Feed aggregator

Famiglia: Matone (Osservatorio), “alleanze educative” e nuovo modello di welfare “per sostenere nuclei fragili”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 16:31

“Se la famiglia è la prima e più importante cellula della società, come la definisce la Costituzione, occorre capire se questo è vero o se la crisi economica e il cambiamento dei valori hanno ‘attentato’ a questa definizione”. Esordisce così Simonetta Matone, presidente del Comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla famiglia, intervenendo alla terza Conferenza nazionale sulla famiglia “Più forte la famiglia, più forte il Paese”, in corso fino a domani in Campidoglio. Matone è la coordinatrice del primo dei cinque gruppi nei quali proseguono questo pomeriggio i lavori: “Centralità del ruolo delle famiglie come risorse sociali ed educative”. “Data la complessità del tema, nell’analisi del contesto il gruppo dell’Osservatorio nazionale ha lavorato in particolare lungo tre linee di riflessione – spiega -: la centralità del ruolo delle famiglie e la loro complessità nella società attuale, la proposta di misure nazionali di sostegno e l’analisi delle risorse”. Osservando le profonde modifiche subite dalla struttura familiare, Matone fa notare che oggi il panorama è “nuovo e per molti aspetti complesso: nuclei sempre più piccoli, spesso instabili, famiglie di origine straniera, ricomposte, monogenitoriali, omogenitoriali, adottive, affidatarie”. Tra i macro obiettivi individuati: rafforzare ruolo e responsabilità delle famiglie e aiutare e sostenere i nuclei fragili e vulnerabili. A questo fine, prosegue, sono state identificate specifiche azioni: sostegno alle responsabilità genitoriali, costruzione di alleanze educative, in particolare con il sistema scuola; promozione di servizi socioeducativi per l’infanzia; potenziamento delle azioni per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro; sostegno alle famiglie con anziani e disabili. Serve, insomma, un nuovo modello di welfare in grado di sostenere le famiglie “fragili” attraverso l’introduzione di “un pilastro aggiuntivo alle politiche già attive, che abbia come specifico riferimento le situazioni di vulnerabilità economica e sociale e le nuove forme di povertà”. Tra queste ultime anche la violenza intrafamiliare.

Giornata aborto: Gigli (Mpv), “sì a libertà di scegliere la vita, il resto sono ideologie”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 15:22

“La legge 194 non prevede il diritto all’aborto: chiede – invano – di prevenirlo offrendo alternative a chi chiede di farvi ricorso. Riconoscere un diritto all’aborto equivarrebbe ad ammettere che ad alcuni esseri umani possa non essere riconosciuto il diritto alla vita, con evidenti rischi che, in nome dei diritti civili, il perimetro dei diritti umani possa in futuro ridursi anche per altre categorie”. Lo afferma Gian Luigi Gigli, presidente del Movimento per la vita italiano, a proposito della Giornata mondiale per l’accesso all’aborto sicuro e legale. “Particolarmente sgradevole – sottolinea Gigli – che una simile manifestazione abbia dunque luogo mentre, alla presenza del presidente Gentiloni, è riunita in Campidoglio la Conferenza nazionale per la famiglia, per riflettere anche sulla denatalità che rischia di affondare il Paese. Sono sei milioni, infatti, gli italiani che mancano all’appello per gli aborti legali dal 1978. Perché allora non rivendicare tutti insieme il diritto per ogni donna di non abortire per costrizioni economico-sociali? Questa sarebbe la vera libertà di scelta, il resto sono ideologie disumane”.

Famiglia: mons. Galantino, non è “un bene della Chiesa” ma un “bene della società”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 15:19

“Dobbiamo entrare nella logica che la famiglia è un bene della società”. Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sulla Conferenza nazionale sulla famiglia, in corso a Roma. Il segretario generale ha rilanciato le parole pronunciate dal cardinale presidente, Gualtiero Bassetti, nella sua prima prolusione alla Cei, in cui il porporato ha chiesto al governo e alle istituzioni “politiche innovative e concrete, che riconoscono soprattutto il fattore famiglia nel sistema fiscale italiano”. Queste richieste, per Galantino, vanno contestualizzate all’interno di due affermazioni più volte ribadite dai vescovi, anche singolarmente: “per la Chiesa la famiglia è fatta di padre, madre e figli, quando il Padreterno li dà” e che “quando parliamo di famiglia non parliamo di un bene della Chiesa”. “Quando il governo conferma la Conferenza nazionale sulla famiglia – ha precisato il segretario generale della Cei – non fa un piacere alla Chiesa cattolica italiana, fa un piacere a se stesso e al Paese: e se mena il can per l’aia non fa un dispetto alla Chiesa, ma alla nazione, alla nostra società, ritarda l’attenzione finora troppo flebile e debole che ancora viene data alla famiglia”. “Alla famiglia fatta di madre, padre e figli va data almeno la stessa attenzione e caparbietà che si è posta per affrontare altri tipi di convivenza”. “Alla fine chi sostiene ancora l’Italia è la famiglia, nelle sua varie componenti e realtà”, ha affermato Galantino: “Peccato che non ci siamo mai soldi per realtà così al centro del vivere sociale”. “Se le famiglie fossero più serene sull’attenzione loro concessa da parte del governo – la tesi del vescovo – anche temi come lo ius soli o l’immigrazione verrebbero affrontati con spirito diverso. Oggi c’è una miscela esplosiva all’interno della quale non riusciamo più a distinguere ciò che c’è prima e ciò che c’è dopo, e la famiglia sicuramente è ciò che c’è prima: il primo sostegno è quello al riconoscimento della famiglia con padre, madre e figli”.

Famiglia: Boeri (Inps), “decontribuzione per reinserimento lavorativo neomamme” e “revisione indennità di accompagnamento”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 15:07

“In Italia le donne che fanno figli perdono un terzo del loro reddito e spesso non riescono a rientrare nel mercato del lavoro. Occorre concentrarsi sul loro reinserimento lavorativo pensando all’estensione anche per le lavoratrici dopo il periodo di maternità delle forme di decontribuzione previste per l’assunzione di giovani”. È la proposta avanzata da Tito Boeri, presidente dell’Inps , nel suo intervento alla terza Conferenza nazionale sulla famiglia “Più forte la famiglia, più forte il Paese” in corso fino a domani a Roma, in Campidoglio. Secondo l’economista, il bonus infanzia è stata una “misura importante, ma non basta”. “La crescita della famiglia ossia della fecondità – sottolinea – dipende dal tasso di occupazione femminile”. Sull’ipotesi di anticipo pensionistico a favore delle donne che hanno avuto figli Boeri ribadisce la propria contrarietà: “Il problema dei costi della maternità non deve essere affrontato con le pensioni. L’idea di far andare prima le donne in pensione con assegni più bassi non è la strada giusta” perché “le si espone al rischio povertà e le si spinge a lasciare il lavoro per occuparsi di nipoti e genitori anziani. Non è il messaggio giusto”, Infine, guardando al futuro: “La grande sfida dei prossimi decenni è la non autosufficienza. Occorre rivedere gli strumenti di sostegno” perché l’indennità di accompagnamento, “circa 500 euro per molte famiglie, è una cifra del tutto insufficiente”. Per questo Boeri invita a “graduare e selezionare le famiglie da aiutare di più”

Russia: Mosca, conferenza internazionale “L’eredità della Riforma nel dialogo tra confessioni cristiane”. Ricordo di padre Men

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 15:04

“L’eredità della Riforma nel contesto del dialogo tra le confessioni cristiane”: sarà il tema dell’incontro che a Mosca, il 13 ottobre, porterà nomi significativi per una conferenza internazionale nella memoria di padre Aleksander Men, il sacerdote ortodosso ucciso nel 1990 che “ha fatto molto per l’educazione spirituale della società russa, lo sviluppo del dialogo inter-cristiano, il rafforzamento dei legami nazionali e internazionali”. L’iniziativa è della Biblioteca di letteratura straniera Rudomino a Mosca in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica federale di Germania nella Federazione Russa e l’Istituto di alti studi teologici San Cirillo e Metodio di Mosca. Ospite d’onore sarà il vescovo luterano Wolfgang Huber che aprirà la conferenza con una relazione su “L’uomo a somiglianza di Dio: dignità umana e formazione religiosa”. Attraverso due seminari paralleli saranno affrontati numerosi temi a partire dalle “tradizioni della cultura europea nell’esperienza ortodossa di padre Alexander Men”, ma si parlerà anche di calvinismo e di Dietrich Bonhoeffer, così come di “cristianesimo di fronte al terrorismo”. Nell’ambito della conferenza sarà inoltre inaugurata la mostra allestita dall’Ambasciata tedesca e dedicata alla storia della Riforma in Europa.

Abusi: mons. Galantino, “non conosco i dati”, “più dei numeri è importante quello che si fa”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 15:00

“Non conosco i dati. Il problema dei numeri è importante, ma più importante è quello che si fa”. Monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, ha risposto in questi termini a una domanda su quanti siano i casi di pedofilia tra il clero. I casi di abusi, ha detto mons. Galantino durante la conferenza stampa di chiusura del Consiglio permanente dei vescovi italiani, “vanno affrontati con decisione, il che non significa però non avere contezza reale dei fatti”. I numeri, infatti, “si basano su tante cose: sulle accuse, sulla verifica fatta, sui risultati dei giudizi. Almeno due preti si sono suicidati dopo essere stati accusati di pedofilia e dopo due anni i giudici hanno scoperto che il fatto non sussisteva”. “Se il fatto esiste va perseguito, ed il protagonista in negativo va condannato, come ha recentemente ribadito anche il Papa: su questo nessuno ha dubbi. Il problema è che il tempo passa tra accusa, verifica dell’accusa e sentenza”. Di qui  il monito ai giornalisti: “Attenti a distinguere tra quello che esce sul giornale come accusa e quello che avviene di fatto, altrimenti facciamo sensazionalismo su un tema che è gravissimo ma che non può essere trattato con un feuilletton”. Quanto alla proposta di legge depositata che introduce l’obbligo per i vescovi di denunciare ai magistrati i preti pedofili, Galantino ha risposto: “Bisogna vedere se passa e cosa viene chiesto ai vescovi. Attualmente – ha ricordato a proposito delle norme vigenti – ai vescovi viene chiesto di avviare una verifica dell’accusa, di sospendere subito la persona incriminata quando ve ne sia una ragione, di incontrare le vittime e di collaborare con chiunque abbia titolo di intervenire, assolutamente senza reticenze”.

Famiglia: De Palo (Forum), “bene l’intervento di Gentiloni. Ora pensiamo ad atti concreti”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 14:52

“Intervento decisamente lucido quello del presidente Paolo Gentiloni all’apertura della Conferenza sulla famiglia. Giusto in ogni passaggio”: è il commento di Gigi De Palo, presidente del Forum nazionale delle associazioni familiari, all’intervento del premier, in occasione dell’apertura, oggi a Roma, della terza Conferenza nazionale sulla famiglia “Più forte la famiglia, più forte il Paese”.
“Sappiamo tutti però che se non si aiuta la famiglia, questo Paese muore – aggiunge De Palo -. Dal premier e dal governo, oltre a belle parole, ci aspettiamo immediate misure già in questa legge di stabilità. Forse è davvero l’ultima possibilità per la vita delle famiglie e per la credibilità della politica italiana”.

Rapporto Asvis: Giovannini (portavoce), “prossimi mesi decisivi per completare la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile”. Le proposte dell’Alleanza

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 14:50

“La prossima dev’essere la legislatura dello sviluppo sostenibile”. Così si è espresso Enrico Giovannini, portavoce dell’Asvis, presentando questa mattina il Rapporto 2017. Ma poiché non c’è tempo da perdere, visto il ritardo dell’Italia su questo fronte, l’Alleanza chiede che già in questo ultimo scorcio di legislatura si prendano delle iniziative. “I prossimi mesi saranno decisivi – ha osservato Giovannini – sia per completare la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile collegandola alla programmazione economico-finanziaria in vista del Def 2018, sia per convincere le forze politiche a inserire nelle piattaforme elettorali piani per il raggiungimento degli obiettivi”. In questa prospettiva l’Asvis avvierà, sin dalla prossima settimana, una serie di incontri con i leader dei partiti e dei movimenti politici per presentare le proposte contenute nel rapporto.
In particolare, per l’Alleanza è importante completare l’iter di approvazione di leggi (consumo del suolo, gestione delle acque, ecc.) e di provvedimenti governativi (strategia energetica, per la lotta ai cambiamenti climatici, ecc.) che sono cruciali per il futuro del Paese. La stessa Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile dev’essere dettagliata anche in termini quantitativi e richiede un completamento della sua governance, per esempio con la trasformazione del Comitato interministeriale per la programmazione economica (il cosiddetto Cipe) in Comitato interministeriale per lo sviluppo sostenibile. L’Asvis chiede anche che entro il 2017 siano predisposte le linee guida per le amministrazioni statali affinché nei rispettivi ambiti applichino standard ambientali e organizzativi in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Abusi: mons. Galantino, “la Chiesa si sta muovendo, e gli altri?”. Costituito gruppo di lavoro nazionale

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 14:48

Sugli abusi da parte del clero, “la Chiesa si sta muovendo, ma a me piacerebbe che sul tema della pedofilia anche altre realtà si interrogassero”. Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa di chiusura del Consiglio permanente ha affermato: “Non è che il 90% dei pedofili sono preti o religiosi: ci sono insegnanti, medici, allenatori, c’è di tutto. La scuola cosa sta facendo? Il mondo dello sport cosa sta facendo? Il mondo del turismo cosa sta facendo? Tanti turismi sessuali sono pedofilia, non altro, e sono viaggi organizzati, non alla chetichella”. Alla Chiesa, per Galantino, spetta il dovere “di non arroccarsi e di chiedere perdono per i suoi ritardi”, denunciati recentemente anche dal Papa. “Le parole del Papa – ha affermato a questo proposito il segretario generale della Cei – non possono che incoraggiarci ad andare avanti, a non mollare su questo tema che è molto importante”. “Fino a qualche tempo fa – ha fatto notare Galantino sul tema dei ritardi – certi tipi di reazione, di presunte soluzioni che si adottavano spostando un esponente del clero da una parte all’altra, facevano parte di una coscientizzazione non troppo forte, che però non è un fatto di Chiesa, ma un fatto di cultura che purtroppo ancora non è stato sconfitto”. Come esempio di impegno ecclesiale di contrasto agli abusi, Galantino ha citato la costituzione, presso la Segreteria generale, di un gruppo di lavoro, dal profilo multidisciplinare, attento ad approfondire tanto gli ambiti educativi e organizzativi, quanto quelli di carattere più giuridico e comunicativo. Coordinatore del gruppo è monsignor Lorenzo Ghizzoni, referente della Cei per la Pontificia Commissione per la tutela dei minori. “Dalle linee guida del 2012 le diocesi hanno lavorato in gruppi locali sperimentali, ora questa realtà diventa nazionale”, ha spiegato Galantino: “L’obiettivo è affrontare con serietà un tema che per la sua drammaticità non fa sconti per nessuno”. La buona pratica che ha finora “funzionato meglio” sul territorio, “fin dall’inizio” degli scandali, è quella attuata in diocesi di Bergamo, diventata “un punto di riferimento per le realtà vicine” e ora presa a modello per la costituzione nazionale, il cui cammino “è ancora all’inizio”. Monsignor Ghizzoni, ha annunciato Galantino, sarà affiancato da altri due vescovi “che hanno competenza in questo ambito”; tra i componenti, il direttore dell’Osservatorio giuridico della Cei, Venerando Marano, monsignor Giuseppe Baturi, canonista e direttore dell’Ufficio giuridico, don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali e da “alcuni consulenti che stiamo identificando tra coloro che in questo periodo hanno fatto esperienza”. Faranno parte del gruppo di lavoro anche i rappresentanti delle vittime. Dal 3 al 6 ottobre il nuovo gruppo parteciperà al Convegno internazionale a porte chiuse in programma alla Pontificia Università Gregoriana.

 

Diocesi: Bologna, domani la “Festa dei giovani: la forza e la gioia dell’incontro con Gesù”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 14:43

L’arcidiocesi di Bologna celebrerà domani la “Festa dei giovani: la forza e la gioia dell’incontro con Gesù”. Alle 17,30, l’arcivescovo mons. Matteo Zuppi presiederà in cattedrale una celebrazione eucaristica, durante la quale sarà ricordato don Mario Campidori, fondatore del Villaggio senza barriere “Pastor Angelicus”, a cento anni dalla sua nascita. Il centro offre servizi ai portatori di disabilità ed esperienze di condivisione, servizio e preghiera ai più giovani. Al termine della Messa, sempre in cattedrale, si svolgerà un confronto tra i giovani sul tema delle attese e dei bisogni dei ragazzi in città dal titolo “Quali i maestri e quali i modelli?”. Alle 21, in piazza Maggiore si terrà invece il concerto-testimonianza dei Reale, rock band di Christian Music italiana. I due fondatori della band, Alessandro Gallo e Francesca Cadorin, marito e moglie, si sono conosciuti nella Comunità Cenacolo di Madre Elvira, dopo anni di tossicodipendenza. La loro testimonianza sarà raccontata durante il concerto. L’iniziativa rientra nell’ambito delle celebrazioni finali del Congresso eucaristico diocesano.

Rapporto Asvis: Giovannini (portavoce), “l’Italia ha fatto passi avanti ma resta lontana dagli obiettivi di sviluppo sostenibile”

Agensir.it - Thu, 2017-09-28 14:39

Nonostante i passi avanti compiuti, l’Italia resta lontana dagli obiettivi di sviluppo sostenibile e senza uno scatto politico e l’adozione di un diverso modello di crescita, resterà uno degli Stati europei con i peggiori risultati economici, sociale e ambientali. È questo il messaggio che arriva dal Rapporto Asvis 2017, presentato questa mattina alla Camera. L’Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, un cartello di oltre 170 organizzazioni), per il nuovo rapporto ha elaborato degli indicatori complessi che consentono di valutare la posizione del nostro Paese rispetto agli obiettivi di sviluppo sostenibile riferiti all’Agenda 2030 dell’Onu. Su questi 17  “target”, si registra un sensibile miglioramento in 9 casi (sconfiggere la fame; salute e benessere; istruzione di qualità; parità di genere; innovazione e infrastrutture; consumo e produzione responsabili; lotta contro il cambiamento climatico; flora e fauna acquatica; pace, giustizia e istituzioni solide), un sensibile peggioramento in 4 (sconfiggere la povertà; acqua pulita e servizi igienico-sanitari; riduzione delle disuguaglianze; flora e fauna terrestre), mentre la situazione è statica nei restanti 4 (energia pulita e accessibile; buona occupazione e crescita economica; città e comunità sostenibili; partnership per gli obiettivi). Attenzione, però, ha avvertito il portavoce dell’Asvis, Enrico Giovannini, che ha presentato il rapporto, “anche laddove si registra un miglioramento l’Italia non ha raggiunto ancora gli obiettivi e non ci riuscirà senza compiere scelte strategiche fondamentali e senza mettere in campo politiche integrate, perché è l’integrazione che fa la differenza”.

Notizie Sir del giorno: Papa inaugura campagna “Condividiamo il viaggio”, Ue “nuove regole per Schengen”, in Terra Santa luoghi di culto vandalizzati

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:30

Papa Francesco: udienza, “do il benvenuto a migranti e rifugiati”. “Grazie” alla Caritas. Servono “braccia aperte”

“Sono lieto di accogliere i rappresentanti della Caritas, qui convenuti per dare inizio ufficiale alla campagna ‘Condividiamo il viaggio’, che ho voluto far coincidere con questa udienza”. È il saluto del Papa, subito dopo la catechesi dell’udienza generale di oggi, a piazza San Pietro. “Do il benvenuto ai migranti, richiedenti asilo e rifugiati che, assieme agli operatori della Caritas Italiana e di altre organizzazioni cattoliche, sono segno di una Chiesa che cerca di essere aperta, inclusiva e accogliente”. “Grazie a tutti voi per il vostro instancabile servizio”. “Avete già fatto l’applauso – ha proseguito Francesco rivolgendosi a braccio ai 20mila fedeli presenti in piazza San Pietro –. Meritano veramente tutti un grande applauso!”. “Con il vostro impegno quotidiano, voi ci ricordate che Cristo stesso ci chiede di accogliere i nostri fratelli e sorelle migranti e rifugiati con le braccia ben aperte”. (clicca qui)

Diocesi: Ragusa, sabato 30 Festival della Dottrina sociale della Chiesa

Sabato 30 settembre a Ragusa Ibla, l’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, ha organizzato il Festival della Dottrina sociale della Chiesa, giornata in preparazione del Festival nazionale della Dsc, che si terrà dal 23 al 26 novembre a Verona. La kermesse diocesana, dal titolo “Fedeltà è cambiamento”, si pone anche sullo sfondo della 48ª Settimana sociale dei cattolici italiani di Cagliari (26/29 ottobre 2017), che ha per tema “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo, solidale”. (clicca qui)

“A Sua Immagine”: sabato 14 ottobre puntata speciale con Vasco Rossi e don Luigi Ciotti su Rai Uno

Sarà una puntata speciale quella di “A Sua Immagine”, sabato 14 ottobre su Rai Uno alle ore 17.10. Nello spazio dedicato al commento al Vangelo con don Luigi Ciotti, sacerdote in prima linea nella lotta alle mafie e fondatore dell’Associazione Libera, interverrà la rockstar italiana Vasco Rossi, che nel 2017 ha festeggiato i 40 anni di attività con uno storico concerto a Modena Park, lo scorso 1 luglio, trasmesso in diretta su Rai Uno. “Sarà un Vasco Rossi inedito e intimo”, anticipano così all’Agenzia Sir padre Gianni Epifani e Laura Misiti, che firmano la rubrica religiosa “A Sua Immagine” su Rai Uno, prodotta dalla Rai in collaborazione con l’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza episcopale italiana. Il programma è condotto dalla giornalista Lorena Bianchetti. (clicca qui)

Diocesi: Venezia, torna “72h con le maniche in su”. Venerdì conferenza stampa di presentazione

Scatterà tra un mese esatto ma i preparativi a Venezia sono in atto già da parecchio tempo: è la nuova edizione (la settima) delle “72h con le maniche in su” promosse dal gruppo di giovani denominato “Prove di un mondo nuovo” e che l’anno scorso ha toccato la cifra-record di mille partecipanti, tutti giovani e giovanissimi alle prese con un’esperienza di volontariato a sorpresa e negli ambiti più disparati. Le prossime “72 ore” si svolgeranno da giovedì 26 a domenica 29 ottobre; le iscrizioni, già aperte, si chiuderanno sabato 7 ottobre. La settima edizione verrà presentata in conferenza stampa venerdì 29 settembre alle 11.30, al Centro pastorale Papa Luciani in via Querini, 19/A a Mestre. (clicca qui)

Francia: card. Barbarin (Lione), incontro per separati, divorziati e risposati. “Costruiamo insieme la Chiesa”

Si rivolge anche via video, postato su Youtube, il cardinale di Lione Philippe Barbarin per invitare separati, divorziati e risposati a un “grande incontro” il 15 ottobre nella cattedrale di San Giovanni. Per “mostrare a ciascuno che non solo è accompagnato dall’affetto, l’attenzione e l’amore di tutti, ma soprattutto che abbiamo bisogno di lui, nel cammino in cui si trova, perché noi costruiamo tutti insieme la Chiesa”. A partire dal capitolo 8 della Amoris laetitia, si vorrebbe far comprendere “fino a che punto la misericordia di Dio è più forte delle nostre difficoltà o di tutte le rotture che possiamo aver vissuto”.  (clicca qui)

Commissione Ue: nuove regole per Schengen. Timmermans, rispondere alla minaccia terroristica

Doppio intervento, oggi, da parte della Commissione Ue sul versante migrazioni, sicurezza delle frontiere, rimpatri, Schengen. In particolare la Commissione propone di aggiornare il codice frontiere Schengen “adattando alle esigenze attuali le norme sul ripristino temporaneo dei controlli alle frontiere interne, affinché siano in grado di rispondere alle mutevoli e persistenti minacce gravi per l’ordine pubblico o la sicurezza interna”. Frans Timmermans, primo vicepresidente della Commissione europea, ha dichiarato: “Le circostanze eccezionali che contraddistinguono il nostro presente, ad esempio l’accentuarsi della minaccia terroristica, ci hanno indotto a proporre un codice frontiere Schengen maggiormente consono a questa nuova epoca. Gli Stati membri dovrebbero poter prendere provvedimenti eccezionali quando si trovano di fronte a minacce gravi per l’ordine pubblico o la sicurezza interna”. (clicca qui)

Terra Santa: 50 luoghi di culto vandalizzati dal 2009 ad oggi. Mons. Marcuzzo (Patriarcato), “diffusa mentalità di odio”

Dal 2009 al luglio 2017, in Israele e nella Cisgiordania, oltre 50 luoghi cristiani e musulmani sono stati vandalizzati, solo nove le denunce presentate e sette le condanne comminate. Sono dati forniti dal ministero della Pubblica sicurezza di Israele e pubblicati dal Vicariato “San Giacomo” per i cattolici di lingua ebraica in Israele. Una scia di attentati contro chiese, conventi, cimiteri, moschee che non accenna a fermarsi come testimonia l’ultimo attacco, mercoledì 20 settembre, alla chiesa di santo Stefano nel monastero salesiano di Beit Gemal, a ovest di Gerusalemme. (clicca qui)

Avvenire: la prima pagina di domani 28 settembre. Campagna “Condividiamo il viaggio”, conferenza sulla famiglia, intesa per i cantieri Stx

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:29

“A braccia aperte” è questo il titolo di apertura di Avvenire di domani su una grande foto del Papa che illustra il lancio della campagna della Caritas internationalis sul “condividere il viaggio” dei migranti, presentata durante l’udienza in Vaticano. Alla catechesi di Francesco, e in particolare al tema della speranza antidoto all’accidia dei giovani, è dedicato l’editoriale di Marina Corradi.
Di taglio l’avvio dell’attesa conferenza sulla famiglia con anche un’intervista alla sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi.
Ancora, l’intesa con i francesi per i cantieri Stx e il caso sollevato da M5S e associazioni contro l’azzardo per gli investimenti che la Bce avrebbe compiuto acquistando obbligazioni di una delle maggiori società attive nel settore di scommesse e slot.
Infine un’intervista alla ricercatrice italiana che è riuscita, grazie alla stimolazione del nervo vago, a riportare a uno stato di minima coscienza e a poter interagire con il mondo esterno un malato in stato vegetativo permanente da 15 anni.

Diocesi: Sorrento, sabato a Castellammare di Stabia il VI Cammino regionale delle confraternite campane

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:20

Sabato 30 settembre, dalle ore 8, a Castellammare di Stabia avrà inizio il VI Cammino regionale delle confraternite campane. Un evento organizzato dall’arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, Ufficio Confraternite, in comunione con la Confederazione nazionale delle confraternite delle diocesi d’Italia. “Con grande gioia vi saluto e vi assicuro la mia preghiera – le parole dell’arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, mons. Francesco Alfano – in attesa di poterci incontrare. La nostra Chiesa diocesana vi attende con trepidazione, consapevole che questi momenti di grazia possono segnare il cammino di ognuno di noi: la forza del Vangelo ci unisce in un vincolo stretto e profondo, per una testimonianza concreta e credibile della speranza che abita in noi”. la città di Castellammare di Stabia è pronta ad accogliere le centinaia di confraternite che accorreranno per vivere insieme il cammino. “Il Cammino regionale delle confraternite della Campania con somma gioia fa tappa quest’anno a Castellammare – afferma il primo cittadino, Antonio Pannullo -. È la sesta edizione e la scelta della nostra città quale sede della processione e della celebrazione eucaristica rappresenta un momento di condivisione straordinario di fede. Castellammare di Stabia nel nome di San Catello è da sempre luogo di accoglienza, tolleranza e integrazione. La città è pronta ad accogliere i confratelli tutti con il cuore aperto in segno di amore e fratellanza”. Info sul sito dedicato al Cammino e sulla pagina Facebook.

Diocesi: San Marino-Montefeltro, venerdì un incontro in vista della Settimana sociale

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:18

Un incontro sulla 48ª Settimana sociale, che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre. Lo propone il 29 settembre, alle ore 21, presso la sala Montelupo di Domagnano, la Commissione diocesana per la pastorale sociale e il lavoro diocesi San Marino-Montefeltro. “L’obiettivo della Settimana sociale – sottolinea una nota della diocesi – è quello di realizzare un momento partecipativo per rinnovare l’impegno delle comunità locali e nazionale sul tema del lavoro e per portare un contributo di riflessione, ma anche concreto, alla società civile”. Durante l’incontro di venerdì i delegati diocesani presenteranno il tema e i contenuti della Settimana sociale, il percorso locale attivato e le prospettive future dopo la chiusura dell’evento. Sarà presente il vescovo Andrea Turazzi. All’appuntamento è invitata a partecipare tutta la comunità civile e le forze sociali, in particolare quelle più vicine al mondo del lavoro.

Diritto al cibo: Progetto Arca e Eataly, da questo weekend parte la “zuppa della bontà” per le persone senza fissa dimora

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:09

Partirà il prossimo 30 settembre e durerà per tutto il “piano freddo”, fino al 31 marzo 2018, l’alleanza tra Fondazione Progetto Arca onlus, da oltre di vent’anni a fianco delle persone più povere, e Eataly. L’obiettivo è supportare le persone senza dimora durante il periodo dell’anno in cui le temperature diventano sempre più rigide e mettono a dura prova la vita di chi vive per strada.
La collaborazione – si legge in una nota – nasce in occasione della zuppa della Bontà, manifestazione a favore dei senzatetto e delle persone in grave stato di indigenza che il prossimo fine settimana, sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre, coinvolgerà contemporaneamente circa 70 piazze in tutta Italia. I volontari di Progetto Arca saranno nei principali luoghi di passaggio delle città per offrire a chi le desidera, a fronte di una piccola donazione, tre gustosi tipi di zuppe di legumi e cereali secchi (minestrone alla veneta, zuppa d’orzo e minestrone alla montanara) prodotte dall’azienda Pedon. Le confezioni di zuppa della Bontà saranno disponibili anche presso Eataly, negli store di Milano, Roma e Torino, per tutto il piano freddo, fino al 31 marzo.
Quest’anno l’iniziativa può contare anche sul sostegno di Foodora: le confezioni di zuppa si potranno ordinare direttamente tramite app o su www.foodora.it o acquistare in alcuni ristoranti partner selezionati a Milano, Roma e Torino. I fondi raccolti grazie alla zuppa della Bontà sosterranno Progetto Arca nel suo quotidiano impegno a favore delle persone e delle famiglie in difficoltà. Solo nell’ultimo anno la onlus ha assistito circa 80.000 persone all’interno dei centri di accoglienza, negli appartamenti per l’integrazione e durante unità di strada, distribuendo complessivamente 2 milioni di pasti.

 

Fede e cultura: Roma, 72° convegno della Fondazione Centro studi filosofici di Gallarate. “Il corpo e le sue trasformazioni”

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:07

“Il corpo e le sue trasformazioni”: è il tema del 72° convegno promosso dalla Fondazione Centro studi filosofici di Gallarate in programma a Roma da domani, 28 settembre, fino a sabato 30 settembre (Villa Aurelia, via Leone XIII, 459). I lavori saranno aperti alle ore 15.30 con i saluti e le parole introduttive del presidente della Fondazione, Giovanni Ferretti. La prima relazione su “Identità e plasticità del corpo” è affidata a Gian Vito Martino (Università Vita-Salute San Raffaele di Milano). Seguirà una relazione su “La manipolabilità del corpo umano” di Bruno Dallapiccola (Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma). Venerdì in mattinata sono previsti lavori di gruppo su: Filosofie della corporeità: prevalente punto di vista storico; Filosofie della corporeità: prevalente punto di vista teoretico; La relazione corpo-spirito alla luce delle neuroscienze; L’etica della corporeità e la biopolitica. Nel pomeriggio si svolgerà una sessione presso l’Università Gregoriana di Roma (piazza della Pilotta 4, ore 15.30) con la terza relazione “Le neuroscienze e l’umano: status quaestionis (Michele Di Francesco, Scuola superiore universitaria Iuss di Pavia); a seguire la quarta relazione “Il corpo tra limite e ferita: la doppia articolazione della cura” (Luigi Alici, Università degli Studi di Macerata). Sabato 30 settembre (ore 9.00) quinta relazione “Fenomenologia e teologia del corpo” (Emmanuel Falque, Institut Catholique de Paris); infine sesta relazione “Il corpo della madre. Prospettive bioetiche” (Marianna Gensabella, Università degli Studi di Messina).
La Fondazione Centro studi filosofici di Gallarate prosegue sotto altra veste giuridica l’attività del “Centro di studi filosofici di Gallarate”, che ha dato origine ad essa insieme alla Provincia d’Italia della Compagnia di Gesù e l’ha costituita come Fondazione il 13 settembre 1998. Questa ha poi ottenuto la personalità giuridica nel 1999. Il Centro studi filosofici di Gallarate aveva iniziato la sua attività fin dall’immediato dopoguerra, ed è stato istituito formalmente nel 1954 a Padova, dove ha anche la sua sede attuale.

Turismo: Vitale (Acli), “strumento di inclusione sociale e scoperta della cultura a favore della tolleranza e convivenza pacifica”

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:05

“Il Centro turistico Acli sostiene, da sempre, il turismo come strumento di inclusione sociale e scoperta della cultura a favore della tolleranza e convivenza pacifica”. Lo afferma il presidente nazionale, Pino Vitale, in occasione della Giornata mondiale del turismo 2017, che si aperta oggi in Qatar, sul tema “Turismo sostenibile: uno strumento per lo sviluppo”. La cerimonia organizzata dall’Onu verte su cinque temi portanti del turismo: economia inclusiva e crescita sostenibile, inclusione sociale, occupazione e riduzione della povertà, efficienza delle risorse, protezione ambientale e cambiamenti climatici, valori culturali, diversità e eredità, comprensione reciproca e pace. Inoltre, “per rispondere all’invito delle Nazioni Unite – continua Vitale – l’associazione ha avviato il Progetto Cta e-Bike, impegnandosi a sensibilizzare le comunità ed i giovani al rispetto per l’ambiente ed un maggiore contatto con il territorio”. L’iniziativa, conclude il presidente, “coinvolgerà alcuni tra i borghi sostenibili più belli d’Italia, quali esempi di turismo generativo, in grado di coniugare bellezza naturale, storia e crescita economica riconosciuta a livello mondiale”.

Famiglia: Gontero (Agesc), “si realizzino quegli impegni concreti” su natalità, fisco e libertà di scelta educativa

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 19:02

Natalità, fisco e libertà di scelta educativa. Sono questi i “campi in cui è indispensabile cominciare ad intervenire con provvedimenti che siano strutturali, duraturi e significativi anche quantitativamente” indicati dall’Associazione genitori scuole cattoliche (Agesc) alla vigilia della terza Conferenza del Governo sulla famiglia. “A dieci anni dalla prima – si legge in una nota – dobbiamo riconoscere che i risultati ottenuti con le due edizioni precedenti sono stati assolutamente deludenti. Nonostante proclami e promesse nulla di quanto deciso in quelle occasioni è stato realizzato dalla politica”. Per il presidente Agesc, Roberto Gontero, “il bene delle famiglie è così importante per il bene di tutto il Paese che, nonostante le delusioni, siamo in dovere di continuare a chiedere, insieme a tutte le famiglie ed alle altre associazioni familiari, che si realizzino quegli impegni concreti necessari per offrire un futuro a quella realtà sociale che è il motore della convivenza e del suo sviluppo”. “Non nutriamo illusioni – aggiunge – ma in occasione delle elezioni politiche del prossimo anno sceglieremo e giudicheremo l’affidabilità della classe politica sugli impegni e gli atti concreti che verranno messi in campo a favore della famiglia”. Secondo l’associazione, “il sostegno alla ripresa della natalità è una priorità assoluta per il nostro Paese per evitare un declino demografico, civile ed economico altrimenti inarrestabile”. Inoltre viene riproposto il “Fattore famiglia” perché è “necessario un fisco a misura di famiglia”. Infine, per l’Agesc, “è essenziale garantire alle famiglie una vera libertà di scelta educativa della scuola per i propri figli, libertà finora assente nel nostro Paese”. “Su questi tre aspetti fondamentali della vita delle famiglie, non è più possibile aspettare. La Conferenza sulla famiglia – conclude la nota – è l’occasione per prendere impegni concreti e determinanti”.

Migranti: don Sciortino (Vita pastorale), “una resa e una sconfitta” il rinvio di “una legge giusta e di civiltà”

Agensir.it - Wed, 2017-09-27 18:53

“Gli stranieri, e i loro figli, non sono solo una ‘scomodità’. Se ben gestiti, nella sicurezza e nella legalità, si trasformano in una grande risorsa, di cui il Paese ha bisogno e non può più fare a meno. Una risorsa sia economica che demografica. Basterebbe solo anteporre agli egoismi di parte gli interessi della nazione”. Così scrive il direttore di Vita Pastorale, don Antonio Sciortino, in un articolo che appare sul numero di ottobre del mensile paolino, a proposito dell’accantonamento della legge sullo ius soli in Parlamento. Dopo aver stigmatizzato la speculazione politica di chi mescola la legge con lo sbarco dei profughi e con il terrorismo, Sciortino precisa: “Una miopia politica, tutta italiana, masochista e priva di una visione di futuro, costringe questi ragazzi a crescere senza diritti e con sentimenti di ostilità nei confronti del Paese che li ospita”. Un Paese, sottolinea il direttore del mensile, che “si avvia a una sorta di suicidio demografico” e che agisce in modo schizofrenico, perché pretende dai nati in Italia quello che “non pretende dai discendenti dei nostriemigrati all’estero. Questi non parlano la nostra lingua, spesso non amano neppure l’Italia, non riconoscono le nostre istituzioni, non paganole tasse da noi… eppure abbiamo dato loro la cittadinanza, possono votare e avere i loro rappresentanti in Parlamento”. Don Sciortino definisce “una resa e una sconfitta” il rinvio di “una legge giusta e di civiltà… quel che è nell’interesse del Paese è affossato per giochi politici: una merce di scambio da usare nelle trattative”.

 

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie