Feed aggregator

Seraphicum: focus su pedofilia ed emergenza educativa nel nuovo numero di “San Bonaventura informa”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 12:18

Pedofilia ed emergenza educativa: affronta questa delicata tematica l’articolo di apertura del nuovo numero di San Bonaventura informa, il mensile edito dalla Pontificia Facoltà teologica “San Bonaventura” Seraphicum.  Un tema che viene trattato da una differente prospettiva, prendendo in esame sia le problematiche dei sacerdoti accusati ingiustamente, sia l’emergenza educativa che ne deriva, con un crescente abbandono della pastorale giovanile.
L’articolo è a firma di fra Maurizio Di Paolo, procuratore generale dell’Ordine dei Frati minori conventuali, che fa un passo oltre la ferma, unanime e scontata condanna per questi gravi reati, analizzando la situazione laddove, spesso complici i processi mediatici, si giunge ad atteggiamenti accusatori che si rivelano poi infondati.
Fra Di Paolo parla della “‘caccia all’untorei, ossia quell’atteggiamento sospettoso e accusatorio, a volte temerario e indiscriminato, che serpeggia tra fedeli poco limpidi, e – scrive – colpisce sacerdoti che si impegnano nella pastorale con i minori. Quando delle accuse superficiali e banali prendono corpo, quando la mormorazione e il dubbio si insinuano, il sacerdote viene lentamente ‘ostracizzato'”.  È allora che si registra un allontanamento dalla pastorale dei più giovani con danni sul piano della formazione perché “il beneficio che un sacerdote può ottenere dedicandosi alla cura, educazione, catechesi dei piccoli – sottolinea -, è incalcolabile. Nella età infantile e adolescenziale si costruiscono le fondamenta della personalità e della fede cristiana”.

Papa Francesco: sospese in luglio le udienze del mercoledì. Le Messe a Santa Marta riprenderanno a metà settembre

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 12:12

Le udienze generali del mercoledì sono sospese per tutto il mese di luglio. Riprenderanno nel mese di agosto nell’Aula Paolo VI. Lo rende noto oggi la Sala Stampa vaticana, informando che l’unico appuntamento pubblico rimane l’Angelus della domenica. Nei mesi di luglio e di agosto sono sospese anche le Messe mattutine del Papa con gruppi di fedeli a Santa Marta. Riprenderanno a metà settembre.

Papa Francesco: nomina card. Betori membro Congregazione delle cause dei santi

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 12:05

Papa Francesco ha nominato membro della Congregazione delle cause dei santi il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze. Lo rende noto oggi la Sala Stampa vaticana.

Papa Francesco: nomina Ladaria Ferrer prefetto Congregazione per Dottrina della Fede

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 12:03

Papa Francesco ha ringraziato il card. Gerhard Ludwig Müller alla conclusione del suo mandato quinquennale di prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e di presidente della Pontificia Commissione “Ecclesia Dei”, della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale, ed ha chiamato a succedergli nei medesimi incarichi mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer, arcivescovo titolare di Tibica, finora segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede. Lo rende noto oggi la Sala Stampa vaticana.

Diocesi: Perugia, domani traslazione spoglie Venerabile Trancanelli da chiesa di Cenerente a Ospedale Santa Maria della Misericordia”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 11:59

La comunità diocesana perugino-pievese si appresta a vivere un evento molto significativo a conclusione dell’Anno pastorale, la solenne traslazione delle spoglie mortali del venerabile servo di Dio Vittorio Trancanelli (1944-1998) dalla chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena in Cenerente alla cappella dell’Ospedale di “Santa Maria della Misericordia” in Perugia, in programma domani, domenica 2 luglio (ore 16-19). Il venerabile servo di Dio era un noto medico chirurgo, che, insieme alla moglie Rosalia Sabatini e ad altre famiglie, diede vita all’opera diocesana di carità “Alle Querce di Mamre” per persone in gravi difficoltà, in particolare minori con disagi e disabilità. Lo scorso febbraio Papa Francesco lo ha dichiarato venerabile. “Si tratta del primo pronunciamento della Chiesa sulla santità della vita del nostro Vittorio – spiega il postulatore della causa di canonizzazione, Enrico Solinas –. Ciò significa che ora noi possiamo rivolgerci a lui con speranza, sicuri della sua intercessione presso Dio”. “Di fronte all’aumento della devozione verso il venerabile servo di Dio”, precisa la Curia, “e venendo incontro al desiderio di tanti fedeli e molti suoi collaboratori”, è stato disposta d’intesa con la famiglia la traslazione delle sue spoglie mortali “alla cappella dell’Ospedale di Santa Maria della Misericordia, perché riposino accanto a quelle corsie e a quelle sale operatorie che hanno visto il venerabile servo di Dio operare con grande professionalità”. Dopo l’apertura del loculo, la traslazione “a spalla” e la tumulazione nel sarcofago appositamente predisposto, si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti.

Bulgaria: card. Sandri, importante il contributo che le religioni possono offrire alla pace

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 11:40

È iniziata la visita del card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, in Bulgaria. Primo appuntamento, dopo la Messa presso la cappella della Rappresentanza pontificia a Sofia, l’incontro con Krasimir Karakachanov, vice primo ministro e incaricato della  sicurezza della Difesa. Lo riferisce una nota della Congregazione, diffusa ieri sera. Al centro del colloquio, riferisce la nota, “l’importanza del contributo che le religioni possono offrire alla pace e alla riconciliazione tra i popoli e le nazioni” e l’auspicio che “la Chiesa cattolica possa presto ricevere il pieno riconoscimento da parte delle Autorità dello Stato”. A seguire l’incontro nella residenza patriarcale con sua santità Neofit, patriarca della Chiesa ortodossa bulgara, nel corso del quale è stata ricordata la visita di Giovanni Paolo II e i diversi incontri di Papa Francesco con i patriarchi ortodossi e orientali. Il card. Sandri ha confermato la piena disponibilità a collaborare in tutti i campi si rendessero necessari: “Siamo disposti a darvi il nostro stesso cuore”, pur di continuare a intraprendere passi verso la piena unità visibile. Il prefetto ha quindi incontrato Mustafa Hazdi, gran muftì di Bulgaria. Ribadito il ruolo delle religioni per il bene della società e la “costruzione di ponti”, e la necessità che non vengano strumentalizzate “per usare violenza o indottrinare i giovani”. Il card.  Sandri ha quindi pranzato presso la sede dell’esarcato per i fedeli bizantini, accolto da accolto da mons. Proykov, esarca e presidente della Conferenza episcopale interrituale; dalla Macedonia è giunto il vescovo ed esarca mons. Kiro Stojanov, e dopo una preghiera c’è stato il pranzo insieme ad alcuni sacerdoti, religiosi e laiche consacrate. Un gruppo più numeroso di loro ha partecipato nel pomeriggio all’incontro di preghiera nella concattedrale latina di San Giuseppe. In serata il ricevimento per la tradizionale “Festa del Papa”, al quale, oltre al patriarca Neofit hanno preso parte rappresentanti della Chiesa russo-ortodossa, armeno apostolica, rappresentanti della Chiesa e della società civile, ambasciatori e diplomatici.

Estate: mons. Miniero (Vallo della Lucania), “le vacanze tempo per ritrovare se stessi”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 11:22

“Grazie per aver scelto di trascorrere qualche giorno di vacanza nel Cilento, questa terra sofferta, ma meravigliosa, tra la nostra gente buona e ospitale, nella nostra Chiesa diocesana oggi più che mai impegnata nel suo cammino di rinnovamento”. Inizia così il messaggio di benvenuto che mons. Ciro Miniero, vescovo di Vallo della Lucania, rivolge ai turisti. “Le vacanze sono sempre un’occasione per vivere esperienze nuove, umane e spirituali, necessarie per ‘distendere lo spirito, per fortificare la salute dell’anima e del corpo’; stabilire nuove e fraterne relazioni tra persone di diverse condizioni e tradizioni sociali e religiose”. Per il presule, “è questo lo spirito giusto di trascorrere il tempo delle vacanze. Non solo, quindi, una pausa dalla routine quotidiana, per sospendere il ritmo della vita frenetica di tutti giorni, staccare la spina, come si dice, ma un tempo per ritrovare se stessi, ritemprare le proprie energie, per rifletter su se stessi e leggere pagine inedite della propria vita, ritrovare l’equilibrio psico-mentale”. Spesso, infatti, “le situazioni ansiogene della società contemporanea non permettono all’uomo di stare con se stesso, di apprezzare le bellezze naturali, il valore del silenzio, la grazia di godersi la compagnia di persone che ci vogliono bene”. Le vacanze, fa notare mons. Miniero, “sono poi, per il cristiano, occasione di leggere nella natura il disegno armonioso di Dio creatore, riscoprire nella preghiera e nella lettura della Sacra Scrittura l’amore di Dio per tutti noi suoi figli. LodandoLo con il bellissimo cantico di S.Francesco d’Assisi: ‘Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature’. Buone vacanze!”.

Burundi: Beyoncé con Unicef per fornire acqua pulita ai bambini

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 11:03

Beyoncé si è unita all’Unicef – attraverso il suo braccio filantropico BeyGood – per annunciare il lancio di Beygood4Burundi, una partnership pluriennale per fornire acqua sicura ai bambini più vulnerabili del Burundi. La partnership sosterrà programmi per migliorare l’acqua, la sanità e le pratiche igieniche di base nelle aree più difficili da raggiungere della nazione orientale africana. “L’accesso all’acqua è un diritto fondamentale. Quando dai acqua pulita e sicura ai bambini, non solo dai loro la vita, ma anche la salute, un’istruzione e un futuro più radioso. Sono impegnata per aiutare a portare avanti soluzioni durature per la crisi dell’acqua in Burundi “, ha dichiarato Beyoncé. “La crisi dell’acqua in Burundi è una crisi che riguarda i bambini. Quando i bambini devono fare affidamento su acqua non sicura, diventano deboli, malnutriti e vulnerabili alle malattie causate dall’acqua, che sono tra le principali cause di morte nei bambini sotto i cinque anni”, spiega in una nota l’Unicef. “Affrontare la crisi globale dell’acqua è una delle sfide definitive del nostro tempo, e i bambini del Burundi sono tra i più vulnerabili”, ha dichiarato Caryl M. Stern, presidente e Ceo di Unicef Usa. La prima fase della partnership o comprende la costruzione di nuovi pozzi dotati di pompe a mano, educazione all’igiene e miglioramento delle strutture idriche e igieniche nelle scuole in quattro regioni prioritarie, tra cui Bukemba e Giharo nella provincia di Rutana e Kinyinya e Nyabitsinda nella provincia di Ruyigui. In queste comunità rurali i bambini sono cronicamente malnutriti e più del 65% della popolazione utilizza fonti di acqua non sicura.

Diocesi: Grosseto, stasera a Castiglione della Pescaia la festa “MareMessaMangiare” per gli animatori dei Grest

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 10:46

Chi si troverà a passare sulla battigia della spiaggia libera vicina al bagno Bruna (zona Ponte Giorgini), a Castiglione della Pescaia, oggi, non potrà non notare tanti giovani con in dosso una maglietta color turchese. “Sono gli animatori dei Grest, che in queste settimane sono impegnati in questo importante servizio nei confronti dei più piccoli in varie parrocchie della diocesi di Grosseto, e ai quali oggi sarà, invece, donato un pomeriggio-sera tutto per loro per esprimere il grazie della Chiesa diocesana per il loro prezioso servizio”. Lo si legge in una nota della diocesi di Grosseto. Si intitola “MareMessaMangiare” la festa pensata dalla Consulta diocesana di pastorale giovanile come “dono – spiega don Stefano Papini, responsabile della Pastorale giovanile della diocesi – per il servizio che hanno svolto con dedizione ed impegno verso i bambini che hanno partecipato e partecipano, in questi giorni, ai Grest nelle parrocchie”. Organizzato per la prima volta, “sarà, per loro – continua don Stefano – un momento per incontrarsi, conoscersi ancora di più e condividere le esperienze vissute nelle singole realtà”.
E allora via alle tre “M”: “MareMessaMangiare”; i ragazzi, infatti, a partire dalle 18.30 trascorreranno un piacevole pomeriggio sulla spiaggia, tra giochi organizzati e divertimento, quindi intorno alle 20 la Messa, che sarà celebrata al Bagno Bruna, e infine, la cena insieme.

Diocesi: Gorizia, oggi la Festa dei popoli

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 10:29

Si svolgerà oggi a Gradisca d’Isonzo, nella diocesi di Gorizia, la tradizionale “Festa dei popoli”, momento di incontro tra le diverse comunità etniche presenti sul territorio diocesano. La manifestazione, promossa dall’Ufficio diocesano Migrantes in collaborazione con il comune e la parrocchia di Gradisca d’Isonzo, inizierà oggi pomeriggio con l’inaugurazione della mostra sull’immigrazione seguita da momenti di animazione e giochi per bambini. Alle 19 la Santa Messa plurilingue animata dai gruppi etnici presso il duomo di Gradisca d’Isonzo. La giornata si concluderà alle 20 con la cena etnica seguita da uno spettacolo di musiche e danze dei vari paesi partecipanti. La mostra resterà invece visitabile fino a domenica 9 luglio. “Con la festa dei popoli si vuole ribadire quanto la reciproca conoscenza sia fonte di arricchimento e consenta di superare barriere e diffidenze, conoscere in prima persona consente di superare i pregiudizi e comprendere meglio l’altro”, spiega la Migrantes diocesana in una nota.

Suicidi in carcere: don Grimaldi (cappellani), “offrire lavoro è il vero modo per dare dignità”. L’impegno della Chiesa

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 10:11

“L’ordinamento penitenziario ha compiuto e continua a compiere degli sforzi per migliorare le condizioni dei detenuti, ma il vero modo per dare dignità è offrire lavoro all’interno delle strutture”. Lo sottolinea in un’intervista al Sir don Raffaele Grimaldi, ispettore generale dei cappellani delle carceri italiane, dopo il suicidio di Marco Prato, finito in cella per l’omicidio di Luca Varani. “Un altro problema – evidenzia don Grimaldi – è la mancanza di risorse: la realtà del carcere è lo specchio, amplificato, della società, dove ci sono tanti tagli. Basti pensare all’assistenza sanitaria: in carcere difficilmente riesce ad andare uno specialista o comunque sono lunghissimi i tempi per una vista. C’è il rischio di non poter aiutare adeguatamente anche detenuti con patologie gravi”.
“La Chiesa  – aggiunge l’ispettore dei cappellani – sta facendo molto per il carcere grazie a Papa Francesco che ha sollevato la riflessione su questi problemi anche con le sue frequenti visite a penitenziari. Ora tocca a noi accogliere la sua voce e la sua sollecitazione. Il carcere in una diocesi deve essere considerato come una vera e propria parrocchia”.  Da un punto di vita spirituale, chiarisce don Grimaldi, “quando un cappellano o un volontario entra nel carcere proponendo un percorso di fede attraverso il Vangelo, l’ascolto della Parola, i Sacramenti, aiuta il detenuto a non perdere la speranza, perché c’è qualcuno che gli è vicino, non lo giudica, lo accoglie”.

Suicidi in carcere: don Grimaldi (cappellani), “fragilità individuali, strutture inadatte, mancanza di personale, accanimento dei media” tra le cause

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 10:08

“Quando un detenuto si suicida vuol dire che non ha trovato un motivo di speranza, è una sconfitta per tutti”: lo dice in un’intervista al Sir don Raffaele Grimaldi, ispettore generale dei cappellani delle carceri italiane, dopo il suicidio di Marco Prato, finito in cella per l’omicidio di Luca Varani. Quello di Prato è il 23° nel 2017. Nel 2016 sono stati, secondo il rapporto di Ristretti Orizzonti “Morire di carcere”, 45.”Oltre alle fragilità individuali, i suicidi sono anche legati agli ambienti dove i detenuti sono ristretti. Ci sono dei penitenziari che non sono adatti per accogliere persone con problematiche psicologiche e psichiatriche”, osserva don Grimaldi, per il quale, “avvengono più suicidi in quelle strutture più abbandonate a se stesse per certi aspetti. Oggi si parla molto di sicurezza, ma come viene realizzata? Per mancanza di personale, tante volte non si riescono a organizzare nelle carceri attività che aiuterebbero a sostenere i detenuti. E sempre per poco personale, risulta difficile un controllo adeguato delle persone con patologie particolari o che vivono momenti difficili”. A giudizio dell’ispettore dei cappellani, “anche i media hanno delle responsabilità”: “Tante volte c’è un accanimento perché certi delitti fanno scalpore e aumentano le vendite di giornali e l’audience delle trasmissioni televisive. Bisognerebbe avere il coraggio di fare silenzio in questi drammi. Le persone più fragili non reggono tutto ciò”.

Estate: Coldiretti, “38 milioni di italiani in vacanza”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:48

“38 milioni di italiani hanno deciso di andare in vacanza nell’estate 2017 con un aumento del 9% rispetto allo scorso anno e un trend positivo che è in atto dal 2015”. È quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia però che “si riduce leggermente a 11,2 giornate la durata media della vacanza che per quasi un turista su quattro è compresa tra 1 e 2 settimane ma c’è un fortunatissimo 3% che starà fuori addirittura oltre un mese”. “Confermata la tendenza a preferire l’Italia che – precisa la Coldiretti – è scelta come meta dal 78%. E– continua la Coldiretti – se è il mare a fare la parte del leone per 7 italiani su 10 (69%), seguito dalla montagna con il 17%, si assiste alla ricerca di alternative meno affollate con la campagna che è scelta dal 9% dei vacanzieri. Agosto, luglio, settembre e giugno sono nell’ordine i mesi preferiti per le partenze”.

“Circa la metà degli italiani in viaggio – continua la Coldiretti – ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti e amici o in affitto ma nella classifica delle preferenze ci sono nell’ordine anche alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e gli agriturismi che fanno segnare un aumento rispetto allo scorso anno anche grazie alla qualificazione e diversificazione dell’offerta ma anche all’ottimo rapporto tra prezzi/qualità”, con la scelta che avviene sempre più di frequente attraverso siti come www.campagnamica.it e alla nuova App “Farmersforyou” il nuovo servizio di Coldiretti che sullo smartphone o sul tablet permette di accedere a tutta la rete di Campagna Amica, il più grande circuito europeo di vendita diretta e ospitalità degli agricoltori. Negli oltre 22mila agriturismi italiani salgono ad oltre 7 milioni i pernottamenti previsti nell’estate 2017 con un aumento stimato pari al 8 per cento rispetto allo scorso anno, con lo storico sorpasso degli ospiti stranieri rispetto a quelli italiani, secondo le stime della Coldiretti. Circa un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza in Italia è destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche, con una decisa svolta verso prodotti ad alto valore salutistico nell’estate 2017. La novità dell’estate 2017 in Italia, secondo la Coldiretti, è “il forte aumento dell’offerta del benessere a tavola per far fronte alle richieste di turisti italiani e stranieri”.

Solidarietà: Azione Cattolica Cerreto Sannita, a Puglianello una mostra di pittura di un’ospite del Dipartimento di salute mentale

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:31

Una mostra di pittura, ceramica e oggettistica realizzata da un’ospite del Dipartimento di salute mentale di Puglianello (Bn) che sta riprendendo “in mano” la sua vita. È l’iniziativa di vicinanza e d’incoraggiamento, in un percorso di riabilitazione e socializzazione che parte dai talenti che ognuno di noi possiede, del Dipartimento di salute mentale Asl Benevento e della Compagnia Instabile Uocsm di Puglianello, promossa dall’Azione Cattolica diocesana di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti, dall’Azione Cattolica di Puglianello e dalla locale amministrazione comunale. L’inaugurazione della mostra, ieri sera alle ore 20 a Puglianello presso Villa Marchitto, è stata preceduta, alle ore 19, da un recital del coro de “La Compagnia Instabile”. La mostra s’intitola “Creativa-mente – pezzi d’anima” e sarà possibile visitarla anche stasera e domani dalle ore 19 alle ore 22. La creatività e l’arte, dunque, come strumenti terapeutici di comunicazione per favorire le relazioni e per esprimere emozioni, sensibilità e speranze e come strumento di sensibilizzazione verso le fragilità e le ferite.

Papa Francesco: mons. Ligorio (Potenza), “desidera una Chiesa che non ceda alla dittatura dell’apparenza”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:15

“Papa Francesco desidera una Chiesa che non ceda alla dittatura dell’apparenza ma che incontri il mondo, in queste espressioni si delinea la sua umanità”. Lo ha detto mons. Salvatore Ligorio, arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo, ieri sera a Matera, in occasione dell’ultimo incontro della Festa di Avvenire su “Il Papa visto da vicino”. “Francesco ci chiede di non cedere all’egocentrismo che avvelena la Chiesa”, ha spiegato il presidente della Conferenza episcopale della Basilicata, che ha indicato in San Francesco “l’antidoto usato dal Papa”, “una figura umile, libera e generosa”. “San Francesco si è lasciato ricreare da Cristo non col cambio di un abito ma con un’autentica libertà di spirito. Solo questo può accendere la speranza. Accendendo la luce delle nostre coscienze, la nostra terra di Basilicata può diventare più bella e migliore”. Ad aprire l’ultimo appuntamento era stato l’arcivescovo di Matera-Irsina, mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, che ha ricordato un episodio dal quale si evince la “grande memoria” di Papa Francesco: “Prima che io venissi nominato vescovo avevo avuto modo di incontrarlo. Il giorno in cui mi sono trovato davanti a lui, una settimana dopo la consacrazione, l’ho ringraziato perché ha voluto che io andassi a Matera. E mi ha chiesto: ‘Tu lo sai perché ti ho mandato là?’. Lì ho capito che ricordava tutto, non gli sfugge niente”.

Papa Francesco: padre Gambetti (Assisi), “una persona che cerca le cose di lassù e non può fare a meno di vedere l’uomo”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:09

“La prima volta che Papa Francesco è venuto ad Assisi lo abbiamo accolto davanti alla tomba di San Francesco. Erano presenti tutti i ministri generali francescani. Dopo avergli dato un dono che avevamo preparato tutti assieme, egli ci disse: ‘Bravi, dovete stare uniti’. Da quel giorno, da quell’invito del Papa noi abbiamo accelerato questo processo di comunione nella diversità. Abbiamo pensato a una stretta collaborazione che le tre famiglie francescane possano vivere insieme”. Padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi, ieri sera a Matera, in occasione dell’ultimo incontro della Festa di Avvenire su “Il Papa visto da vicino”, ha raccontato alcuni episodi che ha condiviso con Francesco. Il frate ha raccontato come ha vissuto la sua comunità il momento dell’elezione di Bergoglio  – “Quando disse di chiamarsi Francesco, nel nostro convento ci fu un momento di incredulità, poi suonammo le campane” – e alcune sue visite ad Assisi. La prima risale al 4 ottobre 2013. “Di quel giorno ricordo l’attenzione del Papa per ciascuno, la sua capacità di guardare le persone negli occhi. Di questo incontro mi è rimasto nel cuore la sua trasparenza, la sua capacità di lasciare intravedere il mistero, la bellezza del divino. Egli è un uomo risorto che cerca le cose di lassù e non può fare a meno di vedere l’uomo”.

Papa Francesco: mons. Semeraro, “è una persona molto attenta e con una grande capacità di ascolto”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:06

“È una persona molto attenta e con una grande capacità di ascolto. E quando parla Francesco dà un contributo di chiarificazione e di messa a punto di determinate situazioni. In molti casi, la sua parola è quella che fa compiere un passo avanti al dialogo che fanno i 9 cardinali all’interno del Consiglio”. Lo ha detto ieri sera a Matera mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e segretario del “C9”, in occasione dell’ultimo incontro della Festa di Avvenire, raccontando “Il Papa visto da vicino”. Una lunga conoscenza lega Bergoglio a Semeraro. Nel 2001 si incontrarono in occasione della decima Assemblea generale del Sinodo dei vescovi, di cui l’allora card. Bergoglio era relatore generale. “Così cominciò una collaborazione che è continuata nel tempo. Quando si trovava a Roma da cardinale la domenica veniva a celebrare Messa in una chiesa di Ciampino, nella mia diocesi”, ha raccontato Semeraro, che ha delineato il ritratto di Francesco: “L’impressione è di una persona capace di ascolto, che è la cosa che impressiona tutti, anche gli altri cardinali. Parlando del metodo ecclesiale della sinodalità, disse che il primo atteggiamento è proprio quello di ascoltare e lui la realizza”. È anche “un uomo di grande memoria – ha aggiunto -. Quando si devono richiamare delle circostanze, lui puntualizza di cosa si tratta indicando nomi e luoghi. Francesco è un uomo intimamente pacificato con se stesso. Ha fatto discernimento con se stesso e su stesso, vivendo nella sua vita la volontà di Dio”.

Papa Francesco: card. Baldisseri, ha “uno stile di governo che gratifica anche chi collabora con lui”

Agensir.it - Sat, 2017-07-01 09:00

“Papa Francesco ha una grande umanità, sa creare un’atmosfera di collaborazione, stabilisce una fiducia e una fedeltà che mantiene. Non abbandona mai nessuno, nemmeno un suo collaboratore quando è in difficoltà”. Lo ha detto ieri sera a Matera il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, raccontando “Il Papa visto da vicino” in occasione dell’ultimo incontro della Festa di Avvenire. Un legame forte lo lega a Francesco. Il porporato è stato segretario del conclave che ha eletto Bergoglio, che nella Cappella Sistina gli pose sul capo il suo zucchetto rosso porpora, tanto da essere definito “il primo cardinale di Francesco”. “Dopo il conclave mi trovavo a Santa Marta, tutti i cardinali andarono via e il nuovo Papa rimase da solo – ha raccontato -. Così mi sono trovato a fargli da segretario. Una sera mi disse che voleva parlarmi e fu in quel momento che mi annunciò che sarei divenuto il segretario generale del Sinodo”.
Ad affascinare Baldisseri è lo stile di governo di Francesco: “Alla fine dei pontificali o delle Messe, il Papa si toglie i paramenti e per prima cosa saluta i cardinali. In questo modo lui vuole dire la parola giusta. Se ha incontrato qualcuno la settimana prima e deve dare una risposta su un tema lo fa in quel momento. È rapido. È uno stile di governo che gratifica anche chi collabora con lui”. Infine, Baldisseri ha parlato del prossimo Sinodo dei giovani: “Abbiamo lanciato da qualche settimana un sito e abbiamo già avuto 173mila contatti e 60mila risposte, numeri che segnalano l’interesse per questo tema. Abbiamo già il documento preparatorio del Sinodo e alla fine c’è un questionario. Con il sito vogliamo arrivare direttamente ai giovani e abbiamo già grandi risposte”.

+++ Charlie Gard: Papa Francesco, “difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d’amore che Dio affida ad ogni uomo” +++

Agensir.it - Fri, 2017-06-30 20:32

“Difendere la vita umana, soprattutto quando è ferita dalla malattia, è un impegno d’amore che Dio affida ad ogni uomo”. È il tweet lanciato questa sera da Papa Francesco sul proprio account @Pontifex_it. Un tweet che fa riflettere in queste ore di grande apprensione per la vicenda del piccolo Charlie Gard.

Difendere la vita umana, soprattutto quando é ferita dalla malattia, é un impegno d'amore che Dio affida ad ogni uomo.

— Papa Francesco (@Pontifex_it) June 30, 2017

Notizie Sir del giorno: Papa Francesco su emigrazione, i medici danno più tempo a Charlie Gard, i vincitori di “Tuttixtutti”

Agensir.it - Fri, 2017-06-30 19:30

Papa Francesco: a Iila, “occorre politica congiunta di cooperazione per affrontare fenomeno emigrazione”

“Individuare le potenzialità” dei Paesi dell’America latina, “coordinare gli sforzi per dare risposte concrete e far fronte alle istanze e alle necessità dei figli e delle figlie dei nostri Paesi” e “promuovere una cultura del dialogo”: sono le piste di impegno che Papa Francesco ha indicato ai membri dell’Organizzazione italo-latino americana (Iila), ricevuti in udienza questa mattina, in occasione del 50° anniversario di fondazione.”Occorre una politica congiunta di cooperazione per affrontare” il fenomeno dell’emigrazione, ha aggiunto. (clicca qui)

Charlie Gard: Ospedale Great Ormond Street di Londra, i medici danno più tempo ai genitori per stare “insieme” al figlio

“Insieme ai genitori di Charlie stiamo mettendo in atto programmi per la sua terapia e per dare a loro, come famiglia, più tempo insieme”. Questo è il comunicato che è stato diffuso oggi pomeriggio intorno alle 17.15 dall’ Ospedale Great Ormond Street di Londra dove il piccolo Charlie Gard è ricoverato in terapia intensiva. Il messaggio è stato diffuso “con l’accordo dei genitori di Charlie Gard” e chiede “di lasciare spazio e privacy a questa famiglia e al nostro staff in questo momento doloroso”. Numerosi i commenti sulla drammatica vicenda, come la nota scritta per il Sir da Adriano Pessina, direttore del Centro di Ateneo di Bioetica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. (clicca qui)

8xmille: concorso “Tuttixtutti”, resi noti i 10 progetti vincitori

Una fattoria multifunzionale sociale che prevede orticultura, piante aromatiche, animali da cortile e apicoltura; un orto sociale per offrire sbocchi professionali e formativi per persone in disagio lavorativo e per i giovani della parrocchia, coadiuvati dai nonni, genitori e da esperti di “agricoltura locale”; instaurare un rapporto di amicizia e dialogo con trenta senza fissa dimora per farli sentire a casa nella parrocchia. Sono questi i tre progetti vincitori di “TuttixTutti”, il concorso Cei che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie. Oggi sono stati proclamati on line tutti e 10 i vincitori. I tre vincitori della 7ª edizione del concorso, nato dal successo di ifeelCud, sono la parrocchia San Lazzaro di Lecce per il progetto denominato “La fattoria dell’interazione”, che ha conquistato il 1° premio; la parrocchia SS. Trinità di Scalea che, con il progetto “Seminare speranza, raccogliere futuro”, ha vinto il 2° premio; la parrocchia San Simpliciano di Milano che si è aggiudicata il 3° premio con “Dalla strada alla comunità”. (clicca qui)

Media: Ctv e Officina della Comunicazione, presentato questa mattina il film documentario “I Giubilei. La strada del perdono”

All’interno di palazzo San Carlo in Vaticano, sede della Filmoteca Vaticana, si è tenuta la presentazione de “I Giubilei. La strada del perdono”, nuova produzione realizzata dal Centro televisivo vaticano (Ctv) e da Officina della Comunicazione, un film documentario pensato come momento di bilancio finale del Giubileo straordinario della misericordia, ma anche come occasione per ripercorrere i momenti significativi degli Anni giubilari del passato. “Il Centro televisivo vaticano – ha dichiarato mons. Dario E. Viganò, prefetto della Segreteria della Comunicazione – ha come mission dal 1983 quella di raccontare l’operato del Papa e della Santa Sede. In occasione dell’Anno Santo della misericordia voluto da Papa Francesco abbiamo pensato che fosse importante e giusto produrre un’opera che raccontasse l’esperienza dell’Anno Santo nel corso dei secoli”. (clicca qui)

Germania approva matrimonio omosessuale: mons. Koch (Berlino), “rammaricato” perché “la differenziazione non è discriminazione”

“Sono rammaricato che il legislatore abbia rinunciato ai contenuti sostanziali del concetto di matrimonio, per adattarlo a coppie formate da persone dello stesso sesso. Al tempo stesso mi rammarico anche che con la decisione presa oggi si rinunci a differenziare le diverse forme di unione, arrivando a parificarle tutte. La differenziazione non è discriminazione”. È il commento dell’arcivescovo di Berlino, mons. Heiner Koch, dopo la storica decisione presa dal Bundestag tedesco, che ha approvato quest’oggi a maggioranza il “matrimonio per tutti”. (clicca qui)

Donne: Furlan (Cisl), “no a violenza e sfruttamento”. Presentata “piattaforma” sulla prevenzione

“Voglio ringraziare le tre donne meravigliose che ci hanno fatto l’onore di stare con noi raccontando la loro storia ma soprattutto la loro speranza”. Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, al termine della tavola rotonda “Donne: contro ogni forma di violenza”, svoltasi oggi nell’ambito del XVIII Congresso confederale che si chiude domani a Roma, nel corso della quale è stata presentata la “Piattaforma Cisl sulla prevenzione della violenza sulle donne e sui minori“, “mira ad elaborare proposte concrete e articolate per prevenire e perseguire le violenze esercitate nei diversi contesti nei confronti delle donne”, ha spiegato la coordinatrice delle donne della Cisl, Liliana Ocmin. (clicca qui)

Cattedrale Agrigento: appello a Mattarella per la messa in sicurezza dopo più di sei anni di chiusura

Un appello al capo dello Stato, Sergio Mattarella, il 6 luglio in visita ad Agrigento, ad “esercitare il suo ruolo di garante della Costituzione che all’articolo 9 recita: ‘La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica; tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione’ e dire una parola autorevole perché agli agrigentini e agli italiani venga restituita la cattedrale”. A rivolgerlo, in forma di lettera aperta dalle colonne del numero in uscita del settimanale cattolico agrigentino “L’Amico del Popolo”, è il direttore del periodico, Carmelo Petrone. (clicca qui)

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie