profilo di chiesa e di laicato presenti nella “Evangelii nuntiandi” di Papa Paolo VI e nella “Evangelii gaudium” di Papa Francesco. Ha quindi parlato di una “chiesa del tempo ordinario”, nel quale l’Ac è chiamata a svolgere un ruolo “essenziale”. Si trattava, ha ricordato il porporato, del primo incontro con un’associazione ecclesiale da quando ha assunto la presidenza Cei. “Il seminatore – ha fra l’altro affermato nell’omelia – compie due diversi movimenti: esce e semina. Esce da dove? Non si tratta di un’uscita da un luogo a un altro. È un’uscita esistenziale e mistagogica. Esce da se stesso per andare incontro all’altro. È quello a cui ci invita continuamente papa Francesco. È un’uscita che è essenzialmente un atto di amore totale e gratuito, e mai un semplice gesto esteriore. È questo un punto cruciale: il cristianesimo non è una religione incentrata sul dovere, ma è una fede fondata sull’amore preveniente da Dio”.

Giornata giustizia penale internazionale: Mogherini (Ue), “garantire che gli autori dei reati più gravi siano assicurati alla giustizia”

Mon, 2017-07-17 09:32

“L’Unione europea e i suoi Stati membri ribadiscono il loro pieno sostegno alla Corte penale internazionale e al rafforzamento di un sistema di giustizia penale internazionale votato a scoraggiare la commissione di reati, lottare contro l’impunità e garantire la protezione dei diritti delle vittime”. Sono parole dell’alto rappresentante dell’Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, in occasione della Giornata della giustizia penale internazionale, che si celebra oggi. Il 17 luglio del 1998 veniva infatti adottato lo Statuto di Roma della Corte penale internazionale. Questa giornata “celebra gli sviluppi e i risultati delle istituzioni di giustizia penale internazionale” e “ricorda che dobbiamo continuare a lavorare, a livello nazionale e internazionale, per garantire che gli autori dei reati più gravi siano assicurati alla giustizia”, ha dichiarato Mogherini. Perché “l’impunità genera maggiore odio, che porta ad atti di vendetta e a ulteriori sofferenze” e “la pace rimane un obiettivo irrealizzabile”. L’Ue sostiene anche le “iniziative di giustizia di transizione e i meccanismi della giustizia internazionale relativi a specifici Paesi”, come nel caso della Siria: l’Ue ha erogato 1,5 milioni di euro a favore del meccanismo internazionale, imparziale e indipendente per fornire assistenza nelle indagini e nell’azione penale nei confronti dei responsabili dei crimini più gravi in base al diritto internazionale.

Papa Francesco: Angelus, “un saluto speciale alla comunità cattolica venezuelana”

Mon, 2017-07-17 09:02

“Un saluto speciale rivolgo alla comunità cattolica venezuelana, rinnovando la preghiera per il vostro amato Paese”. Al termine dell’Angelus di ieri, il Papa ha rivolto nuovamente il suo pensiero al Venezuela, in una giornata cruciale per il futuro del Paese. Si è svolto ieri, infatti, il referendum popolare promosso dall’opposizione per dire no all’Assemblea costituente voluta dal presidente Maduro. I vescovi del Paese sostengono l’iniziativa, che non è riconosciuta dalle autorità, per contrastare – affermano – il tentativo di instaurare una dittatura militare marxista. Intanto, la crisi umanitaria si aggrava sempre di più. La Caritas italiana ha pubblicato un rapporto intitolato “Inascoltati, un popolo allo stremo chiede i suoi diritti fondamentali”. Sono oltre 11mila i bambini morti nel 2016 per mancanza di medicinali e la mortalità materna è aumentata quasi del 70%. Di fronte alla crisi alimentare, sanitaria e di sicurezza, la Cei ha voluto offrire un contributo di 500mila euro.

Papa Francesco: Angelus, fare “una bonifica del nostro cuore”

Mon, 2017-07-17 09:01

“Gesù, quando parlava, usava un linguaggio semplice e si serviva anche di immagini, che erano esempi tratti dalla vita quotidiana, in modo da poter essere compreso facilmente da tutti”. Lo ha detto il Papa, durante l’Angelus di ieri. “Per questo lo ascoltavano volentieri e apprezzavano il suo messaggio che arrivava dritto nel loro cuore”, ha proseguito: “E non era quel linguaggio complicato da comprendere, quello che usavano i dottori della legge del tempo, che non si capiva bene ma che era pieno di rigidità e allontanava la gente. Non era una teologia complicata”. Nella parabola del buon seminatore, ad esempio, Gesù “si presenta come uno che non si impone, ma si propone”. “Il nostro cuore, come un terreno, può essere buono e allora la Parola porta frutto – e tanto – ma può essere anche duro, impermeabile”, ha spiegato Francesco. Tra il terreno buono e la strada, per il Papa ci sono però due terreni intermedi: il terreno sassoso, dove “il seme germoglia, ma non riesce a mettere radici profonde”, segno di un cuore superficiale, “senza spessore, dove i sassi della pigrizia prevalgono sulla terra buona, dove l’amore è incostante e passeggero”, e il terreno spinoso, “pieno di rovi che soffocano le piante buone”. “I rovi sono i vizi che fanno a pugni con Dio, che ne soffocano la presenza”, ha ammonito Francesco: “Anzitutto gli idoli della ricchezza mondana, il vivere avidamente, per sé stessi, per l’avere e per il potere”. Di qui l’invito a guardarci dentro: “A ringraziare per il nostro terreno buono e a lavorare sui terreni non ancora buoni”. “Chiediamoci se il nostro cuore è aperto ad accogliere con fede il seme della Parola di Dio”, l’esortazione finale: “Chiediamoci se i nostri sassi della pigrizia sono ancora numerosi e grandi; individuiamo e chiamiamo per nome i rovi dei vizi. Troviamo il coraggio di fare una bella bonifica del terreno, una bella bonifica del nostro cuore”.

Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. “Ius soli” rimandato a dopo l’estate. Venezuela, sangue sul referendum anti-Maduro

Mon, 2017-07-17 09:00

Ius soli: Gentiloni rinvia l’approvazione della legge, “impegno a vararla entro l’autunno”

Quella per lo “ius soli” è “una legge giusta” ma “non ritengo ci siano le condizioni per approvare il ddl sulla cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia prima della pausa estiva”. Lo ha affermato ieri il premier Paolo Gentiloni, in una nota nella quale ha assicurato che “l’impegno mio personale e del governo per approvarla in autunno rimane”. La presa di posizione di Gentiloni arriva dopo i distinguo e le divisioni nella maggioranza di governo n vista del voto in Senato. Per monsignor Gian Carlo Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio e già direttore generale di Migrante, il rinvio dell’approvazione della legge “è una vittoria dei prepotenti sui piccoli che non hanno voce, una vittoria dell’indecisione, una vittoria dell’incapacità di risolvere i problemi”.

Venezuela: sangue sul referendum anti-Maduro

Sangue sul referendum informale convocato dall’opposizione al leader venezuelano Nicolas Maduro per respingere la convocazione di una nuova Assemblea costituente, per la cui formazione le elezioni sono in programma per domenica 30 luglio. A Caracas, l’attacco di “gruppi paramilitari” ha causato la morte di una donna in un seggio a Catia, quartiere popolare e un tempo chavista. Ma il bilancio potrebbe aggravarsi visto che altre persone sono state ferite. L’affluenza è stata comunque elevata, con oltre 7 milioni partecipanti. Per il referendum “anti-Maduro” si è votato anche in una settantina di Paesi nel mondo; seggi sono stati allestiti anche in Italia, a Milano, Torino, Bologna e Napoli. A Roma ha votato anche il padre del capo dell’opposizione al presidente venezuelano, Leopoldo Lopez, oggi agli arresti domiciliari dopo aver trascorso più di 3 anni in carcere.

Migranti: proteste per l’accoglienza nel messinese e a Civitavecchia

Non si placano le proteste relative all’accoglienza dei migranti sbarcati sulle coste italiane. I sindaci dei Nebrodi, nel messinese, dopo l’ingresso di 50 migranti nell’hotel Canguro, a Sinagra (Me), hanno dato il via ad un presidio permanente davanti all’albergo invocando un incontro con il prefetto di Messina, che ha disposto il trasferimento al centro delle polemiche. Ieri sera il prefetto ha comunicato la convocazione dei Primi cittadini per giovedì 20 luglio, alle 12. I sindaci, che non si dichiarano contrari all’accoglienza, chiedono che questa sia concordata con gli enti locali e non imposta dall’alto. A Civitavecchia, invece, il sindaco Antonio Cozzolino ribadisce la sua contrarietà al progetto del governo di aprire un hotspot per i migranti nel porto cittadino. Gli attracchi di navi per consentire gli sbarchi sono in programma già per questa settimana.

Italia: al via le domande per il “Bonus asilo nido”

Dalle 10 di oggi sarà possibile presentare la domanda per ottenere il “Bonus asilo nido”. Il beneficio, di 1.000 euro, spetta ai genitori di minori nati o adottati dal 1° gennaio 2016, residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo. “Ai cittadini italiani – spiega l’Inps – per tale beneficio, sono equiparati i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria”. La richiesta potrà essere inoltrata fino al 31 dicembre 2017 attraverso i servizi web dell’Inps, Contact Center integrato o enti di Patronato. Il richiedente dovrà essere colui che ha affrontato l’onere della spesa per quanto concerne l’asilo nido e dovrà essere anche convivente in caso di agevolazione per supporto domiciliare. Il contributo, che può essere percepito al massimo per un triennio, è destinato al pagamento di rette per asili nido pubblici e privati o per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore dei bambini al di sotto dei 3 anni affetti da gravi patologie croniche. “L’erogazione del bonus – precisa l’Inps – avverrà con cadenza mensile e sarà parametrato in 11 mensilità per quanto concerne la frequenza dell’asilo nido e in unica soluzione per il supporto domiciliare”. Il primo pagamento comprenderà l’importo delle mensilità documentate sino a quel momento maturate, mentre dal successivo l’importo del bonus sarà al massimo di 90,91 euro mensili e comunque non superiore alla spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.

Corea: prove di dialogo tra Pyongyang e Seul

A due anni dall’accordo per rilanciare le relazioni diplomatiche, la Corea del Sud apre al dialogo con la Corea del Nord nell’intento di fermare qualsiasi attività militare al confine tra i due Paesi asiatici. “Il ministero delle difesa – ha dichiarato il vice ministro sudcoreano Suh Choo-Suk – ha richiesto l’inizio delle trattative su argomenti di natura militare il 21 luglio prossimo, nella zona di Tongilgak, per terminare tutte le attività ostili che provocano tensioni militari, lungo la linea di confine”. L’apertura diplomatica arriva a seguito della serie di test missilistici condotti dalla Corea del Nord nelle ultime settimane. I nuovi colloqui dovrebbero tenersi a Panmunjom, il villaggio di frontiera dove due anni si svolsero i negoziati.

Società: mons. Zuppi (Bologna), “l’amore verso il fratello non è volontariato. Unire il servizio alla prossimità”

Sat, 2017-07-15 18:10

“Il nostro servizio non deve essere vissuto come un volontariato: nessuno in famiglia si sognerebbe mai di parlare di volontariato, è soltanto amore verso il fratello”. Lo ha detto oggi pomeriggio mons. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, intervenendo al convegno in corso fino a domani presso la “Fraternità Romena” nel comune di Pratovecchio (Ar). Parlando di Papa Francesco ha affermato: “Il Pontefice riesce a comunicare un senso di prossimità per cui le persone sentono un legame con lui quasi istintivo”. Per il presule, “unire il servizio con la prossimità è una questione che riguarda tutti. Non è solo un problema di ruolo. Quando Papa Francesco afferma in maniera simpatica che i cristiani a volte sono mummie o hanno facce da Quaresima senza Pasqua, ci dice delle verità che toccano tutti”.
L’arcivescovo di Bologna ha anche evidenziato alcuni modi di pensare sbagliati nella società attuale: “Il mondo e l’orgoglio fanno credere che se io prendo, se io posseggo, se io affermo me stesso, trovo l’amore. Invece, la sapienza evangelica ci spiega che solo se perdiamo troviamo. Dobbiamo vivere l’amore che Gesù ci ha insegnato. L’amore dovrebbe essere per noi la specialità della casa e forse l’abbiamo un po’ persa”. Mons. Zuppi ha concluso il suo intervento citando una lettera scritta da don Milani a una giovane studentessa che si interrogava su Dio: “Il sacerdote di Barbiana rispondeva che nel prossimo si può trovare Dio”. Il convegno, che proseguirà fino a domani con gli interventi di padre Ermes Ronchi e del segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, è promosso dalla Fraternità di Romena, fondata da don Luigi Verdi.

Società: mons. Zuppi (Bologna), “dobbiamo riscoprire l’umanesimo misurandoci con la vita concreta delle persone”

Sat, 2017-07-15 17:45

La parola “amore” ha fatto da filo conduttore, oggi pomeriggio, all’intervento dell’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo Zuppi, al convegno in corso fino a domani presso la “Fraternità di Romena” nel comune di Pratovecchio (Ar). Il presule ha aperto il suo intervento ricordando il viaggio compiuto insieme a Francesco Guccini ad Auschwitz. “Nei campi di concentramento è morto l’uomo – ha detto -. Il problema è che non abbiamo imparato a scandalizzarci e a non uccidere il nostro fratello. L’interrogativo sul male procurato dagli uomini resta aperto. L’unica risposta che unisce tutti è nel Vangelo: ‘Avevo fame e mi hai dato da mangiare’. Dobbiamo cercare di riscoprire l’umanesimo, misurandoci con la vita concreta delle persone e con l’eredità che dobbiamo lasciare”.
L’arcivescovo si è poi soffermato sul suo ultimo libro: “Guarire le malattie del cuore” nel quale ha individuato 40 malattie con delle possibili cure. “L’opposto dell’amore è l’orgoglio – ha affermato mons. Zuppi -. Se riusciamo a sconfiggere l’orgoglio staremo bene”. Mons. Zuppi ha indicato due testimoni che sono riusciti a sconfiggere l’orgoglio nella loro vita: San Francesco e Papa Giovanni XXIII.
Ancora il presule ha affermato: “Quando l’amore diventa un riferimento reale con il quale ti confronti, ti cambia completamente. Oggi, purtroppo, abbiamo perso un po’ il senso di famiglia nella Chiesa e abbiamo rinunciato a prendere sul serio il comandamento evangelico di amarci gli uni gli altri. Il Vangelo ci parla di un’umanità molto concreta con la comunità che ha un cuore solo e un’anima sola. Questo passo degli Ati degli Apostoli è un mio testo di riferimento: l’amore che porta ad essere un’anima sola”.

Migrazioni: Taizé, da domani una settimana di riflessione rivolta ai giovani tra i 18 e i 35 anni

Sat, 2017-07-15 17:30

Si apre domani, domenica 16 luglio, a Taizé una settimana di riflessione sulle migrazioni specialmente rivolta ai giovani tra i 18 e i 35 anni che “hanno un interesse o vivono un impegno nell’accoglienza e nell’accompagnamento dei migranti, rifugiati, esiliati”. Seguendo il ritmo scandito dalla preghiera, secondo quanto solitamente avviene nelle settimane estive degli incontri dei giovani, si comincerà lunedì con una conferenza sul “ruolo delle Chiese nell’accoglienza e accompagnamento dei migranti”, a cura di padre Michael Czerny, sottosegretario sezione per le migrazioni e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umao integrale; martedì il tema sarà “le sfide migratorie oggi” a cura di Catherine Wihtol de Wenden, direttrice di ricerca emerita al Cnrs; mercoledì si parlerà di politiche migratorie e accompagnamento dei rifugiati, con Pascal Brice, direttore dell’ufficio francese per la protezione dei rifugiati e apolidi; giovedì invece il programma prevede un “dialogo tra rappresentanti politici europei” seguito da uno scambio aperto a tutti. Venerdì sarà il momento delle esperienze di persone che lavorano nell’accompagnamento dei migranti. Ogni momento tematico sarà seguito da un confronto tra i partecipanti a gruppo. Nel corso della settimana anche alcune testimonianze: quella dei giovani rifugiati che sono stati accolti a Taizé e dell’arcivescovo anglicano di York John Sentamu. A fine dell’incontro, i partecipanti riferiranno di questa loro esperienza a tutti i giovani che sono presenti a Taizé. L’idea di questa particolare settimana, spiegano gli organizzatori “è nata da un incontro a Roma con l’équipe incaricata da Papa Francesco di coordinare l’impegno della Chiesa cattolica con i migranti”. I fratelli di Taizé hanno inviato i giovani che vi parteciperanno a portare giovani rifugiati o migranti insieme a loro.

Diocesi: Tortona, dal 29 luglio al 2 agosto pellegrinaggio dell’Oftal a Lourdes guidato dal vescovo Viola. Partecipano anche 70 giovani

Sat, 2017-07-15 17:17

Saranno oltre 500 i pellegrini che dal 29 luglio al 2 agosto prenderanno parte al pellegrinaggio diocesano dell’Oftal di Tortona. Ammalati, barellieri e dame, medici e fedeli saranno accompagnati dal vescovo di Tortona, mons. Vittorio Viola, e dall’assistente diocesano, mons. Marco Daniele. Al pellegrinaggio – si legge in una nota – parteciperanno anche “70 giovani, tra i 15 e i 25 anni, della Pastorale giovanile diocesana, pronti a vivere un’intensa esperienza di volontariato e di condivisione”. Il tema che contraddistinguerà i giorni nel santuario mariano sui Pirenei, sarà il “Magnificat di Maria”, “la preghiera della speranza – prosegue la nota – nella quale la Vergine esprime la gioia di essere stata visitata da Dio”.

Diocesi: Cuneo, questa sera il card. Bertello presiede la processione per la Madonna del Carmine con la presenza di 90 confraternite

Sat, 2017-07-15 17:13

Saranno mille i confratelli appartenenti ad una novantina di Confraternite di tutta Italia e anche estere che prenderanno parte nella serata di oggi, sabato 15 luglio, alla solenne processione in onore della Madonna del Carmine, tradizione che, a Cuneo, si ripete da oltre 400 anni. Il ritrovo è fissato per le 20.30, presso la chiesa di san Sebastiano, dove si terrà un momento di preghiera presieduto dal card. Giuseppe Bertello, legato pontificio e inviato del Santo Padre a Cuneo per le celebrazioni del 200° anniversario della fondazione della diocesi. Poi partirà la processione che percorrerà contrada Mondovì, via Roma e arriverà in piazza Galimberti. La statua verrà trasportata in duomo, dove si fermerà per la notte per poi uscire nella giornata di domani per la celebrazione eucaristica in piazza Galimberti. Sarà il card. Bertello a presiedere, dalle 18, il rito durante il quale si farà memoria dei 200 anni della diocesi di Cuneo e verrà proclamato san Dalmazzo patrono secondario della diocesi.

Diocesi: Salerno, a settembre i Giochi delle parrocchie per la festa di San Matteo

Sat, 2017-07-15 17:09

Il neo direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale dello sport e tempo libero di Salerno-Campagna-Acerno, Claudio Guarnaccia, in collaborazione con il Coni, propone, in occasione della festa del patrono, i Giochi di San Matteo, dal titolo “Sport e Valori 2017”. “Nell’ambito dei festeggiamenti di San Matteo, patrono della città di Salerno, tornano i Giochi delle parrocchie, con un programma ancora più ricco e coinvolgente degli anni scorsi – scrive Guarnaccia -. Saranno presenti gli sport del mare… e non solo, con la possibilità di sperimentare nuove attività sportive e culturali, come ad esempio canoa, rafting, arrampicata, equitazione, tiro con l’arco, scherma, beach volley, beach badminton, giochi d’acqua e giochi sportivi, sfide ludo linguistiche e tanto altro. Si ripete il Palio delle parrocchie, regata con i ‘gozzi nazionali’ alla quale potranno iscriversi 1 o più equipaggi per parrocchia, composti da un timoniere e 4 rematori (età minima 12 anni). L’appuntamento è per sabato 16 settembre”, a piazza Cavour, dove alle ore 15,30 è previsto il saluto dell’arcivescovo, mons. Luigi Moretti, cui seguiranno benedizione e apertura dei Giochi. Per partecipare occorre inviare un modulo entro il 27 luglio a salerno@coni.it o pastoralesport@diocesisalerno.it.

Diocesi: Napoli, domani si pubblica sul sito la lettera pastorale del card. Sepe “Accogliere i pellegrini. Una missione di drammatica attualità”

Sat, 2017-07-15 17:00

Domani, in occasione della festa della Madonna del Carmine, il card. Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, presiederà la celebrazione eucaristica in onore di Maria Santissima del Carmelo, alle ore 19.30, in piazza del Carmine.
Sempre nella giornata di domani, domenica 16 luglio, sarà pubblicata sul sito dell’arcidiocesi www.chiesadinapoli.it la lettera pastorale del card. Sepe ispirata alla quarta opera di misericordia. “Accogliere i pellegrini. Una missione di drammatica attualità” il titolo della lettera pastorale, che sarà, poi, distribuita in occasione della celebrazione eucaristica che darà inizio all’anno pastorale, il 14 settembre prossimo, alle ore 19, nella chiesa cattedrale con l’intervento dei vescovi ausiliari, dei vicari episcopali, dei decani e dei parroci, di tutto il clero, dei diaconi permanenti dei religiosi e delle religiose, dei movimenti ecclesiali e dei fedeli.

500° Riforma: Camaldoli, dal 6 agosto Settimana teologica su “Le Chiese protestanti: tra storia e teologia”

Sat, 2017-07-15 16:47

Sarà dedicata al tema “Le Chiese protestanti: tra storia e teologia” la Settimana teologica che si svolgerà da domenica 6 a venerdì 11 agosto presso il Monastero di Camaldoli (Ar). L’appuntamento è promosso in collaborazione con l’Associazione teologica italiana e la Facoltà valdese di teologia (Roma). Sarà “un corso di introduzione alla storia e alla teologia protestanti” e una “occasione per una presentazione dell’attuale configurazione delle chiese della Riforma, per accostarsi alle figure dei riformatori, per approfondire alcuni snodi teologici dibattuti (giustificazione, Cena del Signore, ministero pastorale)”. “Verranno inoltre richiamati – prosegue la nota – i principi per l’impegno nel cammino ecumenico, tematizzati nel Concilio Vaticano II e maturati nella fase post-conciliare, con un approfondimento specifico dedicato al dialogo luterano-cattolico”. In programma gli interventi di don Cristiano Bettega, direttore dell’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo della Cei, dei pastore valdesi Fulvio Ferrario, Letizia Tomassone e Pawel Gajewski, del pastore luterano Lothar Vogel, della teologa cattolica Serena Noceti e dei sacerdoti Vito Mignozzi, Daniele Moretto e Angelo Maffeis, oltre a quelli di Emanuele Bordello e Roberto Fornaciari, entrambi monaci di Camaldoli.

Diocesi: mons. Olivero (vescovo eletto Pinerolo) sarà consacrato domenica 8 ottobre a Fossano

Sat, 2017-07-15 16:35

Mons. Derio Olivero, nominato da Papa Francesco lo scorso 7 luglio vescovo di Pinerolo, riceverà l’ordinazione episcopale domenica 8 ottobre, alle 15.30, nella cattedrale di Fossano. La celebrazione eucaristica, durante la quale sarà consacrato vescovo, verrà presieduta dall’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, e concelebrata dai vescovi della Conferenza episcopale di Piemonte e Valle d’Aosta. Secondo quanto riferito dalla diocesi di Fossano, di cui mons. Olivero è stato vicario generale, il neo vescovo farà poi l’ingresso nella diocesi di Pinerolo la domenica successiva, 15 ottobre.

Perdono di Assisi: la christian band Kantiere Kairòs alla 37ª Marcia francescana

Sat, 2017-07-15 16:31

Ci sarà anche la musica della band calabrese Kantiere Kairòs ad accompagnare i partecipanti alla 37ª Marcia francescana del perdono di Assisi (25 luglio-4 agosto), iniziativa che vede migliaia di giovani in partenza da tutta Italia verso la Porziuncola. L’inno ufficiale della marcia di quest’anno, “Un passo oltre”, è stato scritto proprio della christian rock band, composta da 5 musicisti professionisti: Antonello Armieri (voce e chitarra), Jo Di Nardo (chitarra), Gabriele Di Nardo (batteria), Roberto Sasso (tastiere) e Davide Capitano (basso). “Un passo oltre”, si legge in una nota, “sarà al centro del concerto in programma martedì 25 luglio alle 21,30 sul Lungomare vecchio di Diamante (Cosenza), per dare il via al cammino dei giovani marciatori calabresi” verso la Porziuncola. Il gruppo, poi, si esibirà martedì 1° agosto, vigilia della Festa del perdono, a Santa Maria degli Angeli in Assisi, nell’ambito del triduo “Tutti in Paradiso!”, promosso dalle suore francescane alcantarine. “Un piccolo grande sogno si avvera – ha commentato la band sulla propria pagina Facebook -: suoneremo, pregheremo, faremo il nostro concerto in uno dei posti più belli al mondo, Assisi! Quindi, se ‘Tutti in Paradiso’, ci mettiamo in fila anche noi. Vi aspettiamo”. Il concerto si svolgerà dalle 21 nel salone di Casa Frate Jacopa. Nel pomeriggio di mercoledì 2 agosto, invece, Kantiere Kairòs canterà l’inno della Marcia sul palco antistante la basilica della Porziuncola, accogliendo in piazza le migliaia di giovani in arrivo da tutta Italia al termine della Marcia.

Fraternità: tra luglio e agosto la tournée “Serate di Nomadelfia” in Abruzzo e Marche

Sat, 2017-07-15 16:15

Si svolgerà in Abruzzo e Marche la tournée “Serate di Nomadelfia” che quest’anno, tra luglio e agosto, vedrà impegnate 130 persone nel diffondere “un messaggio di fraternità, di gioia e di speranza”. Le “Serate” – si legge in una nota – “sono un modo originale e coinvolgente con cui Nomadelfia si fa conoscere attraverso danze e figurazioni acrobatiche eseguite dai suoi giovani, brevissimi video e folgoranti interventi sullo stile della commedia dell’arte, che ne fanno un evento artistico e un messaggio di vita appassionante”. “Ma è soprattutto il clima di amicizia – prosegue la nota – e il sogno di un mondo più libero, giusto e fraterno che alberga nel cuore di ogni uomo a conferire alle ‘Serate’ un fascino che a distanza di 50 anni non si è appannato e che continua, dopo oltre mille repliche, a riempire le piazze”. Nomadelfia è composta da 350 persone, una sessantina di famiglie che lavorano e vivono insieme nella totale comunione dei beni, secondo lo stile delle prime comunità cristiane, e che nel corso degli anni hanno accolto in affido come figli più di 5mila ragazzi in difficoltà. Nelle prossime settimane, la carovana dei Nomadelfi toccherà Teramo (mercoledì 26 e giovedì 27 luglio), Martinsicuro (domenica 30), Montesilvano (martedì 1 e domenica 13 agosto), Giulianova (venerdì 4 e sabato 5), Villa Rosa (lunedì 7), Loreto (martedì 8), Civitanova (giovedì 10 e venerdì 11), Centobuchi (martedì 15), Roseto degli Abruzzi (giovedì 17 e venerdì 18) e Ascoli Piceno (martedì 22 e mercoledì 23 agosto).

Diocesi: Agrigento, iniziata digitalizzazione del patrimonio documentario della cattedrale

Sat, 2017-07-15 16:00

Sono iniziate nella mattinata di oggi, sabato 15 luglio, le operazioni digitalizzazione del patrimonio documentario della cattedrale di Agrigento. Al lavoro, con uno scanner professionale, i tecnici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e il personale dell’Ufficio Beni culturali dell’arcidiocesi di Agrigento. Si tratta dei primi passi di un progetto che si inserisce nell’ambito delle “attività di tutela, fruizione e valorizzazione del significativo ed incommensurabile patrimonio documentario su supporto membranaceo conservato in Sicilia, con particolare riferimento a quello compreso nell’arco cronologico dei secoli XI-XV”. “Il progetto, avviato fra Università di Palermo, Fondazione Federico II, Soprintendenza archivistica della Sicilia e Università di Oxford, mira – si legge in una nota – alla realizzazione di un idoneo portale al fine della visualizzazione, quale attività di fruizione e valorizzazione, del ricco patrimonio documentario suddetto”. “L’Ufficio Beni culturali dell’arcidiocesi di Agrigento ed il Capitolo metropolitano – conclude la nota – hanno consentito alla realizzazione della copia digitale di sicurezza su supporto digitale delle pergamene conservate nell’Archivio capitolare della cattedrale”.

Estate: mons. Tisi (Trento), “la montagna vera palestra di vita”

Sat, 2017-07-15 15:59

“Siate tutti benvenuti, qualunque sia il cammino che vi ha portati qui, la vostra storia, le vostre scelte, la vostra condizione attuale”. Sono le parole che mons. Lauro Tisi, arcivescovo di Trento, rivolge a chi ritorna “abitualmente in questa nostra terra per le vacanze estive” o a chi la incontra “per la prima volta”. “Mi piace immaginarvi in uscita dalle ‘autostrade’ del quotidiano, così frenetiche e affollate, quelle fisiche come quelle digitali. Se siete qui è anche perché avete finalmente ritagliato un tempo e un luogo che vi appartengono, di cui siete pienamente titolari – sottolinea il presule -. Questo strade sono le vostre strade, i vostri sentieri. Fuori dalla serialità di una vita cadenzata dalle agende, scritte spesso da altri. Qui siete voi i protagonisti, liberi di porvi domande, più che subire affermazioni”. Perché, in fondo, osserva, l’arcivescovo, “siamo tutti stanchi di una declinazione della vita in modo assertivo, dove si emettono giudizi e si soffoca la voglia di porsi in ricerca. Stanchi di gente che sembra trovare la soluzione a ogni problema a suon di certezze e di semplificazioni della realtà”. Per mons. Tisi, “la montagna, con il suo potere simbolico, restituisce dignità al sentiero piuttosto che alle autostrade. Agli interrogativi, non alle sentenze. La montagna non ti dà la possibilità di essere banale. A qualunque età la si affronti, da turista o da pellegrino, da sportivo o a dimensione familiare, la montagna chiede di avanzare, programmare, mettersi personalmente in gioco, gestire con responsabilità le proprie forze. Una vera palestra di vita”. E, aggiunge, “se, tra gli interrogativi, ne emerge uno sul senso della vita e sull’esistenza di Dio, allora sappiate che Dio stesso, il Dio di Gesù di Nazareth, si è fatto sentiero, dalla grotta di Betlemme fino al calvario. Non camminiamo mai da soli. Lui cammina con noi. Non offre risposte, ma aiuta a porsi le giuste domande, senza stancarsi. Finché ci sono domande, c’è vita”. “Buona vacanza, con l’augurio che ognuno possa trovare il proprio sentiero!”, conclude mons. Tisi.

Volontariato: Csvnet, conferenza a Roma “Al centro per tutti” dal 29 settembre al 1° ottobre

Sat, 2017-07-15 15:44

“Al Centro per tutti: il volontariato che accoglie il cambiamento”: è questo il titolo della conferenza di Csvnet 2017, in programma a Roma dal 29 settembre al 1° ottobre, presso l’Hotel Eurostar Roma Aeterna (Via Casilina 125). L’evento, realizzato in collaborazione con i Centri di servizio per il volontariato del Lazio, è l’appuntamento annuale più importante per la rete dei 69 Csv, che ogni anno raduna oltre 300 rappresentanti da tutta Italia. Programmata inizialmente a giugno la conferenza è stata poi posticipata per contestualizzarla al meglio nella riforma del Terzo settore, i cui decreti recentemente approvati prevedono uno sviluppo sostanziale del sistema dei Csv, attribuendo loro il compito di “promuovere e rafforzare la presenza e il ruolo dei volontari nei diversi enti del terzo settore”.
È da qui che nasce appunto il titolo “Al centro per tutti”, completato dal riferimento all’accoglienza del cambiamento espresso nel sottotitolo, una “condizione costitutiva del nostro essere e fare Csv”, sottolinea il presidente di Csvnet Stefano Tabò nella lettera di indizione della Conferenza: “Chi, come il volontariato, si propone come fattore di comprensione e di trasformazione dell’esistente non può esimersi dal confrontarsi con quanto attorno a lui (e in lui) muta e si trasforma. Una ‘accoglienza’ che, lungi dal confondersi con la passività, è sinonimo di responsabile radicamento nel tempo presente”.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie