Feed aggregator

Myanmar: Unicef, “400mila rohingya in fuga verso il Bangladesh, il 60% sono bambini”

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 11:20

“Dal 25 agosto, oltre 400mila rohingya sono scappati dal Myanmar per andare verso il Bangladesh, e altre migliaia stanno arrivando ogni giorno. Secondo le prime stime, circa il 60% di loro sono bambini”. È quanto denuncia oggi l’Unicef in una nota nel quale sottolinea che “il numero cospicuo di rifugiati ha messo sotto pressione i campi per rifugiati preesistenti, con i nuovi arrivati che cercano un rifugio ovunque trovino spazio”. I camion dell’Unicef, che stanno trasportando acqua e kit igienico-sanitari di emergenza per migliaia di bambini rohingya (minoranza etnica di religione musulmana), sono diretti verso Cox’s Bazar, in Bangladesh, e per i prossimi giorni e settimane è in programma un flusso continuo di aiuti che comprendono brocche e taniche per l’acqua, detersivo in polvere, sapone, ma anche pannolini, assorbenti, asciugamani e sandali. “C’è una grave carenza di tutto, soprattutto di rifugi, cibo e acqua pulita”, spiega Edouard Beigbeder, rappresentante dell’Unicef in Bangladesh. “Le condizioni sul posto mettono i bambini in serio pericolo di contrarre malattie legate all’acqua. Abbiamo un grandissimo compito di fronte a noi: proteggere questi bambini estremamente vulnerabili”. L’Unicef sta inoltre supportando il dipartimento di Ingegneria per la salute pubblica con impianti di trattamento delle acque e contenitori e sta lavorando con i partner sul campo per installare e risanare i pozzi tubolari. Gli aiuti, aggiunge Beigbeder, “fanno parte di una prima ondata di beni che amplieranno enormemente la risposta di emergenza dell’Unicef per far fronte al crescente numero di bambini rohingya in Bangladesh”. L’Unicef, infatti, chiede 7,3 milioni di dollari per fornire supporto d’emergenza ai bambini rohingya nei prossimi quattro mesi.

Volontariato: Csv Cosenza, al via domani la due giorni sul “ruolo” tra “consapevolezza e responsabilità”

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 11:15

È tutto pronto, a Camigliatello Silano, per la due giorni “Il ruolo del volontariato tra consapevolezza e responsabilità” organizzata dal Csv (Centro servizi per il volontariato) della provincia di Cosenza venerdì 15 e sabato 16 settembre al complesso turistico La Fattoria. Si tratta di un momento di riflessione e dibattito, rivolto ai presidenti e ai membri del direttivo delle associazioni del cosentino, al fine di migliorare l’azione e accrescere la consapevolezza di chi decide di impegnarsi in attività di volontariato. L’obiettivo è confrontarsi insieme su come rafforzare il ruolo del volontariato, che non può essere solo un mero erogatore di servizi o un soggetto chiamato ad intervenire nelle situazioni di disagio, ma anche e soprattutto un protagonista attivo dei processi di cambiamento del welfare. Alla convention parteciperanno 80 rappresentanti del volontariato della provincia di Cosenza che operano in diverse organizzazioni occupandosi di varie tematiche: ambiente, disabilità, povertà, protezione civile, minori, donazione sangue e organi, sanità. I lavori prenderanno il via domani alle 10 con l’accoglienza dei partecipanti, seguiranno i saluti del sindaco di Spezzano Sila, Salvatore Monaco, e del presidente di Volontà Solidale, Gianni Romeo. La prima parte della giornata sarà incentrata sul tema “La crescita della persona per un cambiamento del welfare” a cura del formatore Pietro Bazzoni. Dopo il pranzo sono previsti i lavori di gruppo. Il 16 settembre, alle 9.30, Sergio Principe, vicepresidente di Volontà Solidale, proporrà un focus sul tema “Rete, advocacy e programmazione sociale: le parole chiave per il futuro del volontariato”. La mattinata si chiuderà con un incontro con i portavoce dei forum territoriali del terzo settore.

Diocesi: Ancona-Osimo, domenica 1° ottobre l’insediameno di mons. Spina. Il 24 settembre il saluto al card. Menichelli

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 10:57

Si avvicina il momento dell’insediamento di mons. Angelo Spina come nuovo arcivescovo di Ancona-Osimo. Domenica 1° ottobre alle ore 15,30 partirà dal porto di Numana, con apposito mezzo messo a disposizione dalla Capitaneria di Porto, e raggiungerà il molo del Porto Antico dove ad accoglierlo troverà le autorità locali per un primo saluto. Il corteo, fa sapere la diocesi, si sposterà in cattedrale, all’esterno della quale avverrà lo scambio ufficiale dei saluti con interventi dell’arcivescovo e del sindaco Valeria Mancinelli. Alle 17 è prevista la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Spina. “Una felice coincidenza – sottolinea una nota dell’arcidiocesi – è quella che mons. Spina entra in diocesi il 1° ottobre, come mons. Tettamanzi nel lontano 1989”.
Domenica 24 settembre, alle ore 17, è previsto, invece, il saluto al card. Edoardo Menichelli una celebrazione eucaristica e l’omaggio della cittadinanza. Il card. Menichelli, da sempre legato al territorio, ha voluto donare alla diocesi una statua di Giovanni Paolo II intitolata “Sulle strade della meditazione”, opera di Albano Poli. L’opera sarà posta e benedetta nei pressi della cattedrale di san Ciriaco, domenica 17 settembre, al termine della Messa celebrata dal cardinale, alle ore 18. Perché si possano condividere questi momenti, sono sospese le Messe vespertine. Menichelli nei giorni scorsi ha voluto salutare i medici ed il personale dell’ospedale Torrette di Ancona: “Non abbiate paura di Dio – aveva detto il cardinale in corsia -: il mistero della vita e della morte non lo risolverete voi. Chiedete aiuto a Lui”. Gli operatori sanitari, anche i professionisti in pensione, hanno donato una targa ricordo al cardinale per la vicinanza dimostrata in tutti questi anni.

Papa in Colombia: Carriquiry (Cal), “ci sarà un ‘prima’ e un ‘dopo’, per il bene della società colombiana”

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 10:39

“‘Facciamo il primo passo’ era il motto del viaggio apostolico. Il Papa ha indicato e ha intrapreso il cammino con i colombiani. Quelli di noi che lo hanno seguito da vicino, hanno avuto la netta sensazione che ci sarà un ‘prima’ e un ‘dopo’ segnato dal viaggio del Papa, per il bene della società colombiana”. Così Guzmán Carriquiry Lecour, segretario della Pontificia Commissione per l’America Latina (Cal), commenta in una nota pubblicata oggi dal Sir il viaggio di Papa Francesco in Colombia. Ripercorrendo gesti e parole di Francesco, Carriquiry Lecour osserva che “il Papa abbraccia il corpo sociale della Colombia profonda, lo attraversa con la parola del Vangelo e un amore espressivo e, allo stesso tempo, parla per tutta l’America Latina, per tutta la cattolicità”. Per il segretario della Cal, “si chiede molto alla Chiesa colombiana. Deve essere all’altezza della missione che Dio le affida nelle attuali circostanze della vita del suo popolo”. “Non può accontentarsi né adattarsi alle abitudini, agli stili e ai ritmi di ciò che resta della tradizionale cristianità colombiana”, aggiunge. Oltre al tema della “pacificazione” e a quello della “riconciliazione”, Carriquiry Lecour rileva che il Papa “sa che la protezione del dono sacro della vita, dal concepimento alla morte naturale, è una questione essenziale per la rigenerazione morale e il tessuto cristiano della società colombiana”. E “ha anche una viva consapevolezza che ‘la speranza in America Latina ha un volto giovane’, ‘ha un volto femminile’ – spesso eroico di tante donne che sono il pilastro di edificazione delle loro famiglie, della società e della Chiesa -, ‘passa attraverso il cuore, la mente e le braccia dei laici’ che aprano la strada al Vangelo nella costruzione di una nuova società”. “E una speranza che si accoglie e coltiva ‘nel vedere sempre il mondo con gli occhi dei poveri e a partire dalla situazione dei poveri’”.

San Francesco: Assisi, sarà la Liguria la regione a rendere omaggio al patrono d’Italia

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 10:22

Sarà la Liguria la regione italiana che quest’anno renderà omaggio a san Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, il prossimo 4 ottobre, giorno della sua solennità. Alle 10, il card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale ligure, con i vescovi della Liguria, presiederà la solenne celebrazione eucaristica nel Sacro Convento di Assisi. Al loro fianco, ci saranno anche il vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, e i ministri generali e provinciali delle famiglie francescane. Sarà invece il sindaco di Genova, Marco Bucci, ad accendere la “Lampada votiva dei Comuni d’Italia” con l’olio offerto dalla Regione Liguria. La lampada è accesa dinanzi alla tomba di san Francesco e nella Porziuncola. Durante la giornata sono previsti altri due momenti di preghiera. Alle 7, nella basilica di Santa Maria degli Angeli, p. Marco Tasca, ministro generale dei Frati Minori Conventuali, presiederà la Messa. Alla stessa ora, ma nella basilica di San Francesco, la celebrerà p. Michael A. Perry, ministro generale dei Frati Minori. Nella stessa basilica, alle 16, mons. Vittorio Viola, vescovo di Tortona, presiederà i Vespri. Subito dopo, sarà il momento della processione e della benedizione all’Italia con la Chartula dal Cupolino della basilica. Quest’anno la “Rosa d’argento”, riconoscimento attribuito a una donna di oggi “testimone di fede, speranza e carità”, verrà consegnata a suor Emanuela Koola, madre generale delle Suore di Nostra Signora del Rifugio in Monte Calvario, a Genova. La consegna avverrà alla vigilia, il 3 ottobre, alle 9,30. Nello stesso giorno, alle 17,30, a Santa Maria degli Angeli, mons. Luigi Ernesto Palletti, vescovo di La Spezia-Sarzana-Brugnato e vice presidente della Conferenza episcopale ligure, presiederà i primi Vespri “nel Transito di San Francesco”. Alle 21, nel santuario di San Damiano mons. Nicolò Anselmi, vescovo ausiliare di Genova, terrà una veglia con i giovani, mentre alla 21.30, sulla piazza e nella basilica di Santa Maria degli Angeli, p. Mauro Jöhri, ministro generale dei Frati Minori Cappuccini, presiederà una veglia di preghiera con la processione aux-flambeaux.

Diocesi: Prato, domani l’inaugurazione della mostra “Reliquiaria Pulchra”

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 10:00

Quarantacinque antichi reliquiari in mostra al Museo dell’Opera del Duomo di Prato. Si tratta di pezzi provenienti da collezioni private di alta oreficeria, realizzate in Italia e in Europa tra il XIII e il XIX secolo. L’inaugurazione dell’esposizione, dal titolo “Reliquiaria Pulchra”, è prevista per domani, venerdì 15 settembre, alle 17,30. Tra i pezzi conosciuti c’è il Braccio di San Biagio attribuito a Lorenzo Ghiberti, uno dei massimi scultori e orafi fiorentini del Quattrocento. Poggiante su sei leoncini accucciati, il reliquiario ha forma stellare e contiene all’interno il teschio di uno dei bambini trucidati durante la “strage degli innocenti”. Tra le altre opere, una coppia di reliquiari a ostensorio in argento cesellato realizzati su possibile disegno dell’architetto Giovan Battista Foggini. Sono settecenteschi e provengono dalla cappella di una villa fiorentina. La struttura è formata da un grande cherubino ad ali sollevate tra le quali sembra sorreggere due foglie di palma, simbolo del martirio. Altra opera di notevole valore è una cassetta dei santi Pietro e Paolo di bottega limosina, realizzata nel Duecento. Proviene da Londra e fa parte della collezione Rothschild. È uno scrigno smaltato con tondi raffiguranti angeli. La mostra sarà visitabile dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17, la domenica dalle 14 alle 17. Sarà chiusa il martedì.

Diocesi: Roma, al via sabato 16 settembre il nuovo anno di pastorale della salute

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 09:43

Prenderà l’avvio sabato prossimo, 16 settembre, il nuovo anno di iniziative dell’Ufficio per la pastorale della Salute del Vicariato di Roma. Il varo ufficiale sarà sancito dal tradizionale convegno diocesano che si svolgerà nella Sala delle Conferenze del Seminario Romano (piazza San Giovanni in Laterano, 4), e vedrà coinvolti cappellani universitari, operatori sanitari, responsabili diocesani e parrocchiali di pastorale sanitaria, membri della Consulta regionale e della Commissione diocesana, docenti e studenti. Il tema che farà da filo conduttore agli interventi che si succederanno dalle 9 sarà “Curare sempre, guarire se è possibile. ‘Credo, aiutami nella mia incredulità. Mc 9, 23-24′”. Dopo la preghiera iniziale – informa la diocesi – i lavori saranno introdotti da don Massimo Angelelli, cappellano prefetto del settore est. Seguiranno gli interventi di don Pasquale Dello Iacovo, cappellano Ospedale Cristo Re; di don Marco Simbola, cappellano prefetto del settore nord che farà una riflessione su “I programmi di formazione per Cappellani e Religiose”, e di Carmelo Sidoti, Ospedale Cto – A. Alesini di Roma, che parlerà su “La formazione degli operatori sanitari”. Vincenzo Saraceni, dell’Associazione medici cattolici italiani, e Gennaro Bruno, dell’Ospedale Fatebenefratelli Roma invece un approfondimento su “Una nuova Consulta diocesana della Pastorale sanitaria”. Le conclusioni dell’incontro saranno affidate al vescovo ausiliare Lorenzo Leuzzi, delegato per la pastorale diocesana della salute, che spiega: “La guarigione a tutti i costi è l’obiettivo del Dio misericordioso. La cura del malato è il fine del Vangelo. Sono due programmi che si separeranno sempre più l’uno dall’altro, fino alle estreme conseguenze di una oggettivazione della malattia da evitare a tutti i costi. Perciò senza l’annuncio del Vangelo la malattia non è curabile ma solo guaribile, eliminando la vera sorgente della libertà dell’uomo di fare di se un dono agli altri”. E tra i primi eventi in programma, il prossimo 23 settembre presso la Sala Don Umberto Terzani presso il Santuario del Divino Amore dalle ore 9, si svolgerà il II convegno regionale sul tema “Assistenza domiciliare e cure palliative: prospettive pastorali e percorsi formativi”.

Esorcisti: Roma, sabato 23 settembre una Messa e una tavola rotonda a un anno dalla morte di padre Amorth

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 09:22

A un anno dalla morte di don Gabriele Amorth (16 settembre 2016), il più celebre esorcista al mondo, sabato 23 settembre alle ore 16:30 a Roma, presso la Parrocchia Santa Maria Regina degli Apostoli in Via Antonio Pio n.75, si terrà una tavola rotonda in sua memoria. All’incontro, moderato da don Stefano Stimamiglio, sacerdote paolino e giornalista, parteciperanno padre Francesco Bamonte, presidente dell’Associazione internazionale degli esorcisti; don Aldo Buonaiuto, sacerdote dell’Associazione “Comunità Papa Giovanni XXIII”, esorcista e animatore generale del Servizio antisette; Elisabetta Fezzi, autrice del libro-testimonianza su don Amorth “La mia battaglia con Dio contro Satana” (Edizioni San Paolo). Alle ore 18:00 verrà celebrata una Messa in suffragio di don Amorth presieduta dal superiore provinciale della Società San Paolo, don Eustacchio Imperato.

Austria: Linz, la giornalista e teologa Gabriele Eder-Cakl nuova responsabile della pastorale diocesana

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 09:17

Forte apprezzamento e ottimismo in termini di rafforzamento del ruolo delle donne nella Chiesa cattolica e per la figura scelta: sono i sentimenti che i fedeli cattolici austriaci stanno manifestando per la scelta della giornalista teologa Gabriele Eder-Cakl a nuovo direttore dell’Ufficio pastorale della diocesi di Linz. Ufficialmente in carica dal 1° settembre, Eder-Cakl ha sottolineato come “il fatto che io sia seduta qui come responsabile è un segno che le donne hanno un posto nella Chiesa”. La direttrice ha ricordato che anche a Innsbruck (Elisabeth Rathgeb), Vienna (Veronika Prüller-Jagenteufel), Klagenfurt (Anna Hennersperger) e Salisburgo (Lucia Greiner), gli uffici pastorali diocesani ora sono diretti da donne. Nella diocesi di Linz da 20 anni è attivo un progetto di uguaglianza di genere per le donne in posizioni di leadership, non solo amministrativa: Eder-Cakl, con il suo nuovo ruolo desidera “percepire come vive realmente la gente”, questo significa anche dare risposte alla mutevolezza del rapporto con la Chiesa e la fede. Molte persone non sono più praticanti “eppure cercano la benedizione per il proprio figlio o hanno bisogno di conforto e di aiuto” e per la teologa “è importante fornire un aggancio alla Chiesa cercando forme adeguate”. Gabriele Eder-Cakl è nativa di Linz e ha studiato teologia a Salisburgo e Tubinga, dove ha completato la formazione manageriale. Ha lavorato come freelance per la televisione di Stato austriaca. Ha quindi lavorato come addetto stampa della diocesi di Linz ed è stata capo dell’ufficio diocesane per le comunicazioni.

Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Malaysia: rogo in dormitorio scuola, strage di ragazzi. Italia: Noemi uccisa dal fidanzato che confessa. Roma: 17 casi di Chikungunya e stop donazioni di sangue

Agensir.it - Thu, 2017-09-14 09:00

Malaysia: rogo in dormitorio scuola, strage di ragazzi. Morti 22 adolescenti e 2 insegnanti

Tragedia in Malaysia, dove un incendio ha ucciso nelle prime ore del mattino 24 persone, la maggior parte delle quali adolescenti, intrappolati dietro finestre sbarrate e un’uscita bloccata nel dormitorio di una scuola islamica nei dintorni della capitale Kuala Lumpur. I vigili del fuoco hanno fatto irruzione nella scuola dopo aver ricevuto una chiamata angosciata alle 5.41 di questa mattina e hanno impiegato un’ora per spegnere le fiamme, che sono divampate all’ultimo dei tre piani di un edificio, secondo quanto riferito dal capo della polizia di Kuala Lumpur Amar Singh. Quest’ultimo ha detto che all’interno c’erano 24 corpi carbonizzati (non 25 come riferito in un primo momento), 22 dei quali di ragazzi tra i 13 e i 17 anni, e due di insegnanti. Singh ha aggiunto che altri 14 studenti e altri quattro insegnanti sono stati salvati e sei di loro sono ora ricoverati in ospedale in condizioni critiche.

Noemi Durini: uccisa dal fidanzato che confessa. Era stato denunciato dalla mamma della vittima

Di nuovo un caso di femminicidio. Il fidanzato di 17 anni ha confessato l’omicidio della sedicenne Noemi Durini, scomparsa il 3 settembre, rivelando anche il luogo dove ha sepolto il corpo. La confessione è avvenuta durante il lungo interrogatorio che si è concluso nella notte nella stazione dei carabinieri di Specchia (Lecce). Il cadavere della sedicenne di Castrignano del Capo è stato infatti trovato ieri, sepolto dalle pietre, a 11 giorni dalla sua scomparsa. Quando è uscito dalla sede della Stazione Carabinieri di Specchia, il ragazzo ha rischiato il linciaggio rispondendo alla folla che lo fischiava, alzando la mano destra in segno di sfida. Un avviso di garanzia per sequestro di persona e occultamento di cadavere è stato notificato al papà del fidanzato 17enne e assassino reo confesso di Noemi Durini. L’atto è stato notificato all’indagato in occasione della perquisizione in corso nell’abitazione di famiglia a Montesardo, frazione di Alessano. Qualche settimana fa il ragazzo era stato denunciato alla Procura per i minorenni dalla mamma della vittima, Imma Rizzo, a causa del suo carattere violento. La donna, che temeva per la sorte della figlia che da un anno frequentava il giovane, chiedeva ai magistrati di intervenire per far cessare il comportamento violento del ragazzo e per allontanarlo dalla figlia.

Roma: Chikungunya, 17 i casi nel Lazio, 6 nella Capitale. Stop donazioni sangue

Nel Lazio sono 17 i casi accertati dal Servizio regionale di sorveglianza malattie infettive (Seresmi) ad oggi di Chikungunya, di questi 6 nella Capitale. Di questi 17, dieci casi sono residenti o riportano un soggiorno nel Comune di Anzio, e 7 casi non risultano aver viaggiato in Italia o all’estero nei 15 giorni precedenti l’esordio dei sintomi. Alla luce di questi casi di infezione, il Centro nazionale sangue – Istituto superiore di Sanità ha deciso lo stop alle donazioni di sangue nel Comune di Roma (le parti est e sud della città, 1 milione di abitanti) e il Comune di Anzio, mentre la sindaca Virginia Raggi ha firmato l’ordinanza per la disinfestazione. Nella Capitale, a causa del blocco parziale delle donazioni, si prevede una carenza di 200-250 sacche di sangue nei prossimi giorni, una quantità paragonabile ad una maxi-emergenza.

Uragano Irma: anziani morti disidratati per il blackout prolungato in una clinica vicino Miami

L’uragano Irma continua a mietere vittime: 8 anziani hanno perso la vita in una casa di riposo nella zona di Miami rimasta senza corrente elettrica. Stando alle prime ricostruzioni, il blackout prolungato ha impedito di usare i condizionatori per fronteggiare le temperature sopra i 30 gradi. L’edificio è stato transennato e sarà oggetto di un’inchiesta penale che farà luce sull’accaduto.

Olimpiadi: nel 2024 a Parigi, nel 2028 a Los Angeles

Olimpiadi: a Parigi nel 2024, a Los Angeles nel 2028. Con una decisione che ratifica l’accordo tra le due città, il Comitato internazionale olimpico ha deciso con una formula inedita: l’assegnazione simultanea di due edizioni dei giochi a due diverse città, uniche candidate rimaste dopo la rinuncia di Roma, Amburgo e Budapest. Un traguardo raggiunto anche per il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, che ha detto: “Riportare i giochi a Parigi dopo 100 anni è una gioia immensa. È una cosa straordinaria per noi, per il nostro Paese e per la città di Parigi. Tutto quello che abbiamo detto durante la campagna, tutti i valori che ci abbiamo messo dentro adesso diventeranno realtà. Sta per iniziare una straordinaria avventura”. Per entrambe le città si tratta della terza designazione: la torcia olimpica torna a Parigi dopo l’edizione del 1924 e quella del 1900. Los Angeles aveva ospitato i giochi nel 1932 e nel 1984.

Notizie Sir del giorno: salesiano liberato dal Papa, Discorso su stato Unione di Juncker, vescovo Ugento su sedicenne uccisa, mezza maratona per pace a Roma

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 19:30

Papa Francesco: dopo l’udienza ha incontrato don Uzhunnalil, il sacerdote rapito nello Yemen

Subito dopo l’udienza generale di oggi Papa Francesco ha incontrato il salesiano don Thomas Uzhunnalil,  il sacerdote rimasto sequestrato per 18 mesi nello Yemen e liberato nei giorni scorsi. Ne dà notizia l’agenzia dei salesiani Ans. (clicca qui)

Ue: Juncker, Discorso sullo stato dell’Unione. Proposta: un unico ministro dell’economia per la zona euro

(Strasburgo) Nel suo Discorso sullo stato dell’Unione, Jean-Claude Juncker ha invocato un unico ministro dell’economia e delle finanze per la zona euro. Ha insistito sull’Unione dell’energia, sul mercato unico digitale, sull’Unione della difesa. Parlando delle riforme istituzionali e politiche necessarie per una nuova Ue, ha escluso un proprio secondo mandato alla Commissione, mentre ha proposto l’unificazione delle cariche di presidente della Commissione e del Consiglio europeo. (clicca qui)

Sinodo giovani: Ang (Univ. Manila), “natura individualistica delle nuove generazioni è risposta interna alla ricerca di felicità”

“Il comportamento delle nuove generazioni riflette ciò che esse desiderano vedere nelle loro case, non necessariamente nelle loro comunità, scuole, negli ambenti di lavoro e nella più vasta società. La natura altamente individualistica della gioventù è una risposta interna alla ricerca di felicità. Perciò sensibilizzare la coscienza sociale dei giovani non spetta primariamente allo Stato, alla scuola o alla chiesa, ma alla famiglia”. A dichiararlo Alvin P. Ang, docente di economia all’Università di Manila che oggi, a Roma, è intervenuto al Seminario internazionale sulla situazione giovanile in preparazione alla XV Assemblea generale ordinaria prevista nell’ottobre del 2018 sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. (clicca qui)

Corruzione: Alberti (filosofo), “la sfida è cambiare mentalità”. Al via iniziative nelle diocesi

“Oggi è fondamentale attivare modelli di comportamento contro la corruzione: in politica, nelle professioni e in qualunque ambito deve emergere una condotta seria, non solo dal punto di vista morale ma intellettuale”: lo dice in una intervista al Sir il filosofo Vittorio V. Alberti che ha scritto con il card. Peter Turkson – e la prefazione di Papa Francesco – il libro “Corrosione” (Rizzoli). La lotta alla corruzione è una delle grandi sfide del pontificato di Papa Francesco. (clicca qui)

Ambiente: Bartolomeo I (patriarca ecumenico), “salvaguardarlo significa tutelare la vita”

“Salvaguardare l’ambiente significa salvaguardare la vita”. Lo ha detto oggi pomeriggio a Bologna il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, nel corso della lectio magistralis tenuta all’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna dove gli è stata conferita anche la cittadinanza regionale onoraria. “Come dice anche il nostro fratello Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’ – ha proseguito – il preservare la natura e il servizio del prossimo sono inseparabili”. (clicca qui)

Sedicenne uccisa: vescovo Ugento, “stringiamoci tutti in preghiera vicini alla famiglia di Noemi”

“È una tragedia che ha colpito tutti quanti: la famiglia, la comunità di Specchia e ovviamente tutto il territorio della comunità di Leuca. Certamente siamo di fronte a un fatto che vede ancora una volta la donna nella sua fragilità e l’uomo che commette un atto efferato, senza un motivo, almeno per noi”. Così monsignor Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, commenta la notizia del ritrovamento, a Castrignano del Capo (Lecce), del corpo di Noemi – la sedicenne scomparsa lo scorso 3 settembre – in seguito alla confessione del fidanzato, che l’ha uccisa. (clicca qui)

Rome Half Marathon Via Pacis: mons. Sánchez de Toca (Pcc), “il mondo ha bisogno di ponti”. All’evento il debutto di “Athletica Vaticana”

“Il mondo ha bisogno di ponti non di muri. Roma è una citta di ponti; speriamo sia anche di ‘pontefici’, di costruttori di ponti”. Questo il messaggio #IoCorroPerché di mons. Melchor Sánchez de Toca y Alameda, sottosegretario del Pontificio Consiglio della cultura e responsabile del dipartimento Cultura e sport del dicastero, intervenuto oggi, presso la sede Rai, alla presentazione della Rome Half Marathon Via Pacis, mezza maratona competitiva di 21,097 km in programma domenica 17 settembre. “L’idea di partenza – spiega – è stata suggerita da un Salmo che dice: cerca la pace e perseguila. Questo perseguire è quasi un correre dietro; la pace è un obiettivo comune ma bisogna perseguirla con forza, è quasi una corsa”.  (clicca qui)

Avvenire: la prima pagina di domani 14 settembre. Discorso Juncker sull’Unione, Madrid contro sindaci catalani, Cai

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 19:29

Il discorso sull’Unione di Juncker con la prospettiva dell’apertura di corridoi per l’arrivo in Europa di 40mila profughi direttamente dall’Africa. È questo l’argomento del titolo di apertura di “Avvenire” che riporta anche la decisione della Corte suprema americana che non ha bloccato il bando anti-immigrati del presidente Trump, in attesa del giudizio sulla sua costituzionalità previsto per il 10 ottobre.
A centro pagina la minaccia di Madrid di arrestare i sindaci catalani a favore del referendum  per la secessione dalla Spagna.
Ancora, un titolo sull’incredibile vicenda della Commissione per le adozioni internazionali dove, si scopre, sono spariti documenti importanti e sono state commesse varie irregolarità dalla precedente gestione.
L’editoriale, a firma Francesco D’Agostino, è dedicato invece alla legge in discussione in Francia che apre la procreazione assistita alle coppie lesbiche e soprattutto alle donne single, con ciò separando definitivamente il concepimento di un figlio dall’esistenza di una famiglia e perfino di una coppia, riducendolo a mero desiderio individuale.

Pene alternative: Comunità Papa Giovanni XXIII, a Vasto una nuova struttura per accogliere detenuti

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 19:20

La Comunità Papa Giovanni XXIII apre una nuova struttura per l’accoglienza di detenuti che potranno espiare la pena in alternativa al carcere. La casa sarà inaugurata venerdì 15 settembre in via San Lorenzo n. 280 a Vasto (Ch) alle ore 15,30. All’inaugurazione saranno, tra gli altri, presenti mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto; Federica Chiavaroli, sottosegretario di Stato; Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII. “Don Benzi ripeteva: ‘Dobbiamo passare dalla certezza della pena, alla certezza del recupero. Perché una persona recuperata, rieducata alla vita, non è più pericolosa’. Tramite le comunità educanti con i carcerati (Cec) concretizziamo questa profezia del nostro fondatore, di cui quest’anno celebriamo i 10 anni della scomparsa. Questa esperienza risponde inoltre a quanto dichiarato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, circa la necessità di ‘sviluppare un sistema di pene alternative'”. Questo il commento di Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, in merito all’inaugurazione della nuova struttura per carcerati.
La struttura, concessa in comodato d’uso gratuito da parte della diocesi di Chieti-Vasto, può ospitare circa 20 detenuti e vedrà coinvolte circa 15 persone tra volontari ed operatori. Dal 10 al 18 settembre, presso la stessa casa, è allestita la mostra fotografica sull’Apac, Associazione per la protezione e assistenza ai condannati. Tale mostra, allestita dall’Avsi, sta girando l’Italia al fine di spiegare l’esperienza del “Carcere alternativo”: un carcere senza guardie, che abbassa la recidiva al 20%, i cui costi diminuiscono enormemente. Un carcere che ha avuto il riconoscimento dell’Onu, come il miglior metodo nel panorama mondiale carcerario.

Spiritualità: Bartolomeo I (patriarca ecumenico), “non dobbiamo allontanarci dalla croce, non dobbiamo vergognarci di essa”

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 19:15

“La Santa Croce è l’onore dei cristiani, è la benedizione, la forza, il sostegno. Ogni preghiera e ogni funzione inizia con il segno della croce, tutto è benedetto col segno della croce, tutto è protetto col segno della croce. Non dobbiamo allontanarci da essa, non dobbiamo vergognarci di essa, perché il Signore della vita è passato attraverso la croce per portarci tutti alla vita in Lui”. Lo ha detto questa sera a Bologna il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, nel corso del Vespro per la festa dell’Esaltazione della Santa Croce celebrato presso la Chiesa greco-ortodossa di S. Demetrio. “Nel cammino verso la unità, che le nostre Chiese hanno intrapreso da molto tempo”, ha osservato Bartolomeo I, la “speranza è sostenuta da quel simbolo di morte che per noi cristiani è divenuto il simbolo della vita e per il quale molti nostri fratelli, ovunque nel mondo e attraverso i tempi hanno offerto la propria vita. Perché nella croce del Salvatore essi hanno visto l’albero della vita, piantata sulla terra ma con le braccia protese verso il cielo”. “La sua croce – ha proseguito – salva ogni popolo, ogni nazione, ogni uomo e ogni donna che a Lui aprono il proprio cuore, che in Lui pongono la propria fiducia e si lasciano accarezzare dal soffio dello Spirito di Dio”. Per il patriarca ecumenico, “è così che il cristiano diviene fonte di luce e di speranza di fronte alle tante sfide di questo mondo, di fronte alle tentazioni e alle oppressioni di ogni sorta”. “Non dobbiamo mai scoraggiarci – ha ammonito – neppure di fronte alle più dure avversità, non ne abbiamo il diritto”.

Salute: Policlinico Gemelli, venerdì convegno su trapianto di fegato. Interverrà il direttore del Cnt Nanni Costa

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 19:01

Si terrà venerdì 15 alle 8.30 nell’Aula Brasca del Policlinico Universitario A. Gemelli (Largo Agostino Gemelli, 8 – Roma) il convegno “Il trapianto di fegato. L’esperienza del modello Policlinico Gemelli – Regione Abruzzo” promosso dal Polo delle Scienze gastroenterologiche ed endocrino-metaboliche area gastroenterologia Uosa, Medicina per il trapianto di fegato, Uoc Chirurgia generale e del trapianto di fegato della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Il workshop sarà introdotto dal presidente del Centro nazionale trapianti, Alessandro Nanni Costa, e da Angelo Muraglia, capo Dipartimento Settore Sanità della Regione Abruzzo, e vedrà tra i relatori anche Pierluigi Toniutto (coordinatore Commissione permanente del trapianto di fegato dell’Associazione italiana studio fegato). L’obiettivo è presentare l’esperienza della convenzione tra Regione Abruzzo e Fondazione Gemelli per questi trapianti. Durante il convegno sarà illustrato l’impegno della Fondazione Policlinico sul fronte dei trapianti e la sua adesione alla Campagna “Diamo il Meglio di Noi”, promossa dal Centro nazionale trapianti, che si propone di veicolare un messaggio di grande solidarietà sociale, quale quello della donazione, di creare una rete di solidarietà e trasmettere l’idea del dono.

 

Diocesi: Matera, prosegue il progetto per la realizzazione della nuova “Mensa dei bisognosi – don Giovanni Mele”

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 18:52

Prosegue il progetto per la realizzazione della nuova “Mensa dei bisognosi – don Giovanni Mele” a Matera. Lo scorso 8 agosto, presso la sede del Comune di Matera, sono state ufficialmente consegnate ad Anna Maria Cammisa, presidente dell’Associazione “Don Giovanni Mele”, le chiavi dell’immobile “ex Alsia” in via Cererie, che diventerà la nuova sede della “Mensa dei bisognosi – don Giovanni Mele” e centro polivalente per attività di inclusione sociale. “Si apre ora la fase di progettazione del nuovo edificio”, si legge in una nota della diocesi di Matera-Irsina. In realtà è una fase già avviata nel giugno del 2016, quando l’associazione ha bandito un concorso di idee per la realizzazione della nuova mensa, riservato ai laureandi della Facoltà di architettura dell’Università della Basilicata. L’idea progettuale vincitrice – “Ritorno alla domesticità: lo scavo, la cellula, il vicinato” redatto dagli studenti Anna Rosa Carucci, Rosa Infantino, Ilaria Itta e Antonio Stante – “costituirà la base per lo sviluppo del progetto; incaricato per la redazione dei diversi livelli progettuali è l’architetto Mauro Sàito, che si avvarrà – nella parte preliminare – della collaborazione dei giovani studenti autori del progetto vincitore del Concorso”. Nelle prossime settimane il progetto definitivo sarà presentato al pubblico. “La Famiglia Tamburrino – prosegue la nota – rinnova la disponibilità ad attuare la volontà del sig. Egidio Tamburrino, di contribuire alla realizzazione dell’opera. A tale contributo si aggiunge la donazione del magistrato Guglielmo Loschiavo, elargita per la realizzazione di quest’opera attraverso l’amministrazione economica della Caritas diocesana”. “Un’opera di questo tipo, utile a rispondere ai bisogni di quella parte di persone che vivono una fragilità sociale ed economica, non può non essere presa in carico da tutta la comunità perché è la comunità tutta che deve accogliere e sostenere chi ha bisogno”, conclude la nota, nella quale si anticipa che sarà avviata una pubblica sottoscrizione per chi vorrà devolvere la propria offerta.

Mezzogiorno: Acli, a Salerno presso il Punto famiglia si apre il “Cantiere delle Idee”

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 18:47

“La crisi del lavoro per i giovani non è finita, soprattutto nel Mezzogiorno”. Lo sostiene il presidente provinciale delle Acli salernitane, Gianluca Mastrovito, commentando i recenti dati Istat sull’occupazione. Proprio per questo motivo a Salerno le Acli hanno scelto di attivare presso il Punto famiglia un nuovo servizio di consulenza gratuita, il “Cantiere delle Idee”, a sostegno delle capacità imprenditoriali dei giovani. “La crescita economica e dunque l’occupazione nel Mezzogiorno d’Italia – sostiene – passano da una più efficace articolazione di politiche economiche e fiscali capaci di stimolare crescita e redistribuzione del reddito, ma non meno dall’impegno di sostenere le capacità d’impresa dei giovani, valorizzando al meglio l’enorme capitale creativo di cui dispongono”. Proprio per questo motivo, è stata messa a punto l’iniziativa che fornisce gratuitamente servizi di consulenza su bandi e agevolazioni regionali, nazionali e comunitari, ma anche su aspetti previdenziali e fiscali. “Il nuovo servizio va nella direzione di fornire informazioni, verificare sostenibilità delle idee e costruire percorsi di accompagnamento e monitoraggio di tanti giovani che troppo spesso, mortificati dalle inadeguate e peggio inesistenti opportunità, scelgono di lasciare il territorio”.

Agroalimentare: Coldiretti, a Milano a fine settembre il villaggio #StoCoiContadini

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 18:46

Verrà inaugurato il 29 settembre a Milano il Villaggio degli agricoltori di Coldiretti, da Piazza del Cannone al Castello Sforzesco, dove rimarrà per tutto il week end. Tutti potranno vivere l’esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano a soli 5 euro per tutti i menu preparati dagli agrichef con i sapori antichi della tradizione. Spazio anche alla solidarietà per salvare le specialità delle aree terremotate che saranno offerte dagli agricoltori colpiti dal sisma.#Stocoicontadini è anche una occasione unica per conoscere il primato della biodiversità della fattoria italiana, dalla capra girgentana dalle lunghe corna a forma di cavatappo all’asino romagnolo sopravvissuto all’estinzione nell’ultima guerra, dal maiale di Cinta senese dalla curiosa fascia bianca sul manto scuro alla pecora bergamasca, dalla capra camosciata delle Alpi alla mucca Varzese. Ma ci sono anche i primati green del Made in Italy con i superfood della tradizione nostrana, oltre a fattorie didattiche dove i bambini possono imparare a mungere gli animali e a pigiare l’uva, lezioni nell’area orti e giardini con il tutor. Spazio all’economia domestica e all’agricosmetica con i frutti della terra ed un villaggio delle idee con i giovani dell’Università di Pollenzo che animeranno l’intera area per tutti i tre giorni in cui sono previste le presenze di esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile, studiosi, sportivi e artisti.

Diocesi: Vicenza, il 15 e il 16 settembre il convegno catechistico “Annunciare ed educare. Chiesa e famiglie: facciamo strada insieme?”

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 18:32

Si terrà venerdì 15 e sabato 16 settembre in Seminario vescovile a Vicenza il 41° convegno dei catechisti e delle catechiste della diocesi di Vicenza. “Annunciare ed educare. Chiesa e famiglie: facciamo strada insieme?” è il tema individuato dall’Ufficio per l’evangelizzazione e la catechesi in collaborazione con l’Ufficio diocesano per il matrimonio e la famiglia. “La trasmissione della fede – ha spiegato don Giovanni Casarotto, direttore dell’Ufficio catechistico diocesano – non può essere semplicemente delegata alla parrocchia, ma la parrocchia, d’altro canto, deve tener conto delle famiglie e delle diverse situazioni che queste si trovano a vivere: urge una nuova alleanza tra questi due soggetti chiamati maggiormente a venirsi reciprocamente incontro per educare nella fede le nuove generazioni”.
Ospite d’eccezione della due giorni in Seminario sarà mons. Paolo Sartor, direttore dell’Ufficio catechistico nazionale, che introdurrà i lavori venerdì 15 settembre, alle 15, con una conversazione sul tema “La gioia del Vangelo: l’annuncio, la catechesi e le famiglie con Papa Francesco”. Alla sera alle 20.30 mons. Sartor dialogherà con il teologo vicentino don Dario Vivian su “Famiglie e comunità: come cambia la catechesi”. La mattinata di sabato 16 settembre vedrà i catechisti e le catechiste della diocesi impegnati in laboratori di gruppo guidati dalla teologa Assunta Steccanella. Alle 12.15 la preghiera e il mandato del vescovo Beniamino Pizziol a tutti i catechisti e per finire, nel pomeriggio, un approfondimento sulla “mistagogia” e la professione pubblica di fede.

Dire: i titoli e il tg politico

Agensir.it - Wed, 2017-09-13 18:28

(DIRE-SIR) – Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE (anche su www.dire.it e www.agensir.it).

http://89.97.250.172/News/2017/09/13/2017091301864202705.MP4

Juncker rilancia l’Unione e ringrazia l’Italia L’economia riprende in ogni Paese e si estende. Sono stati creati

8 milioni di nuovi posti di lavoro e 230 milioni di europei lavorano, più di quanti fossero prima della crisi. Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker nel discorso sullo stato dell’Unione al Parlamento europeo a Strasburgo. Sulla questione migranti Juncker ha ringraziato l’Italia: nel Mediterraneo centrale ha salvato l’onore dell’Europa. Il premier Paolo Gentiloni ringrazia per l’alto profilo europeista del suo discorso.

Mattarella: tutti i Paesi dell’Unione accolgano migranti

“Dobbiamo assicurare canali legali di ingresso e governare ordinatamente il fenomeno migratorio. Ma non possiamo consegnare ai trafficanti le chiavi d’ingresso all’Unione europea”. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in visita di Stato a Malta, ricorda che a differenza di Malta non tutti i Paesi dell’Unione hanno accolto la propria quota di migranti. È importante, ha aggiunto, che su questo la solidarietà nell’Unione cresca.

Confcommercio: ridurre le tasse per aiutare la ripresa

La ripresa c’è ma resta lenta e parziale. Le distanze tra nord e sud si sono acuite, con il Pil procapite della Calabria che ora è meno della metà di quello del Trentino. Il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli chiede la riduzione in tempi brevi delle tasse, per dare slancio alla ripresa economica, in particolare nel Mezzogiorno dove i livelli occupazionali sono ai livelli degli anni 90. L’associazione dei commercianti suggerisce due misure: la riduzione del cuneo fiscale oppure il taglio dell’Irpef.

Migranti, in un video i sogni dei bambini rifugiati

Quando la guerra, la povertà e i disastri si accaniscono sui più piccoli. Il dramma dei bimbi rifugiati nelle immagini del regista John Rankin Waddell per l’Unicef. Il video, accompagnato dalla canzone dei Bastille, Four Walls, ritrae bambini rifugiati e migranti mentre guardano dei filmati di bambini in pericolo in tutto il mondo. Un modo, riferisce l’agenzia Sir, per sfidare gli stereotipi e i pregiudizi. Questi bambini hanno le stesse speranze, paure e sogni di ogni altro.

Menù ad Accesso Rapido

Accesso rapido

La Parola
Ragazzi
Scie di Luce
Servizi La Stanza
Media
Cattolici  Protestanti  Ortodossi  Ecumenismo  Vita Quotidiana
  • ° Vita Pubblica
  • ° Lui & Lei
  • ° Matrimonio
  • ° Figli
  • ° Ricette
  • ° Viaggi


 Notizie