Feed aggregator

Salone del libro, un'altra edizione da record

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
Ancora una volta il Salone del libro di Torino si chiude registrando un ampio successo: la 30.ma edizione ha visto passare per il Lingotto oltre 140 mila visitatori e segnato buoni riscontri di vendite. Esperienza positiva per le case editrici evangeliche.

Impegno a pieno ritmo per AM production

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
MILANO - Continua il lavoro di scouting di Angelo Maugeri, che con la sua AM Production in tre mesi ha curato due esordi discografici, una conferma e un ritorno.

I vent'anni che segnarono il movimento pentecostale

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
CHIETI - Il ventennio 1935-55 fu un periodo cruciale per il movimento pentecostale italiano: per questo assume un significato particolare lo sforzo di Giancarlo Rinaldi, che attingendo alle sue competenze accademiche ha messo mano a una ricerca seria e approfondita sul periodo.

"Oro, sassi e chiodi" continua a convincere

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
ASTI - Continua a riscuotere consensi, a sei mesi dalla presentazione ufficiale, "Oro, sassi e chiodi", l'ultimo disco di Stefano Rigamonti, che racconta in chiave moderna alcuni degli eventi chiave della vita di Gesù, dalla nascita fino alla resurrezione.

Il male e il peccato originale nel pensiero di Henri Blocher

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
CHIETI - Le Edizioni GBU rilanciano Henri Blocher: con due opere nel giro di pochi mesi la casa editrice dei Gruppi biblici universitari ripropone il pensiero del celebre docente di teologia sistematica su due temi chiave della teologia biblica come il male e il peccato originale.

Payne e la riscoperta dell'adorazione

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
FIRENZE - Jon Payne, nel suo ultimo libro pubblicato da BE edizioni, rilegge il culto comunitario alla luce della Bibbia per restituire all'adorazione il giusto equilibrio e le opportune basi bibliche.

30° Salone del libro, il ritorno della presenza evangelica

Evangelici.net - Thu, 2018-01-18 17:32
Sarà "Oltre il confine" il tema principale del 30° Salone internazionale del libro di Torino, in programma da giovedì 18 a lunedì 22 maggio. In occasione del cinquecentenario della Riforma luterana sarà particolarmente ampia la presenza evangelica. Uno sguardo agli stand e ai principali appuntamenti dedicati alla spiritualità cristiana.

Diocesi: Senigallia, domani sera in cattedrale veglia di preghiera ecumenica con mons. Manenti e reverendi anglicani

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 17:22

Nella Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), dedicata quest’anno al tema “Potente è la tua mano, Signore”, la cattedrale di Senigallia ospiterà nella serata di domani, venerdì 19 gennaio, una veglia di preghiera, presieduta dal vescovo diocesano, mons. Franco Manenti, e dai reverendi della Chiesa anglicana di Inghilterra, Anders Bergsquit e Jules Cave. “Il legame con i due sacerdoti inglesi – si legge in una nota – è più che consolidato e testimonia la volontà di tenere stretti i legami con le diverse confessioni cristiane. All’appuntamento, con inizio alle 21, sono stati invitati anche cristiani ortodossi ed evangelici. Nel corso della Settimana, ogni sera, fino al 25 gennaio, dalle 19 alle 19.30 è in programma presso la chiesa della Croce un momento di preghiera, animato di volta in volta da gruppi ecclesiali della diocesi.

Settimana unità dei cristiani: a Ginevra nella sede del Consiglio mondiale delle Chiesa la croce di Lund

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 17:20

La “croce-dipinto” dell’artista salvadoregno Christian Chavarria Ayala, realizzata appositamente per la commemorazione cattolico-luterana del cinquecentenario della Riforma protestante, entra stabilmente nella cappella del Centro ecumenico di Ginevra (Svizzera), dove ha il suo quartier generale il Consiglio mondiale delle chiese (Wcc).

A darne notizia è l’agenzia stampa Nev. Con una celebrazione ecumenica svoltasi questa mattina in occasione dell’apertura della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), la “croce di Lund” ha fatto ingresso nella cappella. Presenti Martin Junge, segretario generale della Federazione luterana mondiale (Flm), Olav Fykse Tveit, segretario generale del Wcc, nonché il card. Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. Quest’ultimo ha tenuto la predicazione insieme alla pastora Kaisamari Hintikka, responsabile delle relazioni ecumeniche per la Flm.

La croce, dai colori vivaci e raffigurante Gesù intento a condividere pane e vino con persone provenienti da tutte le nazioni, può essere considerata l’immagine simbolo della commemorazione che a Lund il 31 ottobre 2016 dette avvio al cinquecentenario della Riforma protestante. A presiedere quella commemorazione furono – su invito dell’arcivescova della Chiesa di Svezia, Antje Jackélen – Martin Junge, Munib Younan, presidente della Flm, e Papa Francesco. L’evento si era concluso con la firma di una dichiarazione congiunta definita “pietra miliare nella storia delle relazioni tra cattolici e luterani e per tutto il movimento ecumenico”.

Territorio: Mipaaf, riconosciute sei aree rurali storiche

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 17:11

L’Italia ha da oggi altre sei aree rurali storiche. Lo ha comunicato il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. L’Osservatorio nazionale del paesaggio rurale ha infatti iscritto nel Registro nazionale dei paesaggi rurali storici sei nuovi territori importanti e unici dal punto di vista produttivo e ambientale. In questo modo, ad oggi, il Registro include dieci paesaggi e due pratiche agricole, distribuiti dal nord all’estremo sud della Penisola.
I sei territori sono: la Fascia pedemontana olivata fra Assisi e Spoleto, la Piantata veneta, il Paesaggio della Pietra a Secco dell’Isola di Pantelleria, il Parco regionale storico agricolo dell’olivo di Venafro, il paesaggio policolturale di Trequanda, il paesaggio rurale storico di Lamole in Chianti.
“Non c’è Paese in Europa – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina – che abbia un patrimonio di paesaggi rurali così diffuso in tutte le sue Regioni. Le nuove iscrizioni confermano questa ricchezza unica di identità e di capacità degli agricoltori di formare e conservare i luoghi come veri e propri beni comuni. Dai muretti a secco di Pantelleria agli oliveti secolari tra Assisi e Spoleto o quelli storici di Venafro in Molise fino ai terrazzamenti di Lamole. Sono esempi di come ambiente, storia e tradizioni si intreccino in un elemento unificante che è proprio il paesaggio rurale. Rafforzare la valorizzazione di queste aree è un impegno che confermiamo nell’anno nazionale del cibo italiano”.

Cinema: in “Augustine: son of her tears” la vita di sant’Agostino. Il 21 gennaio la presentazione a Roma

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 17:06

È incentrato sulla vita di sant’Agostino d’Ippona il film “Augustine: son of her tears”, diretto dal regista egiziano Samir Seif. La pellicola è frutto di una produzione interamente nord-africana tra Tunisia e Algeria, Paesi dove il grande filosofo e teologo visse tra il quarto e il quinto secolo. “Il film – sui legge in una nota – sulla traccia delle celebri ‘Confessioni’, mostra sant’Agostino d’Ippona alla continua ricerca di risposte in mezzo a fallimenti e debolezze, fino ad arrivare alla fede in Dio grazie alle incessanti preghiere e lacrime di sua madre santa Monica”. “La vicenda cinematografica – prosegue la nota – si intreccia con la storia di Hedi, un giovane regista di Parigi dei tempi di oggi, che vuole realizzare un documentario proprio su sant’Agostino, una decisione che lo sfida a rivalutare le proprie priorità su Dio, famiglia, amore e verità”. Il film sarà presentato ufficialmente a Roma domenica 21 gennaio dall’Institute for World Evangelisation – Icpe Mission, che ha organizzato una premiere presso l’Auditorium Augustinianum. “Questo film rivela la personalità unica di sant’Agostino, di cui gli abitanti di Algeria e Tunisia sono così fieri”, spiega il card. Prosper Grech, consultore della Congregazione per la dottrina della fede, che interverrà alla premiere a Roma. “L’eccellente produzione – aggiunge – è un invito aperto a continuare la ricerca della verità attraverso un sincero dialogo interreligioso. Agostino divenne uno dei maggiori influencer nello sviluppo del pensiero cristiano occidentale. Possa questo film gettare semi dei santi di domani!”.

Sud Sudan e Congo: card. Turkson, “siamo vicini alla sofferenza del popolo”

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 17:01

“La non violenza attiva è urgente per costruire la pace in Sud Sudan e Repubblica democratica del Congo”, due nazioni in difficoltà le cui popolazioni “hanno tutto il sostegno della Santa Sede”: lo ha detto oggi pomeriggio il card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, aprendo a Roma la tavola rotonda “Costruire la pace insieme” organizzata alla Pontificia Università Urbaniana dall’Unione dei Superiori generali (Usg) e dall’Unione internazionale dei Superiori generali (Uisg). L’incontro fa seguito alla veglia con Papa Francesco a San Pietro il 23 novembre scorso e vuole sottolineare l’urgenza di costruire la pace in queste due nazioni attraverso il dialogo e azioni di riconciliazione. Il card. Turkson ha espresso vicinanza a tutti  i “costruttori di pace” presenti oggi all’incontro e ha fatto riferimento alle “incredibili e coraggiose azioni non violente” di vescovi, religiosi e laici in Congo e Sud Sudan. Ha poi ricordato che “non c’è sviluppo senza pace” e che “il più grande nemico al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile non è la mancanza di fondi ma la mancanza di pace”. Il card. Turkson ha visitato il Sud Sudan e conosce bene la situazione della Repubblica democratica del Congo: “Siamo vicini al dolore e alla sofferenza di questi due popoli”, ha concluso.

Diocesi: Roma, lunedì 22 gennaio processione seguita dalla veglia di preghiera ecumenica a Sant’Andrea delle Fratte

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 16:49

Sarà la veglia di preghiera ecumenica di lunedì 22 gennaio il momento centrale della celebrazione a livello diocesano, a Roma, della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si apre oggi. La liturgia, in programma alle 19 nella chiesa di sant’Andrea delle Fratte sarà preceduta da una processione che si snoderà per le vie del centro storico con partenza da piazza di Spagna alle 18.30. Il momento di preghiera sarà presieduto da mons. Gianrico Ruzza, vescovo ausiliare di Roma per il settore Centro e segretario generale del Vicariato, e vedrà la partecipazione dei rappresentanti delle comunità ecclesiali non cattoliche presenti nella Capitale: anglicani, evangelici, ortodossi e appartenenti alle antiche Chiese orientali. “Tra loro – annuncia mons. Marco Gnavi, incaricato dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo, il dialogo interreligioso e i nuovi culti – ci saranno il pastore della Chiesa valdese di Roma, Giuseppe Platone, che succede al pastore Antonio Adamo, e Jens-Martin Kruse, pastore della Chiesa evangelica luterana”. Durante la Settimana di preghiera, il Centro eucaristico ecumenico di Santa Maria in via Lata, in collaborazione con il Centro di cultura mariana, organizza nella basilica di via del Corso 306 alcune messe nei riti cattolici orientali con la partecipazione dei Collegi pontifici di Roma. Le celebrazioni sono in programma tutte alle 20, da stasera fino al 25 gennaio. Domenica 21 sarà l’arcivescovo Angelo De Donatis, vicario del Santo Padre per la diocesi di Roma, a presiedere la messa in rito romano. Anche la Comunità di Sant’Egidio, tutte le sere nella basilica di Santa Maria in Trastevere, propone un appuntamento per la riflessione, in particolare venerdì 19 con il pastore della Chiesa valdese Paolo Ricca. Lo stesso giorno, alle 17, a San Giuseppe al Trionfale, mons. Giovanni Cereti guiderà un incontro su “Esperienze personali nel dialogo ecumenico”. La Settimana sarà chiusa da Papa Francesco giovedì 25 gennaio, alle 17.30, con la celebrazione dei vespri nella basilica di San Paolo fuori le Mura.

Commissione Ue: Juncker avvia la “task force su sussidiarietà e proporzionalità”

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 16:38

(Bruxelles) Comincerà a lavorare entro la fine del mese la “task force su sussidiarietà e proporzionalità” voluta dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker che oggi ha nominato 6 dei suoi membri. Sarà presieduta dal vice presidente della Commissione Frans Timmermans ed entro il 15 luglio 2018 dovrà preparare una relazione al presidente. “La Commissione europea deve essere grande sulle grandi cose e agire solo dove può ottenere risultati migliori rispetto agli Stati membri che agiscono da soli”, ha ricordato Junker oggi. “La nuova task force sulla sussidiarietà e proporzionalità ci aiuterà a decidere quali poteri possono essere meglio esercitati a livello nazionale o locale e a rispondere meglio alle attese dei cittadini che ci chiedono di prenderci cura delle preoccupazioni davvero importanti per loro”. Questo filone di lavoro era stato annunciato nel marzo scorso con il Libro bianco sul futuro dell’Europa, là dove si parlava di 5 scenari e nello specifico della necessità per l’Ue di “fare meno in modo più efficiente”, concentrandosi cioè su determinati settori politici, come la protezione delle frontiere esterne o la difesa comune, “delegando o restituendo” agli Stati membri altri ambiti come ad esempio lo sviluppo regionale. Secondo Frans Timmermans la task force “esplorerà i modi in cui l’Ue può realmente aggiungere valore con più efficienza, ma anche consentire agli Stati membri di fare da soli tutto ciò che possono fare meglio”.

Concerti in luoghi di sofferenza: anche a Teramo il progetto “La musica incontra… il sacro, l’arte, la solidarietà”

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 16:31

Musica e solidarietà con una serie di concerti in giro per l’Italia. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 27 gennaio, alle 19, con gli ospiti della casa famiglia “Madre Ester”. La Green Symphony Orchestra, diretta dal maestro Jan Milosz Zarzycki, si esibirà per loro in un concerto, nell’aula magna del Centro studi sociali “Don Silvio De Annuntiis”, a Scerne di Pineto, in provincia di Teramo. Saranno eseguite e interpretate, per l’occasione, musiche di Nodari, De Santis, Grieg, Elgar, Rodgers-Hart e Churchill-Morey. L’iniziativa, a ingresso libero, rientra nel progetto nazionale “La musica incontra… il sacro, l’arte, la solidarietà”, che coinvolge anche la Corelli Chamber Orchestra e l’Alma Pasion Orchestra e prevede concerti in luoghi d’arte e di sofferenza. A renderlo possibile è la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo. Tredici gli appuntamenti in programma in diversi luoghi. Tra questi, la Reggia di Caserta, il Pantheon e l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, a Roma. E poi, ancora, la basilica San Bartolomeo degli Armeni, a Genova, e la Reggia di Capodimonte, a Napoli.

Movimenti ecclesiali: mons. Navarro (Univ. Santa Croce), “trovare le dovute conciliazioni e adeguamenti tra unità carismatica e sua collocazione nel servizio nella Chiesa”

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 16:17

“Non c’è una soluzione giuridica unitaria e soddisfacente per tutti i movimenti carismatici. Occorre confrontarsi con la realtà del singolo movimento. Bisogna cucire un vestito su misura”. Lo ha detto oggi mons. Luis Navarro, docente di diritto canonico e rettore della Pontificia Università della Santa Croce, durante il convegno “Carisma e istituzione in movimenti e comunità ecclesiali”, organizzato a Roma dall’Istituto universitario Sophia, con il patrocinio dell’Ascai. “Sono diverse le modalità di riconoscimento ecclesiale, non ce n’è soltanto una – ha spiegato -. Occorre conoscere bene queste forme per capire qual è la più adeguata”. E per riuscirci bisogna “conoscere e indagare un carisma nella sua vita ecclesiale concreta, individuando le esigenze giuridiche da esso derivanti. Solo così si potranno trovare le dovute conciliazioni e i dovuti adeguamenti tra unità carismatica e la sua collocazione nel servizio nella Chiesa”. Tra i limiti delle configurazioni attuali analizzate, il rischio di atomizzazione dei movimenti e la moltiplicazione di autorità ecclesiastiche. “Il carisma non è un dono che appare un giorno con tutti i suoi elementi perfettamente identificati – ha aggiunto -. Vi è evoluzione nella percezione dei carismi e dei frutti”. Da qui due possibilità: “O dare luogo a diverse realtà ecclesiali o solo a una. Ma i carismi non sono uguali”. “Una tale varietà non permette di individuare elementi comuni per tutti i movimenti. Direi semplicemente che non ci sono – ha concluso -. Ritengo che non ci sia una situazione univoca”.

Papa in Perù: oggi l’arrivo a Lima. Padre Gaspar (direttore organizzazione arcidiocesi), “aspettativa immensa e grande partecipazione popolare”

Agensir.it - Thu, 2018-01-18 16:14

È tutto pronto a Lima per accogliere Papa Francesco, che atterrerà in Perù, proveniente dal Cile, oggi verso le 17.20 ore locale (23.20 ora italiana). “I preparativi sono ultimati – spiega al Sir, mentre è impegnato tra una riunione e l’altra, padre Luis Gaspar, direttore esecutivo della visita papale per l’arcidiocesi di Lima –. Qui c’è un’aspettativa immensa, sarà una festa della fede del popolo. Già molti pellegrini si sono messi in cammino anche da altre località del paese”.
Papa Francesco, dopo l’accoglienza in aeroporto, percorrerà la strada verso la nunziatura apostolica, in centro storico, passando anche per la lunga e larghissima avenida Brasil: “È la strada che viene usata per le sfilate durante le feste nazionali – continua padre Gaspar -. È molto ampia e si stima che potrà contenere mezzo milione di persone che scenderanno in strada per salutare il Santo Padre”. Il programma degli appuntamenti a Lima proseguirà venerdì pomeriggio, dopo la visita in terra amazzonica a Puerto Maldonado. Ci saranno l’incontro con le autorità, la visita di cortesia al presidente della Repubblica, Pedro Paolo Kuczynski, e un incontro privato con i membri della Compagnia di Gesù. Ma per Lima la grande festa sarà domenica (sabato il Papa sarà impegnato a Trujillo per tutta la giornata) e culminerà nella messa che sarà celebrata nella base di Las Palmas. “È uno spazio immenso – prosegue il direttore dell’organizzazione -, finora sono stati distribuiti un milione e 200mila biglietti, ma l’area è attrezzata per accogliere un milione e 800mila persone. E potremmo anche arrivare ad un numero così alto”. I sacerdoti concelebranti saranno 1.200. Sono state allestite 80 torri del suono e 32 megaschermi.

Quando lo contattiamo, padre Gaspar è reduce da un sopralluogo a Las Palmas cui hanno preso parte il presidente della Repubblica, il card. Luis Cipriani, arcivescovo di Lima, e il presidente della Conferenza episcopale peruviana, mons. Salvador Piñeiro. “Il presidente ha fatto molte domande sull’organizzazione e si è molto complimentato, confermando la sua presenza alla messa di domenica”. Il sacerdote sottolinea infine un altro dato: “I volontari, in gran parte giovani, sono 30mila, e sono l’anima della visita. Così li ha definiti il card. Cipriani”.

Buone Nuove!

Marco Pozza - Thu, 2018-01-18 14:15

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie